F1 | Racing Point, Green: “Ci stiamo evolvendo in una squadra normale”

"Il nuovo modo di lavorare è stato quasi uno shock"

F1 | Racing Point, Green: “Ci stiamo evolvendo in una squadra normale”

Secondo il boss Otmar Szafnauer, il 2019 sarà un anno di transizione per la squadra precedentemente nota come “Force India”.

Dopo la bancarotta e il salvataggio da parte di Lawrence Stroll, il team ha acquisito un nuovo nome, Racing Point ed ha affrontato una pre-season piuttosto tranquilla.

Si parla di un budget di 140 milioni di sterline, in crescita del 20%, oltre ad un maggiore incremento del personale:

Ora abbiamo 425 persone, prima eravamo a 400 -ha commentato Szafnauer ad Auto Motor und Sport- vogliamo crescere lentamente. C’è un nuovo dipendente dopo l’altro, il nostro piano è di circa 50 nuove persone nel 2019, quindi entro la fine della stagione dovremmo essere a 475. Per farlo però, dobbiamo trovare le persone giuste”.

Il problema maggiore deriva dallo spazio limitato della fabbrica a Silverstone:

“Abbiamo bisogno di costruire nuovi edifici e di investire in macchinari”.

Si vocifiera che un nuovo stabilimento dovrebbe arrivare per la stagione europea. Il direttore tecnico Andy Green, ha aggiunto:

“Finalmente abbiamo i computer portatili che non sono vecchi di otto anni con le vecchie versioni di Windows”.

La versione “B” della monoposto, dovrebbe debuttare nel gran premio d’Australia, la prossima settimana:

“Le scelte di base per la macchina corrente sono state fatti prima ancora del cambio di proprietà. Col senno di poi, avremmo fatto un paio di cose in modo diverso, ma non avremmo potuto immaginare che ci fosse del denaro in arrivo. Ci vorrà del tempo per trasformare quei soldi in una macchina più veloce”.

Una cosa è certa, quel denaro servirà per lo sviluppo della macchina:

“Prima dovevamo sempre aspettare la produzione, ora se troviamo qualche decimo in galleria del vento, le modifiche saranno attuate immediatamente. Improvvisamente stiamo ottenendo tutte le nostre parti alla data che ci aspettiamo. Questo è un modo completamente nuovo di lavorare per noi, quasi uno shock. Ci stanno trasformando in una squadra normale! Nel 2020 vogliamo sicuramente fare un salto in avanti, ecco perché abbiamo già iniziato a lavorare sulla prossima macchina”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati