F1 | Ricciardo: “All’Outer Track non sono ammessi errori”

Ocon: "Con tutte le vetture in pista i distacchi saranno minimi"

F1 | Ricciardo: “All’Outer Track non sono ammessi errori”

Siamo arrivati al sedicesimo appuntamento della stagione 2020 di Formula 1. Questo weekend si corre nuovamente in Bahrain ma in un circuito diverso, l’Outer Track, nel quale i piloti dovranno affrontare ben 87 giri, considerata la brevità del tracciato. Daniel Ricciardo, dopo il settimo posto posto nel Gran Premio del Bahrain è determinato a raccogliere quanti più punti possibili:

“Non è la prima volta quest’anno che restiamo nella stessa struttura per due settimane consecutive, ma mi piace che abbiano cambiato la pista con quella più breve ed esterna. I tempi sul giro previsti sotto il minuto saranno i più brevi che abbiamo mai fatto in Formula 1, quindi sarà interessante vedere come si comporteranno tutti. Le qualifiche saranno ancora più impegnative perché costringeranno tutti a raggrupparsi nel giro finale. Questo lo vediamo ad esempio ogni volta che ci qualifichiamo a Monaco. Alla fine, si tratterà di mettere insieme il giro perfetto perché un piccolo errore potrebbe compensare una mezza dozzina di posizioni, quindi non ci sarà spazio per gli errori. Cercheremo di sfruttare al meglio il layout più corto”.

Reduce dal nono posto nella gara disputata qualche giorno fa, Esteban Ocon si è detto determinato a riscattarsi in quello che sarà sicuramente un circuito breve ma impegnativo ed ha rivolto un pensiero a Romain Grosjean, dimesso oggi dall’ospedale:

“Sarà una sfida completamente nuova sul tracciato esterno del Bahrain. Penso che sarà particolarmente difficile in qualifica e potrebbe essere piuttosto impegnativo in pista! Se metti tutte le vetture in pista contemporaneamente, i distacchi saranno davvero minimi e per questo motivo sarà importante costruirsi comunque un gap e sfruttare le scie. Nel circuito tradizionale è facile sorpassare e in questa pista potrebbe esserlo anche di più. Abbiamo avuto qualche giorno di riposo per ricaricarci dallo scorso weekend. Chiaramente, non è stato il miglior risultato dopo una qualifica molto buona. Pensiamo che saremo migliori su questo layout esterno, quindi vediamo cosa possiamo fare. Mando i miei migliori auguri a Romain per la sua guarigione e sono contento di sentire che sta bene”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati