F1 GP Ungheria, Prove Libere 2: Hamilton si conferma, i ferraristi inseguono

Il britannico davanti alle Red Bull

Lewis Hamilton porta ancora la sua Mercedes davanti a tutti. Ad inseguire le due Red Bull che mostrano anche un gran passo gara. Buona prova anche di Raikkonen quinto, doppio testacoda invece per Vettel che conclude settimo
F1 GP Ungheria, Prove Libere 2: Hamilton si conferma, i ferraristi inseguono

Lewis Hamilton porta ancora la sua Mercedes davanti a tutti. Ad inseguire le due Red Bull che mostrano anche un gran passo gara. Buona prova anche di Raikkonen quinto, doppio testacoda invece per Vettel che conclude settimo

Il caldo e l’asfalto ancora un po’ scivoloso non influenzano la sessione di Lewis Hamilton, che sigla il miglior tempo anche nella seconda sessione di prove libere del GP d’Ungheria, migliorando considerevolmente il suo precedente in 1:23.949.

Il britannico del team Mercedes mostra un gran ritmo anche con le gomme medie, candidandosi come protagonista anche nell’appuntamento magiaro. Gli avversari di riferimento stavolta sembrano i piloti della Red Bull, salvo problemi. A parte la noia tecnica che lo ha bloccato durante la simulazione di gara, Daniel Ricciardo non ha solo siglato il terzo riferimento cronometrico, ma ha imposto anche un ritmo interessante e a tratti perfino superiore a quello dello stesso Hamilton nel frangente finale della sessione. Stesso discorso per Daniil Kvyat, che ha portato la sua Red Bull alle spalle del britannico siglando il secondo miglior crono in 1:24.300.

Scorrendo al classifica, Nico Rosberg occupa la quarta piazza abbastanza attardato rispetto al compagno di team e neanche così incisivo sul passo gara, a differenza di Kimi Raikkonen che nonostante un quinto tempo nella graduatoria dei tempi, ha comunque collezionato riferimenti interessanti durante la simulazione. Più difficile interpretare la situazione di Sebastian Vettel, più in difficoltà rispetto all’altro ferrarista. Due testacoda collezionati e un magro settimo tempo in 1:25.660 sembrano far emergere qualche problema da risolvere in fretta. Dietro di lui compare Fernando Alonso, che riporta su la McLaren, mettendosi alle spalle i due della Williams Valtteri Bottas e Felipe Massa che chiudono le prime dieci posizioni. Da segnalare l’assenza dei due piloti Force India Sergio Perez e Nico Hulkenberg, dopo l’incidente in mattinata del messicano. Il team ha preferito fare le opportune verifiche, prima di ripresentarsi nella sessione del sabato.

Pos. Naz. Pilota Team Tempo Distacco
1. GBR L.Hamilton Mercedes Mercedes 1:23.949
2. RUS D.Kvyat Red Bull Renault 1:24.300 0.351
3. AUS D.Ricciardo Red Bull Renault 1:24.451 0.502
4. GER N.Rosberg Mercedes Mercedes 1:24.668 0.719
5. FIN K.Raikkonen Ferrari Ferrari 1:25.134 1.185
6. SPA C.Sainz Jr Toro Rosso Renault 1:25.599 1.650
7. GER S.Vettel Ferrari Ferrari 1:25.660 1.711
8. SPA F.Alonso McLaren Honda 1:25.752 1.803
9. FIN V.Bottas Williams Mercedes 1:25.881 1.932
10. BRA F.Massa Williams Mercedes 1:25.920 1.971
11. NET M.Verstappen Toro Rosso Renault 1:25.935 1.986
12. GBR J.Button McLaren Honda 1:25.994 2.045
13. VEN P.Maldonado Lotus Mercedes 1:26.090 2.141
14. BRA F.Nasr Sauber Ferrari 1:26.379 2.430
15. FRA R.Grosjean Lotus Mercedes 1:26.442 2.493
16. SWE M.Ericsson Sauber Ferrari 1:26.831 2.882
17. SPA R.Merhi Marussia Ferrari 1:29.113 5.164
18. GBR W.Stevens Marussia Ferrari 1:29.115 5.166
19. MEX S.Perez Force India Mercedes
20. GER N.Hulkenberg Force India Mercedes

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati