Ecclestone propone di congelare solo i motori Mercedes, Horner rifiuta

La Red Bull chiede pari condizioni per tutti i motoristi

Ecclestone propone di congelare solo i motori Mercedes, Horner rifiuta

Una proposta estrema per riequilibrare le prestazioni dei diversi motori di F1 non ha il supporto nemmeno della Red Bull, team di punta della Renault, il motorista che ha sofferto di più il passaggio ai motori V6 turbo. La casa francese e la Ferrari non hanno ancora raggiunto il livello della Mercedes e stanno puntando ad un alleggerimento della regola sul congelamento dei motori chiedendo la possibilità di sviluppare le power unit durante la stagione.

Bernie Ecclestone ha proposto a sua volta una misura più estrema: vietare solo alla Mercedes di non sviluppare il suo motore.

Ma Christian Horner, boss della Red Bull Racing, non si è detto d’accordo: “Le condizioni dovrebbero essere le stesse per tutti. La Mercedes dovrebbe continuare a poter sviluppare nelle stesse modalità concesse agli altri motoristi”. Tuttavia Horner è tornato a criticare la Mercedes che finora ha bocciato tutte le proposte dei rivali per un ammorbidimento della regola sul congelamento dei motori ad inizio stagione: “La Mercedes è stata ricompensata con il titolo mondiale. Ma non capisco perchè non dovremmo avere la possibilità di recuperare. Non sarebbe positivo per lo sport se questo dominio durasse anni e anni senza dare agli altri la possibilità di avvicinarsi” ha aggiunto Horner.

Ecclestone propone di congelare solo i motori Mercedes, Horner rifiuta
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

13 commenti
  1. umberto

    19 novembre 2014 at 16:41

    il vecchio peggiora sempre di più con le sue proposte bizzarre se si propone una regola è giusto che ci sia l’accordo unanime di tutte le squadre non è giusto penalizzare una squadra che ha lavorato bene in inverno per favorirne altre(redbull e ferrari)ma non è neanche giusto non permetter alle altre squadre di migliorare la propria power unit.speriamo che nel 2015 le regole per i motori cambino altrimenti potremo assistere a un dominio mercedes per molto tempo cosi come lo è stto quello dela redbull dal 2010 al 2013 speriamo proprio di no

    ciao e forza ferrari

  2. maxdi

    19 novembre 2014 at 17:55

    ma come gli possono venire certe idee

  3. Francesco

    19 novembre 2014 at 19:24

    ATTENZIONE alla frase detta da Chris Horner!!!!!!!!!!

    “…Ma non capisco perché non dovremmo avere la possibilità di recuperare. Non sarebbe positivo per lo sport se questo dominio durasse anni e anni senza dare agli altri la possibilità di avvicinarsi…”

    Ma questo negli ultimi quattro anni dove caxxo è stato!!!!!!!!!!!!!!!

    • -Leon-

      20 novembre 2014 at 09:56

      non mi sarei mai sognato di prendere le parti della RB ……..

      è vero che la RB negli ultimi 4 anni ha vito e dominato i campionati, però lo ha fatto con soluzioni lecite o pseudolecite, con un vantaggio avuto da una perfezione dell’efficenza aerodinamica, settore nel quale gli altri potevano operare tranquillamente e cercare di mettersi in pari, che poi non ci sono riuscite problemi loro.

      ma qui si parla di una componente che non può essere modificata ne migliorata, quindi tra il dominio RB e quello mercedes il paragone non può essere fatto.

      Buona F1 a tutti e sempre forza FERRARI

      • ChrisAmon

        20 novembre 2014 at 10:13

        Hai perfettamente ragione. Le due situazioni non possono essere neppure lontanamente paragonate.

      • Mr.Qppo

        20 novembre 2014 at 15:11

        In realtà, se non ricordo male, le deroghe concesse per motivi di sicurezza riguardavano le mappature del motore.
        Non una soluzione prettamente aerodinamica ma al più un connubio fra le due aree.

        Pertanto tale soluzione, per quanto fosse concesso replicarla anche sulle altre vetture, di contro comportava un impegno estremo sia tecnico che economico rendendolo di fatto non realizzabile su un progetto di una durata relativamente breve.

  4. ILLINOISF1

    19 novembre 2014 at 19:37

    Penso che l’idea di congelare solo il sviluppo del motore Mercedes, sia la soluzione più inteligente é comprensibile che si può trovare, per mantenere i costi della f1 (gia elevati) é nello stesso tempo riequilibrare il campionato, in breve tempo!!!
    Anche sé le squadre dovesse trovare un accordo di sviluppare i power unit, senza un limite di tempo, la Mercedes secondo me, dominerà ancora per un altro anno, o due, non so questo é nel interesse di tutti? ?

    • hero

      20 novembre 2014 at 08:40

      Ma cosa dici,sarebbe una follia,e i pricipi dello sport e delle pari opportunità dove vanno a finire!Certo la Mercedes dovrebbe ammorbidirsi sullo scongelamento dei motori ma questo è troppo…

    • Mr.Qppo

      20 novembre 2014 at 10:08

      Si penso anche io sia la soluzione più intelligente.

      Anzi, visto che stiamo a darci botte di intelligenza ad alzo zero, proporrei, dato che la Mercedes con lo sviluppo bloccato spenderà molto meno degli altri, di obbligarla a dare il proprio contributo economico agli altri team per colmare il gap tecnico.

  5. cpJack

    20 novembre 2014 at 10:18

    secondo me non bisognerebbe bloccarla ma soltanto dargli meno possibilita per fare in modo che gli altri recuperino , altrimenti piena liberta per tutti

    • maxdi

      20 novembre 2014 at 14:52

      Quando l’anno scorso alla RB avevano problemi con le gomme, chiedevano ad alta voce di tornare a quelle dell’anno prima, ma lo chiedevano per tutti non solo per loro(cambiamento che poi è avvenuto per, diciamo così, motivi di sicurezza.Quindi se una regola viene inserita in formula1 deve essere uguale per tutti sia essa a vantaggio o svantaggio di tutti.Penso che non avrebbe alcun senso favorire o sfavorire un solo team, pertanto auspico piena libertà x tutti.Così magari chi ha fatto una cretinata può metterci una pezza e chi ha investito tanti soldi può farli fruttare in pista e non al banco.

  6. Alecx

    20 novembre 2014 at 10:35

    Credo che anche con le regole attuali i progettisti siano in grado di raggiungere la Mercedes. Poter sviluppare il 48% delle parti del motore non è cosa da poco. Credo che l’anno prossimo il vantaggio della PU Mercedes sarà molto ridotto. Ci sono stati cicli di vittorie di 3-4 anni da parte di altre squadre, se la Mercedes ha lavorato meglio con le stesse regole per tutti, che restino cosi e si impegnino gli altri.

    Altrimenti, bisogna finirla con questo fatto di limitare i costi, le due cose insieme non sono conciliabili.

  7. Marsico

    20 novembre 2014 at 16:07

    La mercedes non vuole lo scongelamento, e questo sarebbe normale dal punto di vista sportivo poiché chi lavora meglio è giusto che abbia i meriti.
    ma mi chiedo:
    i test illegali fatti “per le gomme” sono stati solo per le gomme??
    ci sono filmati con il sonoro per capire che tipo di motore hanno utilizzato??
    Può sembrare logico che tre costruttori partendo “insieme” nella progettazione arrivino al traguardo con un gap così elevato da parte di uno solo???
    Forse avrò la coda di paglia ma mi sembra di ricordare che i tedeschi prima di quel famoso test avevano urlato ai 4 venti che avevano intenzione di lasciare o sbaglio..e dopo non ne hanno più parlato…come mai mi chiedo se era loro intenzione lasciare e l’hanno urlato anche???

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Ecclestone dubbioso su Miami

"Non si tratta di soldi, ci sono altri problemi"
Bernie Ecclestone si è interrogato sul fatto che Liberty Media sia in grado di aggiungere Miami al calendario di Formula