F1 | Ecclestone risponde a Hamilton: “Sono stato il primo a mettere un pilota nero su una vettura di Formula 1”

Mister E: "Bisogna essere totalmente idioti per non vedere i pochi afroamericani impegnati in Formula 1"

Bernie Ecclestone risponde alle accuse di Lewis Hamilton sulle questioni razziali
F1 | Ecclestone risponde a Hamilton: “Sono stato il primo a mettere un pilota nero su una vettura di Formula 1”

Non accenna a placarsi la polemica che vede coinvolto Bernie Ecclestone. L’ex patron della Formula 1, dopo aver dato la sua opinione su tutto il movimento creato da Liberty Media per sensibilizzare la lotta alla discriminazione razziale, è stato accusato da Lewis Hamilton. Di tutta risposta, Mister E non si è risparmiato e ha voluto contrattaccare in un’intervista concessa al Daily Mail.

“Mi aspettavo che Lewis dicesse qualcosa – ha detto Ecclestone. E’ nero, quindi doveva, immagino, ma credo che molte persone abbiano capito cosa ho voluto dire. Lewis e io non abbiamo mai parlato da quando tutto questo è iniziato. E’ in grado di dire se io sono ignorante o meno, abbiamo ricevuto la stessa educazione, quindi credo che qualcosa ci accomuni. Lui ne parla perché è un dato di fatto: bisogna essere totalmente idioti per non vedere i pochi afroamericani impegnati in Formula 1. Io sono stato il primo a mettere un pilota nero su una vettura di Formula 1, l’ho fatto 30 anni fa con Willy T. Ribbs (1986, ndr). Se oggi ci fosse un afroamericano di grande talento, sono sicuro che sarebbero felici di averlo in Formula 1, come fu con Lewis. Il problema è che molti piloti, siano essi afroamericani, cinesi, bianchi o di qualsiasi altro colore, hanno bisogno di uno sponsor per correre!”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati