F1 | Mercedes, George Russell comanda la classifica del venerdì: “I miei tempi sono ancora un po’ ingannevoli”

"Non mostrano il reale ritmo della vettura, c'è ancora tanto su cui lavorare" ha aggiunto il pilota della Williams, chiamato a sostituire il campione del mondo Lewis Hamilton

F1 | Mercedes, George Russell comanda la classifica del venerdì: “I miei tempi sono ancora un po’ ingannevoli”

George Russell fa finalmente il suo esordio con la Mercedes, che mostra oggi il numero 63: un giorno sicuramente sognato, forse programmato nel prossimo futuro dai vertici della casa tedesca, fiduciosi delle capacità del pilota britannico. Certo, nemmeno George avrebbe immaginato che questo giorno arrivasse così presto, in questo strano 2020, grazie ad una inaspettata opportunità. Sfortunatamente Lewis Hamilton ha contratto il covid-19 ed il sette volte campione del mondo è stato ovviamente costretto all’isolamento. La Mercedes ha scelto proprio Russell per sostituirlo, creando una situazione non poco piacevole per la squadra stessa: Hamilton è ancora senza contratto, così come il team principal Toto Wolff. Una mossa che gioca di anticipo al 2021, o solo un test per Russell? E cosa succederebbe se il pilota della Williams facesse meglio di Valtteri Bottas? I tempi di oggi parlano chiaro: Russell è stato davanti a tutti nella pima sessione di libere, staccando il compagno di squadra di 3 decimi. Nella seconda sessione, Russell è ancora primo, anche se il tempo di Bottas, più veloce, è stato cancellato per superamento dei track limits.

E’ stato un buon primo giorno con la W11, ma c’è sicuramente ancora tanto lavoro da fare – ha detto Russell, per la prima volta da pilota Mercedes – il nuovo layout è molto diverso da quello utilizzato di solito, non è un tracciato facile. I tempi in qualifica saranno davvero molto vicini, ci aspettiamo una gara piena di drama e colpi di scena. E’ stato bello lavorare con il team oggi e ad ogni giro con questa vettura imparo qualcosa in più.

Credo che i miei tempi siano un po’ ingannevoli al momento, non rappresentano il reale ritmo della vettura – ha ammesso il pilota della Williams – ho avuto un po’ di problemi nei run a pieno carico di benzina nelle FP2, cosa fondamentale per prepararmi alla gara. Le Red Bull erano molto veloci nei long run e Valtteri era il più veloce nella seconda sessione di libere, ma il suo tempo è stato cancellato. Sarà dura, per cui lavoreremo sodo stanotte. C’è ancora tanto lavoro da fare, per cercare di stare il più comodo possibile all’interno della vettura, ma anche per la ricerca del set-up perfetto. Tutto sommato, è stato un primo giorno incoraggiante, sono eccitato, non vedo l’ora di tornare nella W11 domani“.

 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati