F1 | Marchionne conferma: Antonio Giovinazzi terzo pilota Ferrari per il 2017

L'italiano comincerà il proprio lavoro a Maranello nel mese di gennaio

F1 | Marchionne conferma: Antonio Giovinazzi terzo pilota Ferrari per il 2017

Durante il classico incontro con i giornalisti a cavallo delle festività, Sergio Marchionne e Maurizio Arrivabene hanno ufficializzato che Antonio Giovinazzi, pilota Prema e vice-campione della GP2 Series 2016, sarà il terzo pilota della Scuderia Ferrari durante la prossima stagione. Una notizia importante, tanto desiderata dagli appassionati italiani: dopo l’addio di Raffaele Marciello dal programma Academy gestito da Massimo Rivola, infatti, sembrava una vera e propria utopia vedere un italiano con la tuta della Scuderia di Maranello.

Le ottime prestazioni dell’ultimo campionato hanno però consentito al talento della Prema di strappare un contratto per il 2016, facendogli guadagnare la fiducia del presidente Marchionne e regalandogli un ruolo di primo piano per quanto riguarda il prossimo campionato. Giovinazzi non si limiterà al lavoro di sviluppo in fabbrica e alle sessioni al simulatore, ma scenderà in pista durante alcune libere della prossima stagione presumibilmente con Sauber visto che Charles Leclerc, talento FDA, ha già ufficializzato un accordo con Haas.

Marchionne ha sottolineato le ottime qualità del pilota di Martina Franca, spiegando di credere fortemente nel suo talento e nella sua voglia di arrivare in Formula Uno. E d’altronde, considerando la probabile pensione di Kimi Raikkonen al termine del 2017 e i dubbi di Sebastian Vettel per quanto riguarda il 2018, la possibilità di vedere Giovinazzi in Ferrari esiste ed è anche abbastanza concreta.

L’italiano comincerà il proprio lavoro a Maranello nel mese di gennaio.

Roberto Valenti

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Cobra

    19 Dicembre 2016 at 17:10

    Certo che se Marchionne riuscirà a fare di Giovinazzi e la stessa Ferrari, due emblemi simbolo italiani, non solo si vedranno molti a salire sul quel carro vincitore, ma sarebbe una sterzata ed un ritorno d’interesse e di immagine per il paese tricolore. Accadesse realmente, non dubiterei la sua presenza come primo ministro dopo il 2018 (tanto anche lì per il momento pare fermo a quella data).

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati