F1, Ecclestone: “Improbabile il Gran Premio del Bahrain”

F1, Ecclestone: “Improbabile il Gran Premio del Bahrain”

Il boss della Formula 1, Bernie Ecclestone, dice il Gran Premio del Bahrain è improbabile che possa disputarsi quest’anno, nonostante la FIA abbia dato il via libera alla manifestazione la scorsa settimana.

Ecclestone ha ammesso che la modifica al calendario è ormai praticamente impossibile anche perché avrebbe bisogno di concordarla con tutte le squadre.

“Speriamo che ci sarà pace e tranquillità nel Paese e che possiamo tornarci in futuro, ma ovviamente ora non è il momento”, ha detto Ecclestone alla BBC Sport.

“Il programma non può essere modificato senza il consenso dei partecipanti – sono i fatti”.

La FOTA, l’associazione dei team di F1, ha fatto sapere che i team non vogliono correre in Bahrain il 30 ottobre, la data assegnata per la gara da parte della FIA.

F1, Ecclestone: “Improbabile il Gran Premio del Bahrain”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

14 commenti
  1. PaoloF

    8 giugno 2011 at 12:36

    Povero bernie, senza ‘sti 20-30 milioni chi sà se ce la farà ad arrivare alla fine del mese.
    Sforzati bernie, prometti più soldi ai teams che forse te lo fanno fare.

  2. Paolo93

    8 giugno 2011 at 12:37

    Per la prima volta ha detto una cosa sensata nonostante di mezzo ci sono 45 milioni di dollari.

  3. webferrari

    8 giugno 2011 at 12:39

    se se…peggio che all’asilo !

  4. Giovanni De Pascalis

    8 giugno 2011 at 12:41

    che schifo prima si sente che Bernie si impegnia per integrarlo quesyo bahrain e poi adesso lo vuole togliere….che schifooooo

  5. MikeCTF (tifoso Ferrari)

    8 giugno 2011 at 12:44

    La “coerenza” di sto vecchio bagordo è proprio inossidabile.

    Vergognati te ed i tuoi milioni!

  6. massj

    8 giugno 2011 at 14:45

    Beh, c’è anche il dato positivo che le squadre della FOTA, soprattutto quelle di vertice, rinunciano a dei soldi per questioni etiche (ma anche per difficoltà logistiche, diciamo la verità). Infatti una parte di quei soldi sarebbero finiti nel montepremi del campionato costruttori che viene spartito in base ai punti guadagnati, quindi soprattutto red bull, mclaren e ferrari rinunciano a dei soldi.

  7. Faber

    8 giugno 2011 at 15:08

    è propio ora di andare in pensione caro Bernie…

  8. Cobra

    8 giugno 2011 at 15:35

    Ben ti sta, lurido vecchio mangiasoldi che non sei altro, visto che non ti sei fatto molti problemi riguardo i possibili rischi di attentati e l’incolumità delle persone che lavorano nel circus, saresti capace di mandare a fare la vita anche alle tue care pur di non rimanere senza un centesimo, VERGOGNATI, VECCHIO PORCO CHE NON SEI ALTRO!!!

    http://it-it.facebook.com/pages/Kamui-Kobayashi-in-Ferrari/161308723931986

  9. Alessandro Secchi

    8 giugno 2011 at 17:02

    Il nonno di Harry Potter forse ha capito che è meglio rinunciare ai quattrini…speriamo per una volta che si usi la testa e non il portafoglio come riferimento.

  10. Spy Blog

    8 giugno 2011 at 18:33

    Ha fatto tanto casino, alla fine ha visto che le squadre non ci vanno, quindi adesso ha voltato la frittata, vedrete che sarà il primo a sostenere di non andare… allucinante!

  11. MikeCTF (tifoso Ferrari)

    8 giugno 2011 at 19:23

    @Alessandro Secchi

    AHAH il nonno di Harry Potter!!

    Ma posso usarla anche io o è coperta da copyright?!? 😀

  12. MikeCTF (tifoso Ferrari)

    8 giugno 2011 at 23:16

    Grande!!

    Attendiamo con ansia le pillole!! Se no si va in astinenza!!

  13. r.strauss

    9 giugno 2011 at 16:20

    se ha detto così vuol dire che i team sono quasi tutti concordi nel non correre la.

    Bernie si sarà trovato all’angolo e per non creare caos e mettersi contro le squadre ha preferito rinunciare nonstante i soldi che ci rimette … ricordiamoci che il contratto è in scadenza e se Bernie fa arrabbiare la FOTA si ritrova con un pugno di mosche …

    non penso lo abbia fatto per rispettare le violazioni dei diritti umani del governo.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati