Vettel ammette la tensione nel rapporto con Webber

Vettel ammette la tensione nel rapporto con Webber

Le scaramucce erano iniziate in Turchia ma a Silverstone le cose hanno preso una brutta piega tanto che Vettel adesso parla di rapporti tesi con il compagno di team. La questione dello scambio di ala e le relative polemiche a mezzo stampa di Webber hanno compromesso il rapporto tra i due piloti ma un primo scontro tra i due risale già al 2008, quando un tamponamento di Vettel ai danni di Webber fece tuonare l’australiano contro la Baby Formula Uno.

Attraverso il quotidiano Der Spiegel Vettel ha detto: “C’è una certa distanza tra noi adesso. La priorità rimane il team ma i piloti di solito vedono le cose in maniera ostinata, ed è questo il caso. Lavoriamo insieme dove possiamo per far progredire la squadra e sviluppare la vettura ma ognuno è concentrato su se stesso per trarne il massimo vantaggio”.

Webber intanto avverte della possibilità che il rapporto peggiori nei prossimi mesi qualora i due si trovassero a battagliare per le posizioni di testa del mondiale: “Chi lo sa come andranno le cose. Nei prossimi mesi se saremo ancora in lotta per la parte alta della classifica, i rapporti potrebbero diventare più tesi fra di noi”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

16 commenti
  1. D-Lord

    20 Luglio 2010 at 16:20

    Fatti onore! (Wbber intendo)

  2. kimi F1

    20 Luglio 2010 at 17:19

    vettel lo fa proprio apposta vuole togliersi di mezzo webber a tutti i kosti

  3. albi

    20 Luglio 2010 at 17:44

    Forza Seb, hai fatto volare e vincere una Toro Rosso…
    Sei il migliore!!!

  4. JD

    20 Luglio 2010 at 21:09

    si, Vettel ha fatto vincere una Toro Rosso che con Bourdais si qualificava in seconda fila, era una macchina perfetta quella, soprattutto sul bagnato, i cordoli di Monza li mangiava, niente di straordinario da parte del pilota.

  5. SEZAR

    20 Luglio 2010 at 22:32

    Il migliore é un parolone ahahahahahahaha

  6. Nicola Fa.

    21 Luglio 2010 at 08:31

    Bene bene…Speriamo sia Vettel a mangiare la ghiaia delle vie di fuga

  7. Max

    21 Luglio 2010 at 08:35

    Magari sbaglio, ma da quelle che sono le avvisaglie ho la netta impressione che più si va avanti con questa storia più il cocco di helmut marko sia sull’orlo di una imminente crisi di nervi!
    Il fatto è che vettel è stato tirato sù un pò alla stessa maniera di alonso, ovvero essendo sempre spudoratamente favorito rispetto ai propri compagni di squadra. E in ragione di questo (anche se comunque è un discreto talento) il signorino s’è montato un pò troppo la testa e si era autoconvinto di essere il migliore. Peccato che le sta buscando da webber che anche se un tipo molto tosto e veloce non è un campionissimo, quindi…
    In sintesi tra i due litiganti il terzo gode, e indovinate chi è il terzo??

  8. Webberfan

    21 Luglio 2010 at 09:52

    Preciso che era il Fuji del 2007.
    Anche li Webber fu un gran signore.
    E comunque i rapporti tra i due dal quel fatto non sono mai stati amichevoli.
    Il viziato poi da del matto (Istanbul) al compagno quando dovrebbe farsi un esame di coscenza

  9. FRANCESCO

    21 Luglio 2010 at 11:46

    mi dispiace per vettel e webber ma quest’anno va a finire male per loro!!!

  10. Luca

    21 Luglio 2010 at 12:32

    Non è detto…almeno fino a quando la red-bull sarà la macchina da battere!

  11. Rocky

    21 Luglio 2010 at 13:11

    Vettel in Red Bull è il cocco di Helmut Marko come Hamilton lo è di Ron Dennis, infatti stanno trattando Webber come Alonso in Mclaren.

    questi sono ragazzi che seppur con un buon talento, si montano la testa spesso e volentieri, perchè sin da piccoli abituati ad avere sempre i mezzi migliori con delle grandi case alle spalle, oltre a godere dei chiari favoritismi sui propri compagni di squadra.

    il pioniere di questo modo di crescere è stato Hamilton con la Mclaren, adesso stan venendo su altri ragazzi anch’essi un pò “viziati” come Vettel, poi trovano il Webber di turno, pilota veloce che non ci sta ai favoritismi interni, e quindi scoppiano i casini, spero per loro che non si fanno fregare il mondiale come in Mclaren nel 2007.

  12. Rocky 2

    21 Luglio 2010 at 13:49

    Vettel in Red Bull è il cocco di Helmut Marko come Hamilton lo è di Ron Dennis, infatti stanno trattando Webber come Alonso in Mclaren.

    questi sono ragazzi che seppur con un buon talento, si montano la testa spesso e volentieri, perchè sin da piccoli abituati ad avere sempre i mezzi migliori con delle grandi case alle spalle, oltre a godere dei chiari favoritismi sui propri compagni di squadra.

    il pioniere di questo modo di crescere è stato Hamilton con la Mclaren, adesso stan venendo su altri ragazzi anch’essi un pò “viziati” come Vettel, poi trovano il Webber di turno, pilota veloce che non ci sta ai favoritismi interni, e quindi scoppiano i casini, spero per loro che non si fanno fregare il mondiale come in Mclaren nel 2007.

  13. Clary

    21 Luglio 2010 at 16:21

    vedo che la campagna mediatica anti vettel continua e ha sempre più effetto XD

  14. Daniele

    21 Luglio 2010 at 16:49

    No no..aspettate, Vettel NON E’ stato ‘creato’ red bull, ma in BMW, ed in toro rosso correva col cartellino BMW.
    Mario Theissen fu aspramente contestato per esserselo fatto soffiare da Marko per tenere Kubica, ma il dubbio ci rimarra’ sempre: fu una svista di Theissen o aveva capito che il tedeschino non ha le qualità che possiamo trovare in Kubica?

  15. danowski

    21 Luglio 2010 at 21:00

    condivido tutto quello che avete scritto, ma a me risulta che Vettel era fin dai kart nel bacino di piloti della redbull, un po come hamilton fu in mclaren, e non dimentichiamo che a detta di tutti li dentro il ragazzino andava forte e ha vinto tanto prima di arrivare li.
    Questo è un dato di fatto.
    L’altro dato è che webber, giudicata l’eterna promessa fino ad oggi, sta girando meglio di vettel, e in gara ha dimostrato al giovane che se vuol vincere il campionato deve essere più veloce di lui. Questo ha creato non pochi problemi. Ma non di guida chiaramente.

    io la vedo così

  16. Eg

    21 Luglio 2010 at 22:55

    Che facciano la fine della McLaren con Alonso e Hamilton? La lezione è abbastanza recente e in Red Bull dovrebbero ricordarla ancora!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati