F1: La FIA rivede le regole sui diffusori, proroga per Barcellona

F1: La FIA rivede le regole sui diffusori, proroga per Barcellona

Dopo il GP Turchia la FIA ha comunicato ai team di Formula 1 che avrebbe vietato l’utilizzo di mappature del motore intelligenti per soffiare i gas di scarico nel diffusore anche quando il pilota non preme l’acceleratore.

I team hanno beneficiato di questo espediente massimizzando il carico aerodinamico con il diffusore dell’aria soffiata anche con la vettura in fase di frenata.

Una direttiva della FIA (Technical Directive 15) ha chiarito che è permesso utilizzare i settaggi dell’acceleratore solo per incrementare la coppia, e non per migliorare le prestazioni aerodinamiche. Una misura che di fatto ha messo al bando il soffiaggio dei gas di scarico nel diffusore senza la pressione dell’acceleratore.

Di conseguenza i team che utilizzano questo sistema – tra gli altri Red Bull, McLaren, Ferrari e Renault – avrebbero dovuto modificare le mappature dei loro propulsori già per il weekend del GP Spagna a Barcellona. Christian Horner della Red Bull e Ross Brawn della Mercedes si erano detti incerti sull’impatto della nuova regola sulle prestazioni dei top team.

Comunque, dopo un dialogo tra la FIA e i team, la Federazione avrebbe deciso di non applicare il divieto per Barcellona.

“Diverse conseguenze non valutate e non desiderate” dalla FIA si sarebbero verificate e sono state portate all’attenzione di Charlie Whiting e da qui è arrivata la decisione di prorogare il divieto.

La questione sarà comunque discussa nella prossima riunione del Technical Working Group. La FIA avrebbe accettato di vietare il soffiaggio dei gas di scarico senza la pressione del pedale dell’acceleratore appena sarà possibile implementare la nuova regola senza causare ulteriori complicazioni ai team.

Secondo indiscrezioni il divieto sarebbe il risultato di lamentele da parte di alcuni team rivali che ritengono sia il controllo superiore del motore il segreto della Red Bull, soprattutto in qualifica.

A chi gli ha chiesto un commento a riguardo il team boss Christian Horner ha risposto: “E’ l’inevitabile e sfortunata conseguenza del successo”.

F1: La FIA rivede le regole sui diffusori, proroga per Barcellona
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

38 commenti
  1. Federico Barone

    18 maggio 2011 at 10:19

    Questa è la MIA opinione:

    a – Vettel e la Red Bull sono in forma smagliante
    b – il mondiale rischia di finire anzitempo, con conseguente perdita di interesse da parte del pubblico

    Quindi che si fa?

    1 – versione ufficiale: i tecnici hanno recuperato troppo velocemente la deportanza perduta con l’abolizione dei doppi/tripli diffusori. Bisogna frenare le auto, altrimenti diventano pericolose (forse la Red Bull perde più degli altri, chissà…)
    2 – versione reale: dobbiamo frenare la Red Bull, perchè è quella che ha il sistema migliore di utilizzo degli scarichi, quindi utilizziamo questa scusa per definire i gas “parte aerodinamica in movimento”.

    Considerazioni:

    – la Red Bull è la vettura migliore, nel sistema di scarichi ma non solo, quindi dominerà comunque.
    – le gomme di pastafrolla non sono nemmeno state considerate, forse hanno un piccolo merito nell’aumento delle prestazioni (ironia).. 😉
    – si sarebbe potuto immaginare che eliminare il dd forse non sarebbe stato sufficiente a frenare le vetture
    – si sarebbe potuto immaginare che forse ridurre DRASTICAMENTE le dimensioni delle ali ed eliminare tutte le alette (et similia) sarebbe stata cosa buona, in questo senso (per non parlare di alzare le vetture da terra)
    – il DRS – o l’ala regolabile anteriore del 2010 – non viene definito “parte aerodinamica in movimento”, perchè? Forse perchè è una “cosa ufficiale, da regolamento”? Mi ricorda un po’ la Santa Chiesa… 🙁 (cose dei matti)

    Altre considerazioni le lascio ad altri, io sono veramente esasperato…

    Passione o non passione per la F1, chiedetevi veramente se valga ancora la pena di perder tempo con questo teatro.

  2. strige

    18 maggio 2011 at 10:36

    quoto federico barone….direi che più o meno volevo scrivere le tue stesse cose.

    Io sarei curioso di sapere chi è che si è lamentato con la FIA, per me una dei top team e se posso azzardare secondo me è una tra la mercedes e la ferrari. Anche se la mclaren, visto la storia passata (fondo ferrari, mass dumper renault (che poi ha smentito) e compagnia non sarebbe da scartare) potrebbe essere anche lei, ma la mclaren non produce motori, quindi presumo non sia lei.

  3. salvatore

    18 maggio 2011 at 10:40

    caro federico barone, queste cose sono sempre esistite,quando un team va forte, si cerca di arginare il suo potere, vedi ferrari nel 2000-1-2-3-4 🙂 per me è una cosa buona, la f1 è per automobili dotate di motore, non di missili che devono volare affidandosi ad una aerodinamica così raffianata!

  4. salvatore

    18 maggio 2011 at 10:42

    @strige leggi bene l’articolo, poi dici che rispon do male, Ferrari e mclaren usano anche loro questo artificio………………

  5. D-Lord

    18 maggio 2011 at 10:45

    Mi fa schifo vedere questi cambiamenti in corso d’opera, cavolo se una macchina è vincente perchè bisogna mettergli i bastoni tra le ruote?!!?

  6. Federico Barone

    18 maggio 2011 at 10:49

    Salvatore, se consideri gli ultimi decenni hai ragione. Ma non significa SEMPRE. Ed il fatto che la mia Ferrari vincesse, non significa che le cose andassero bene…

    Dove ho scritto che le F1 devono essere dei missili? Io credo di aver indicato altre strade per fermare i missili, quindi esattamente l’opposto. 🙂

  7. salvatore

    18 maggio 2011 at 10:50

    federico, non ti ho certo criticato, anzi ero d’accordo con te!

  8. strige

    18 maggio 2011 at 10:54

    @salvatore: mi sono espresso male, chiedo venia. Per me lo spione è una tra le big, a mio parere è una tra la mercedes e la ferrari. A mio avviso, nonostante usino già questa tecnica, si vede che non riescono a renderla efficiente al 100% come quella della redbull e di conseguenza hanno fatto reclamo.

    adesso è scritto meglio. cmq non c’è bisogno di rispondere male, se mi fai notare quando sbaglio, o rispiego o ritiro ciò che ho detto… ^_^

  9. Federico Barone

    18 maggio 2011 at 11:01

    Salvatore, sul frenare i missili siamo d’accordo, ma io non credo che il sistema della FIA di cambiare in corso d’opera sia una buona cosa. Le conoscenze tecniche per prevedere più o meno con precisione l’effetto dei regolamenti sulle prestazioni esistono già, all’interno della FIA. Si sa che aerodinamica e gomme fanno passi da gigante, ad un ritmo sempre più serrato (come tutto, del resto).

    L’aerodinamica è da ridurre drasticamente (secondo me al 30% dell’attuale, non di più) e va semplificata. Ma certe manovre in corso d’opera danno tutta un’altra sensazione… e non servono a nulla.

  10. luca

    18 maggio 2011 at 11:06

    Anche quando la ferrari stravinceva hanno cambiato i regolamenti piu e piu volte per contrastarla e riuscendoci negli ultimi anni per cui non lamentatevi bibitari e studiate la storia…

  11. Davide

    18 maggio 2011 at 11:34

    Secondo me invece le formula 1 devono proprio essere dei missili! La formula 1 è il tempio della velocità, di cos’altro scusate?? cazzo io su una formula uno voglio un V12, col Turbo, col Kers e pure col NOS!!

  12. Davide

    18 maggio 2011 at 11:35

    Secondo me invece le formula 1 devono proprio essere dei missili! La formula 1 è il tempio della velocità, di cos’altro scusate?? io su una formula uno voglio un V12, col Turbo, col Kers e pure col NOS!!

  13. PaoloF

    18 maggio 2011 at 11:37

    Il pericolo che il mondiale finisca ad agosto è reale, quindi la fia cerca come ha sempre fatto di bloccare la deriva redbullista, anche se questo sistema di scarichi viene usato da quasi tutti i top teams.
    Tentativo deprecabile, se poi si consente l’utilizzo delle ali al burro.
    Non penso comunque, che il divieto di utilizzo di queste mappature possa compromettere più di tanto il dominio Rb, c’è dell’altro, in quel missile.

  14. Ingenuo (tifoso Ferrari)

    18 maggio 2011 at 11:38

    @Luca
    Era bello e mi divertivo di più qunado la Ferrari stradominava e poi sentire l’inno tedesco e subito dopo quello italiano… uh che bel periodo

  15. Gianni (tifoso ferrari)

    18 maggio 2011 at 11:38

    Da tifoso ferrarista ritengo questa cosa un gran cazzata: gente ha speso tempo e denaro per realizzare una vettura dotata di questo espediente (legale fino a poche ore fa) e adesso viene messa al bando perche qualcuno non riesce a farlo o lo fa male…questa cosa è indicibile e dimostra ancora una volta quanto la federazione sia debole. Ok poteva esserci uno stop a questo sistema ma fatto con criterio, ovvero a partire dal prossimo anno…mi sembra terribilmente ingiusto mortificare il lavoro di qualcuno… dovrebbero riflettere su cio Todt e compagnia bella.
    Pensano di rallentare le RB ma non hanno ancora capito che non è cosi che ci riusciranno…tutti vorremmo piu competizione nel vertice della classifica ma se qualcuno ha fatto un lavoro migliore è giusto che resti la daavanti…

    Ciao
    Gianni

  16. Ingenuo (tifoso Ferrari)

    18 maggio 2011 at 11:40

    @PaoloF

    “Non penso comunque, che il divieto di utilizzo di queste mappature possa compromettere più di tanto il dominio Rb, c’è dell’altro, in quel missile.”

    Ti quoto…

  17. kroky78

    18 maggio 2011 at 11:47

    La FIA non fa che riempirsi la bocca con la storia della riduzione dei costi indispensabile alla sopravvivenza della categoria, e poi introduce divieti assurdi a stagione appena iniziata , vanificando gli investimenti milionari di certe scuderie. Penso soprattutto alla Lotus Renault che probabilmente è la squadra che ha estremizzato maggiormente il concetto degli scarichi soffiati introducendo uno schema del tutto inedito.
    Ora, già le loro prestazioni non sono al top, vi immaginate se gli vietano il principio fondamentale che fa funzionare la macchina? Un disastro! Ma ciò vale anche per tutte la scuderie di vertice che saranno costrette a spendere un’ altra vagonata di quattrini per cercare di arginare la limitazione… che vergogna!
    Per non parlare dello spettacolo e dell’ audience televisiva: come possono minimamente pensare non dico di guadagnare, ma di non perdere spettatori con questo comportamento LADRESCO???
    Precisazione per i lattinari: sono un ferrarista convinto e dico: onore alla Red Bull e al genio di Newey che ha saputo mettere a punto una scheggia sfruttando il sistema di scarico, sta alla Ferrari e a tutti gli altri cercare di competere a pari livello, onestamente e senza le scorciatoie insinuate da qualcuno, che non sono degne della gloria e del blasone di quella che è la scuderia più vincente e più importante -piaccia oppure no- della F1.

  18. Rezz

    18 maggio 2011 at 12:33

    E’ davvero insopportabile questo cambiamento del regolamento in corsa. Come ho già avuto modo di scrivere, io ritengo che dovrebbe essere fatto solo eccezionalmente solo per questioni di sicurezza. Il regolamento dovrebbe essere scritto “blindato” e gli espedienti portati dai team legali oppure no, punto. Cambiare le regole in corsa è profondamente antisportivo!

    Rimpiango un po’ i tempi in cui con 4 o 5 vittorie si vinceva un mondiale… 🙁

  19. MikeCTF (tifoso Ferrari)

    18 maggio 2011 at 12:42

    Qualsiasi cambiamento di regole durante lo svolgimento di un mondiale non fa altro che distruggere la credibilità di questo sport già compromessa da tempo. Speravo che con Todt alla guida della FIA queste baggianate non si fossero più presentate e invece…

    Ad ogni modo ora penso che, e lo dico da ferrarista convinto, in caso di vittoria anche quest’anno nonostante queste modifiche regolamentari, la RB avrà ben donde il diritto di ritenersi il miglior team.
    Come lo è stata la Rossa in un recente passato.

    Tanto, come ho già letto in altri commenti, in RB non hanno solo questo coniglio nel cilindro… C’è molto ma molto di più che rende questa vettura la dominatrice assoluta del 2011!

    Se in FIA ritrovassero la bussola sarebbe un bene per tutti.

  20. Clary

    18 maggio 2011 at 12:43

    praticamente si parte ad inizio stagione con un regolamento.. tu fai la macchina secondo questo regolamento e se la fai meglio degl’altri ti cambiano le regole perchè sei stato troppo bravo? la F1 si dimostra per l’ennesima volta il terzo mondo del motorsport

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati