Vendita F1, Ecclestone: “Mi hanno chiesto di restare per altri tre anni”

Il patron del Circus rimane AD della F1 anche dopo il passaggio di proprietà a Liberty Media

Vendita F1, Ecclestone: “Mi hanno chiesto di restare per altri tre anni”

Dieci anni fa, quando la società britannica CVC Capital Partners diventò proprietaria della Formula 1, Bernie Ecclestone aveva 76 anni e guidava il Circus da quasi quaranta, dopo averne acquistato i diritti commerciali e televisivi alla fine degli anni Settanta.

Ora che è stata ufficializzato un nuovo passaggio di proprietà, con la vendita da parte di CVC al colosso americano Liberty Media, Bernie di anni ne ha quasi novanta, ma ancora una volta non si schioderà dal suo posto. E’ lui alla fine il vero padrone della Formula 1, almeno nell’immaginario collettivo e di coloro che non masticano di pacchetti azionari e quotazioni di Borsa. Uomo immagine di un Circus moderno che soffre da anni di un calo di ascolti, ma che sopravvive nel cuore dei milioni di tifosi sparsi in tutto il mondo.

Nonostante le nuove investiture a seguito dell’acquisto da parte di Liberty Media – Chase Carey sarà il nuovo presidente della Formula 1 – ai vertici sembrano dunque tutti d’accordo sul fatto che Mr E rimanga dov’è.

“Vogliono che rimanga per altri tre anni”, ha commentato Ecclestone poco prima dell’uscita del comunicato stampa degli americani, in cui è scritto che l’imprenditore britannico continuerà a essere l’amministratore delegato della Formula 1. Proprio in vista dell’ufficializzazione dell’affare, Ecclestone aveva inoltre anticipato la sua assenza dal prossimo GP di Singapore. “CVC vuole che resti a Londra durante questo intenso periodo, per aiutarli con ogni genere di cose. Non posso permettermi di stare lontano cinque o sei giorni ora”.

Ad accordo avvenuto, Bernie ha quindi dichiarato: “Sono felice di dare il benvenuto in Formula 1 a Liberty Media e a Chase Carey. Non vedo l’ora di lavorare con loro”.

L’arrivo di un colosso dei media della comunicazione e dell’entertainment quale Liberty Media, dovrebbe dare una nuova spinta all’immagine della Formula 1 sui canali social, dove Ecclestone non si è particolarmente impegnato in questi ultimi anni. “Carey – attuale vice presidente alla 21st Century Fox – può fare molte cose che io non ho fatto in termini di utilizzo dei social media, dove lui sembra avere molti contatti. Ha gestito le sponsorizzazioni con gente della TV. Andremo d’accordo su questo punto di vista”, ha concluso Ecclestone.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. 12cilindri

    8 Settembre 2016 at 15:07

    oh no la mummia ancora per altri tre anni!!!

  2. osj

    9 Settembre 2016 at 16:23

    Vogliono conquistare nuovi fans giovani lasciando al comando un vecchio con idee…vecchie, questi partono già azzoppati visto l’emorragia di pubblico di questi ultimi anni a causa di gare noiose che sono colpa in parte di Ecclestone e in parte della FIA…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati