Wendlinger: “Raikkonen può insidiare Alonso”

Anche per Brundle il finnico impressiona per la fame di vittorie

Wendlinger: “Raikkonen può insidiare Alonso”

L’ex pilota di F.1 Karl Wendlinger ha ammesso di essere stato colpito dal ritorno di Kimi Raikkonen in F1 nel 2012. Dopo aver saltato due stagioni per correre nei rally mondo e nella formula Nascar, l’ex ferrarista ora alla Lotus è tra i piloti in corsa per il Mondiale.

“E’ tornato ad un livello molto alto”, ha spiegato l’austriaco, che ha corso con la Sauber a metà degli anni ’90, all’emittente Servus TV. “Dopo una pausa di due anni tornare ad avere un sacco di podi è notevole, è già sensazionale quello che ha fatto. Lui è ancora molto veloce in gara e sicuramente avrà modo di conquistare le vittorie a cui ambisce. Penso che Raikkonen in quinta posizione possa ancora lottare per questo campionato”.

Wendlinger, anche in riferimento a Lewis Hamilton, ai due piloti Red Bull e al leader di Fernando Alonso, lo considera un pilota in grado di essere la sorpresa della stagione: “Kimi non è stato campione del mondo per niente, il suo stile non è forse il migliore, ma chi sa combattere con le temperature che abbiamo visto in Ungheria fino all’ultimo giro deve essere in buone condizioni e può costituire la sorpresa per il titolo”. Anche Martin Brundle, pure lui un ex grande pilota di F1 e ora commentatore per Sky, ha ammesso che è stato colpito da Raikkonen: “Sul podio aveva la faccia come chi si sveglia di lunedì e vede un mattino di pioggia”, scherza Brundle per l’espressione corrucciata del finnico dopo aver perso la vittoria in Ungheria. “E impressiona davvero vedere come se la sia presa per il secondo posto: segno che da ogni punto di vista è un ritorno di grande successo”, ha concluso il britannico.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

21 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati