de la Rosa: “La F1 dovrebbe applaudire la Pirelli”

de la Rosa: “La F1 dovrebbe applaudire la Pirelli”

Pedro de la Rosa crede che bisognerebbe congratularsi con la Pirelli per il lavoro svolto al fine di rendere più interessanti le gare in F1.
L’azienda italiana è stata criticata per il degrado delle sue gomme, che costringe i piloti a fare un maggior numero di pit stop, e per i riccioli di gomma che si staccano dalle coperture.

Il pilota spagnolo, test driver alla McLaren e prima tester Pirelli, ha dichiarato all’agenzia EFE: “Bisognerebbe applaudire la Pirelli per l’alto degrado delle sue gomme, perche’ rappresenta un bene per lo show.”
Fernando Alonso è solo l’ultimo pilota a essersi lamentato dei riccioli di gomma che non solo finiscono anche nel cockpit, ma che si posano sulla traiettoria ideale, provocando lo scivolamento delle vetture.
Sembra che l’uscita di pista avuta da Petrov a Sepang sia proprio stata causata dai residui di gomma, che avrebbero fatto scivolare la sua Lotus Renault.
“Sepang è una pista con grandi vie di fuga, ma sono preoccupato per circuiti come Monaco, Montreal e Singapore”, ha dichiarato Alonso.
Pirelli ha smentito le voci di pericolo per gli spettatori, affermando che anche nei tracciati cittadini i riccioli di gomma non volano così lontano da raggiungere il pubblico. Allo stesso tempo, ha ribadito di ascoltare attentamente le osservazioni fatte dai team.

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

11 commenti
  1. KKK75

    14 Aprile 2011 at 13:44

    ..beh han fatto cio che veniva chiesto…gare tipo ABU DHABI..non devono piu’ esistere…una vergogna per la f1..ben vengano ALA MOBILE e PIRELLI!!!

  2. luca86

    14 Aprile 2011 at 13:50

    in realta abu dhabi ha tantissimi rettilinei e anche larghi,quindi e’la dimostrazione che e’l’aerodinamica il problema.spero che la modifica del tracciato non dara’ risultati,cosi todt forse ragionera’almeno un attimo

  3. KKK75

    14 Aprile 2011 at 13:53

    ..infatti non ho detto il circuito di ABU DHABI…ma la gara…e sono d’accordo con te..l’aereodinamica e regole sbagliate…

  4. giov

    14 Aprile 2011 at 15:26

    Se ci sono curve molto lente che richiedono molto carico non te ne fai niente di lunghi e larghi rettilinei!

  5. Fernando

    14 Aprile 2011 at 15:27

    Il problema dei sorpassi in F1 è nato dopo l’introduzione del fondo scalinato, presi dall’incidente di Senna. Ma il fondo piatto con quell’incidente non ha nulla a che vedere, tutt’altro, e le macchine che vengono a contatto con le ruote continuano a decollare come caccia.
    Le regole sono stupide ed inconcludenti, basterebbe molto poco per avere gare interessanti senza ali mobili, kers e gomme-pastafrolla.
    Ali piccolissime,fondo vettura nuovamente determinante, perché l’unica parte insensibile all’effetto-scia, gomme che non devono essere sostituite per tutta la gara(!).
    Allora si che si divertirebbe, proprio come i bei tempi andati.
    I costi? Non cambiare il motore, lasciare gli attuali V8 consentendo una sola evoluzione drastica che permetta a tali unità di uniformarsi con i tempi e di far durare una sola unità tutta la stagione agonistica (come in GP2/3 e le serie statunitensi).
    Per la Pirelli… ha fatto quel che le han chiesto: mi sembra ovvio che più la gomma si degrada, più riccioli la pista accumula, ma considerarli proiettili pericolosi per il pubblico/piloti mi sembra eccessivo. Magari per la meccanica si, ostruiscono i radiatori…

  6. KKK75

    14 Aprile 2011 at 16:14

    FERNANDO…e’ tecnicamente impossibile cio’ che dici..per mille motivi..primo la sicurezzza… la percorrenza in curva sarebbe gravemente compromessa ma sicuramente bisogna ridurre l’effetto aereodinamico..tipo aumnetando il grip meccanico..partendo dai cerchi delle gomme che oggi sono da 13..che almeno siano da 16..aumenterebbe l’appoggio nelle curve…poi cambiare i motori..con una potenza maggiore..si risolve con dei 3000 turbo da 900 cv che durino almeno 5000 km..piu o meno 5 gare, ed overboost per i sorpassi…..

  7. VelocitàMassima

    14 Aprile 2011 at 16:16

    I proiettili pericolosi sono ben altri. Ho letto in giro che una vettura ha perso una zavorra di tungsteno che ha colpito e perforato la Sauber di Perez, miracolosamente illeso.
    Poi ci si lamenta dei riccioli di gomma…

  8. Paolo93

    14 Aprile 2011 at 16:48

    Sono d’accordo con KKK75 quando dice che si deve diminuire il carico aerodinamico e aumentare il grip meccanico, ma si potrebbe aumetare anche l’effetto suolo, aumentando le dimensioni del diffusore, che, in curva, non risente della scia di una macchina che precede. Per i cerchi delle gomme so che tra qualche hanno si dovrebbe passare a quelli da 18 pollici.

  9. vincenzo

    14 Aprile 2011 at 16:48

    Più che gomme per una gara intera le farei sicuramente più durature di quelle attuali, toglierei l’obbligo di montare le due mescole e imporrei un minor numero di meccanici ai box per cambiare le gommein modo che i pit diventino più lunghi e siano scoraggiati. Poi chi è bravo finisce la gara senza cambiare o cambiando una sola volta (a seconda che il circuito si mangi o meno le gomme) chi non ci riesce si ferma ai box e perde una sacco di tempo. Siamo effettivamente passati da un eccesso all’altro: l’anno scorso le supersoft duravano tutta la gara, quest’ anno le hard durano a mala pena 20 giri.

  10. AlexMC12

    14 Aprile 2011 at 17:06

    @paolo93 Ma l’aumento dell’effetto suolo riceverebbe critiche negative per via della sua scarsissima sicurezza,basti pensare al famomo esempio in cu una vettura da F1 degli anni ’80 se prendeva un sassolino durante la percorrenza di una curva decollava irrimediabilmente.
    Sono d’accordo invece con il diminuire le dimensioni delle 2 ali principali (in particolar modo quella anteriore che oggi rappresenta l’elemento più largo della vettura) perchè troppo determinanti in pista.

  11. KKK75

    14 Aprile 2011 at 17:22

    ..beh se non ricordo male l’effetto suolo puo’ diventare pericoloso se si azzera la distanza da terra..concordo nel diminuire l’ala frontale..ma al momento attuale il DRS. e un ottima soluzione…ad abu dhabi l’anno scorso alonso non sarebbe rimasto dietro a petrov, quella gara e’ stata una vergogna per la f1…un campionato deciso dall’ostruzionismo di un comprimario..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati