F1 | Haas, Grosjean: “Il circuito del Bahrain ha un asfalto abrasivo, la strategia avrà un ruolo fondamentale”

Il francese della Haas illustra le sfide del doppio appuntamento a Sakhir

F1 | Haas, Grosjean: “Il circuito del Bahrain ha un asfalto abrasivo, la strategia avrà un ruolo fondamentale”

Per la prima volta in questa stagione, la Formula 1 tornerà a correre sotto i riflettori e lo farà in Bahrain, dove il Circus si fermerà per un doppio Gran Premio sul circuito di Sakhir. Si tratta di un appuntamento fisso per il mondiale, ormai nel calendario dal lontano 2005, per cui praticamente tutti i piloti hanno avuto l’opportunità di girarci e impararne i segreti, anche nelle categorie minori. Se, generalmente, il Gran Premio si svolgeva nella fase iniziale del campionato, a causa del COVID-19, era stato concordato con gli organizzatori di slittare l’appuntamento verso fine mondiale per facilitare gli spostamenti, facendo sì che subito a ruota tutti gli adetti potessero spostarsi direttamente negli Emirati Arabi senza la necessità di tornare a casa e dover sottostare ad eventuali quarantene.

Tra coloro che hanno bei ricordi di questa pista vi è anche Romain Grosjean, che proprio a Sakhir nel 2012 conquistò il suo primo podio al volante della Lotus, giungendo al terzo posto, così come nell’anno seguente. Un tracciato che, tendenzialmente, ha spesso riscosso successo tra i piloti a causa delle sue caratteristiche: “Penso che in generale quello del Bahrain sia un circuito divertente, è ottimo per correre e vedere duelli. Ha un asfalto piuttosto abrasivo, quindi normalmente la strategia ha un ruolo fondamentale. Ci sono molte curve a bassa velocità e zone di trazione al posteriore. Se hai una buona vettura in termini di trazione e non distruggi troppo le gomme posteriore, normalmente sei veloce su questa pista”, ha raccontato il francese.

Dopo il Gran Premio di questo fine settimana, tuttavia, la Formula 1 resterà sempre a Sakhir, per il secondo appuntamento su un’altra delle configurazioni a disposizione di questo tracciato. Vi saranno meno curve veloci, quindi cambierà anche il modo di preparare la vettura e affrontare il weekend: “In tutta onestaà, non ho idea di cosa aspettarmi. Vediamo cosa succeerà. Ovviamente ci saranno delle sfide molto interessanti, ma vediamo se riusciremo ad affrontarle meglio degli altri”, ha spiegato Grosjean.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati