F1 | Hamilton: “Ho avuto bisogno di tempo per diventare quello che sono adesso”

"Bisogna credere nei sogni e superare tutte le difficoltà per realizzarli", ha detto il sette volte iridato

F1 | Hamilton: “Ho avuto bisogno di tempo per diventare quello che sono adesso”

Lewis Hamilton, come ben noto a tutti è diventato per la settima volta campione del mondo dopo la straordinaria vittoria del Gran Premio della Turchia, per nulla scontata per come si erano messe le cose nel weekend di Istanbul. Una macchina eccezionale, imbattibile come la W11, guidata da un fuoriclasse, che ha raggiunto il numero di titoli iridati della leggenda Michael Schumacher. il britannico, in una bella intervista concessa al sito della Formula 1 ha voluto così raccontare le sue sensazioni, e come è arrivato a questo punto, tanto da non avere, al momento, rivali in grado di batterlo.

“La gente potrebbe pensare che tutto sembra facile, io invece dico che non è così, ci è voluto molto tempo per diventare quello che sono ora – ha detto Hamilton. Credo di aver sempre avuto talento, e probabilmente ho avuto anche gli strumenti per riuscire a vincere, ma ho messo tutto a punto. Ogni anno ci sono delle cose dove non vado bene, punti nei quali non sono eccezionale, e a quel punto mi chiedo come migliorare. A volte non sono bravo a comunicare, quindi mi chiedo come riuscire a farmi capire da Bono (ingegnere di pista Bonnington, ndr) e dai ragazzi del team”.

“Spesso mi chiedo: “Come posso trasmettere positività ogni volta che vado a lavorare? E in macchina come posso capire al meglio tutti i bottoni del volante?”. C’è molto da studiare, ho fatto di più quest’anno rispetto al 2019, mentre quando ero più giovane mi sedevo in macchina e guidavo. La quantità dei “compiti” che svolgo è il motivo per il quale ottengo i risultati di oggi. I sette titoli di Michael sembravano impossibili da raggiungere, tuttavia era un sogno, così come sogno di andare nello spazio, e posso ancora farlo! Io credo che le cose possano accadere – conclude Hamilton. Penso che tutti abbiamo delle idee pazze, e spesso pensiamo che lo siano, ma può succedere di tutto, io credo nei miei sogni. Non dobbiamo trascurarli, bisogna capire però che per arrivarci ci sono delle difficoltà da superare, e devi provarci se è quello che vuoi veramente”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati