Un sistema di riscaldamento delle gomme alla base della vittoria di Hamilton in Canada

Il dt Lowe: "Abbiamo capito solo il 30% delle Pirelli"

Una serie di innovazioni hanno agevolato il'inglese leader del Mondiale ma al tempo stesso hanno pesantemente penalizzato Button, a causa dell'eccessiva temperatura delle gomme
Un sistema di riscaldamento delle gomme alla base della vittoria di Hamilton in Canada

La McLaren ha inventato un sistema innovativo che consente a Lewis Hamilton di essere il pilota più veloce al momento in F1. La rivista tedesca tedesca Auto Motor und Sport ha svelato l’arcano, spiegando come questo dispositivo funziona.

Con la collaborazione del celebre illustratore Giorgio Piola, il periodico ha svelato che il team inglese sta utilizzando un sistema che controlla il flusso di calore dai verso i pneumatici Pirelli. Così, in una stagione in cui uno o due gradi di temperatura possono portare una gomma fuori dalla piccola finestra di funzionamento, il trucco della McLaren è stato definito “geniale” dal giornalista tedesco Tobias Gruner. I meccanici del team di Woking sono in grado di regolare il sistema frenante posteriore ai box con un cacciavite: il sistema è situato in prossimità dell’abitacolo. La regolazione influisce sull’impianto frenante posteriore, e il calore che si ha in frenata serve per mandare in temperatura le gomme. Questo meccanismo facile e immediato da regolare sarebbe la chiave delle prestazioni di Hamilton in qualifica in Spagna e in gara a Montreal.

Ma non è tutto oro quel che luccica. Se alla McLaren si è scelto di avvantaggiare lo stile di guida di Hamilton, il dispositivo ha messo in crisi Jenson Button, che sta soffrendo forse il più brutto momento nella sua carriera in F1. Tutto nasce dopo il GP di Cina, quando la FIA aveva vietato che la McLaren potesse utilizzare il naturale margine di flessibilità degli alettoni per favorire l’aerodinamica. La tolleranza della FIA non era tale da consentire alla scuderia inglese di sfruttare questa flessibilità e la sostituzione degli alettoni, un cambiamento apparentemente minore, ha avuto importanti implicazioni sulle prestazioni di Button. Le successive modifiche tecniche del team, tra cui il muso alto e la geometria modificata della sospensione posteriore, hanno ancora aiutato Hamilton, perché uniti al sistema di riscaldamento delle gomme sembrano eccessivamente degradare le coperture quando guida Button. “Il problema è molto complesso”, ha detto il direttore tecnico Paddy Lowe. “La nostra macchina è valida, deve solo essere impostata alla perfezione. La chiave di tutto sono le misteriose Pirelli: direi che abbiamo capito il 30 per cento del loro funzionamento”, ha ammesso il capotecnico della McLaren.

Lorena Bianchi

Un sistema di riscaldamento delle gomme alla base della vittoria di Hamilton in Canada
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

45 commenti
  1. Franz Iacobelli

    15 giugno 2012 at 13:35

    Ma in che consiste questo dispositivo?
    Non si può applicare sol all’auto di Hamilton?

    • Mattia

      15 giugno 2012 at 14:20

      In teoria un dispositivo del genere dovrebbe sfavorire più Hamilton che Button, visto che la guida aggressiva del primo dovrebbe già tendere a surriscaldare le gomme.

      • Federico Barone

        15 giugno 2012 at 19:53

        È ciò che ho pensato anch’io…

      • Ale

        17 giugno 2012 at 12:22

        tua madre succhia uccelli!

      • lettore

        17 giugno 2012 at 16:26

        @redazione
        per il commento dell’utente ale non si può proprio far nulla oltre a far pubblica la sua stupidità?

  2. Fernando

    15 giugno 2012 at 13:36

    … la McLaren non rientrava nei parametri di flessibilità degli alettoni e dalla Cina li ha dovuti cambiare…
    Vedremo adesso chi dice che a barare è solo la RedBull…

    • Paolo (Mclaren)

      15 giugno 2012 at 14:08

      fino a prova contraria la Red Bull non ha barato, fino a quando qualcuno non ti dice che quel particolare è vietato la macchina è in regola, quando giocavo a calcio mi hanno sempre detto che è fallo se lo fischia l’arbitro, che poi la Fia faccia delle brutte fignure a riguardo a decisioni su cosa è regolare o meno e sulla poca chiarezza dei regolamenti è tuttaltro discorso.

    • lettore

      15 giugno 2012 at 14:58

      nessuno bara ne! mclaren n red-bull tutti (anche ferrari? si il punto di domanda ci stà ulltimamente sembravano dormire) fanno al limite talvolta ci provano andando più in là vedi red-bull che fanno i finti tonti facendo audience mclaren stanno zitti e salta fuori un po’ di tempo dopo

  3. Federico Barone

    15 giugno 2012 at 13:36

    URCA!

  4. Gianni (tifoso Ferrari)

    15 giugno 2012 at 13:38

    Ingegneristicamente parlando le gomme sono una bella sfida (alla pari) per tutti i team, però è un po frustrante che le prestazioni dei piloti siano cosi pesantemente condizionate dalla finestra di temperatura cosi ristretta…

  5. Francesco

    15 giugno 2012 at 13:39

    delle pirelli l’unica cosa buona è che c’è imprevedibilità però gli “animali da gara” devono limitare il loro talento per preservarle

  6. giovanni

    15 giugno 2012 at 13:59

    Consiste in delle saracinesche poste su cestelli dei freni, più si aprono e più la gomma si scalda, in più con una semplice cacciavite durante i pit stop è possibile regolarne l’apertura in modo rapido.

  7. giovanni

    15 giugno 2012 at 14:12

    Solo che è da un bel pò che lo montano e guarda caso hanno avuto dei pit-stop non felici, anche se stupisce che la FIA non glie lo blocchi visto che del resto come i mozzi red bull, rendono l’impianto di raffreddamento dei freni utile ad altri scopi.
    Forse un altra bella zona grigia?

    • Mattia

      15 giugno 2012 at 14:22

      Credo che vengano considerati regolari, perché non sono un’appendice aerodinamica.

    • Paolo (Mclaren)

      15 giugno 2012 at 14:28

      la questione dei mozzi della Red Bull non sono stati considerati inregolari perchè avevano una funzione secondaria qualsiasi, cioè se erano usati (ipotesi assurda) anche per aiutare il sistema di raffreddamento del motore nessuno gli poteva dire niente, ma visto che sulla macchina non ci possono essere dispositivi aerodinamici mobili ( escluso drs) e i mozzi red bull avevano una evidente caratteristica aereodinamica sono stati vietati.

      i dispositivi aerodinamici mobili sono stati vietati dopo che in un grampremio a monza ( non so l’edizione precisa ma mi pare anni ’70) un pilota andò in confusione e tenendo l’alettone posteriore in configurazione con poca resistenza in curva ed con tanta resistenza e più carico in rettilineo creando ovviamente pericolo, l’anno dopo vennero vietate tutte le appendici aerodinamiche mobili,

      • lettore

        15 giugno 2012 at 14:59

        l’anno mi sembra il 69 nel 70 non ertano abolite le appendici mobili?

      • Paolo (Mclaren)

        15 giugno 2012 at 16:16

        si ho poi cercato informazioni sembra essere avvenuto tra il 69 e 70 con l’apparizione dei primi alettoni sulle monoposto

      • lettore

        15 giugno 2012 at 18:23

        esatto in spagna se non erro ci fu un casino

    • lettore

      15 giugno 2012 at 15:09

      allora all’impianto così configurato non si applica l’articolo sulle appendici aerodinamiche perchè l’impianto frenante non ha funzione aerodinamica
      non si tratta quindi nenche di zona grigia del regolamento perchè il regolamento non dice che ogni parte deve avere un’unica funzione (mi sembra assurdo al giorno d’oggi dire 1 parte 1 funzione ma forse sarò io troppo tecnologico)
      perchè l’impianto non è aerodinamico? perchè non fa parte dei flussi della vettura cioè non convoglia il flusso d’aria in un modo tale da favorire la penetrazione o la turbolenza del flusso, convoglia temperatura… ora uno potrebbe dire la temperatura ha bisogno di un mezzo di propagazione ed effettivamente la propagazione sembra avvenire per contatto e non per irradazione o convezione che andrebbe a scomodare per l’appunto i flussi aerodinamici.
      spero di essermi spiegato bene.
      la defezione di button non la attribuirei molto a questa soluzione tecnica quanto al cambio dell’attone anteriore anche se potrei errare in ciò … ma guardando le sue difficoltà e lo spiattellamento delle gomme anteriori sembrerebbe che soffre appunto all’anteriore mentre da quanto ho capito il riscaldamento è per le gomme posteriori

      • Mattia

        15 giugno 2012 at 16:40

        Per quanto riguarda i continui spiattellamenti di Button in Canada, forse il problema era dovuto più a un assetto troppo rigido che alle gomme troppo calde.

      • lettore

        15 giugno 2012 at 18:33

        infatti il suo problema è dovuto all’alettone anteriore diverso le gomme col termosifone sono quelle posteriori

  8. Paolo (Mclaren)

    15 giugno 2012 at 14:17

    come trovata mi pare intelligente con Hamilton, ma se su button non va provare a non usarlo non si puo? ( come diceva anche Franz Iacobelli)

    spiegata cosi questo dispositivo mi sembra regolare, dalla spiegazione data dalla rai sembrava invece che il dispositivo veniva comandato dai box durante il giro, cosa vietata.

    ora bisognera vedere fra quanti gran premi la fia dirà che è una soluzione inlegale; io dico che diventera inlegale dal gp d’italia e per voi?

    • lettore

      15 giugno 2012 at 15:16

      certo che si può provare a non usarlo…
      cmq come ho scritto prima (post sopra)
      1 button mi sembra soffrire all’anteriore poi chi non è d’accordo per favore mi dica e parte una sana discussione ho detto mi pare e quindi se mi fate notare qualcosa che non ho visto piuttosto di un pollice verso mi fate un favore e fate un favore a voi stessi

      2 difficilmente può essere illegale per il fatto che non ha riscontri aerodinamici proprio all’opposto dei buchi della red-bull o più evidentemente dall’alettone anteriore mclaren fino in cina

      • Paolo (Mclaren)

        15 giugno 2012 at 16:29

        lettore sul punto 2 si è vero dal punto di vista aerodinamico non vedo inregolarità, ma forse in altri punti del regolamento c’è qualcosa che lo vieti per l’alettone Mclaren ci hanno messo 3 gp la red bul forse anche 7 gp ( non ricordo se era cosi dal’inizio o è stato introdotto 3/4 gp fa) e poi come è sucesso in passato vedi il caso degli scarichi soffiati che sono stati considerati inlegali per una sola gara dalla Fia mi aspetto di tutto quando qualcuno trova qualcosa di diverso da poter utilizzare

      • lettore

        15 giugno 2012 at 18:36

        @paolo(mclaren)
        se ci fosse qualcosa che lo vieta tranqui che mazzoman l’avrebbe già scoperto
        l’alettone mclaren è durato 2 gare
        il buco della red-bull non c’era da subito da quanto ho capito ma non ci giurerei
        sula fia purtroppo hai ragione

    • Luca

      18 giugno 2012 at 12:40

      Conoscendo la maFIA il sistema diventerà illegale quando la mc andrà forte.

  9. polemiche gratuite online

    15 giugno 2012 at 14:58

    ma da dove vengono queste gomme che non capisce nessuno?da marte?
    di cosa sono fatte?di pelle di alieno gommoso e criptonite?

  10. lettore

    15 giugno 2012 at 15:19

    per quanto riguarda button…
    alla fin fine non è che gli ing progettano la vettura per uno o per l’altro sono i piloti che si adattano gli ing progettano per vincere e per vincere ad oggi ci vuole una vettura perfetta al limite del regolamento ma non illegale… poi al pilota l’adattamento

  11. Zardoz

    15 giugno 2012 at 16:30

    Ammazza che scoperta che ha fatto sto giornalista, ma quale svelato abbelli!!! Io ne ho sentito parlare almeno gia da un mese di questo dispositivo. Che è geniale piuttosto e anzichenò. (il dispositivo è geniale non il giornalista)

  12. michele

    15 giugno 2012 at 16:35

    Che vi dicevo che Hamilton conosceva il trucco?

    e faceva finta di niente…..!

  13. umberto(tifoso ferrari)

    15 giugno 2012 at 17:49

    cosa aspetta la ferrari a copiarlo? a ho capito aspettano il verdetto della fia per un eventuale reclamo e se dovessero legalizzare il sistema allora la ferrari lo copierà subito.sveglia ferrari la mclaren e la redbull sono un passo avanti a voi in quanto a genialate.

    ciao forza ferrari1

    • giacomo

      15 giugno 2012 at 18:43

      non c’è niente da legalizzare, perchè la soluzione non viola alcun articolo del regolamento tecnico

  14. Roberto

    15 giugno 2012 at 21:29

    Ma chi è che ammazza di pollici rossi “lettore” ?? LOL!!
    Comunque per rimanere in tema era la ferrari che aveva più bisogno di qualche genialata per mandare in temperatura gli pneumatici, dov’è finita l’inventiva italiana? 🙁

    • lettore

      17 giugno 2012 at 16:32

      @roberto
      per l’inventiva italiana ci sono più italiani a woking che a maranello… scherzi a parte
      grazie per il supporto mi sono fatto dei nemici in questo blog che per rispondere oramai usano il pollice verso senza leggere il contenuto

  15. kroky78

    16 giugno 2012 at 03:43

    Alla Mclaren si è scelto di avvantaggiare lo stile di Gigio mandando in crisi Button… Spero che questa sia la fine una volta per sempre di tutte le fantasie complottistiche che vedono il team di Woking costantemente all’ opera per boicottare il saraceno in favore dell’ ariano. Vero michele? 🙂 Oh mi raccomando tifosi di Jenson non iniziate anche voi a menarla che adesso il favotito è Hamilton e Button è il figlio della serva! Se c’ è un team dove i piloti son trattati alla stessa stregua è proprio la Mclaren, lavoreranno sodo per mettere anche Button nelle condizioni di sfruttare al meglio la macchina.

  16. Der Kaiser

    16 giugno 2012 at 22:37

    A questo punto mi aspetto un tubo che dagli scarichi vada a surriscaldare il muso della vettura in modo che ‘penetri’ più efficacemente come si faceva una volta alitando sulla punta degli aeroplani di carta… oppure che ne dite di un casco con gli alettoni per mandare più aria nell’airscope e deviare anche parte del flusso verso l’alettone posteriore? Oppure anche surriscaldare tutto il fondo piatto per accelerare l’aria che passa sotto più di quella di sopra ( o il contrario, scaldare la carrozzeria, pilota permettendo ). Avanti così ingegneri di tutto il mondo, le auto di serie aspettano con ansia le vostre geniali idee!!!

    P.S.A Montreal Ferrari, McLaren e RBull erano sullo stesso piano, la vera differenza era Hamilton.

  17. Maria

    18 giugno 2012 at 09:37

    ecco, quando la McLaren (o la Mercedes) adottano situazioni al limite del regolamento sono dei geni 😉
    Quando le facciamo in Red Bull siamo degli imbroglioni 😀
    Dovremmo farci furbi anche noi, tanto nella F1 di oggi nessuno gioca onesto!

    • lettore

      18 giugno 2012 at 10:44

      e bhè dai voi imbrogliate perchè siete primi 🙂
      scherzi a parte oramai da qualche anno è così chiè davanti imbroglia gli altri sono dei gegni
      poi tecnicamente i freni così non sfruttano zone grige… i buchi red-bull si
      poi in red-bull si fanno pubblicità quando viene abolito loro qualcosa (penso che il boss ci guadagna è tutta pubblicità sul fatto che red-bull è estrema e per tipi tosti) mentre in mclaren non dicono nulla

      • Maria

        18 giugno 2012 at 12:16

        lettore che sei mclarenista? 😉
        alla McLaren, a parte la famigerata Spy Story che i tifosi Ferrari amano rievocare sempre e comunque, non hanno mai penalizzato nulla 😀
        Ed anche lì, se qualcuno di cui non faccio il nome non avesse parlato per la rabbia di essere stato battuto da un debuttante, forse non si sarebbe scoperto un bel nulla 😉
        Scherzi a parte, pure Pino Allievi ci ha difesi, il che é quanto dire!
        (io credevo di avere avuto un’allucinazione ahahahahah)

      • lettore

        18 giugno 2012 at 13:06

        chi? mclarenista? io? eh?… si 🙂
        cmq alla mclaren non è vero che non hanno mai abolito nulla solo negli ultimi 3 anni hanno abolito qualche diffusore il f-duct ed un paio d’ali… come ti dicevo la diversità stà nel modo di gestire questi eventi mclaren sta zitta red-bull lo scrive a caratteri cubitali ferrari fino a poco tempo fa faceva la vittima oggi dice bhè ci abbiamo provato della serie tanto lo fanno tutti gli unici che non lo facevano eravamo noi e lo prendavamo lì

  18. Luca

    18 giugno 2012 at 12:30

    Scusate qualche d’uno ne sa di più sul sistema ?
    Non riesco a capire se è una appendice aerodinamica o qualche chiusura di una presa d’aria , escludo sia un ripartitore di frenata dato che lo hanno già sul volante.

    • lettore

      18 giugno 2012 at 13:10

      pur non sapendone di più… (di più per ora lo sanno solo in mcalren)
      escludo le tre ipotesi da te fatte
      1 non è un’appendice aerodinamica… sono vietate ed è un sistema che non cetra con l’aerodinamica
      2 non è la chiusura di una presa d’aria altrimenti vedresti i famosi freni alla pedro della rosa cotti a puntino e belli fumanti
      3 non è un ripartitore di frenata perchè non serve a ripartire la frenata anteriore posteriore ma serve a trasferire parte della temperatura dal freno alla gomma

  19. Gino

    18 giugno 2012 at 15:54

    Ma fare un regolamento che non imponga il cambio di gomme di mescola diversa e che queste durino tutta la gara come una volta, no?

    • lettore

      18 giugno 2012 at 19:29

      no in fia se hai un QI maggiore di 70 non ti fanno entrare (QI < 70 = ritardo mentale)
      scherzi a parte questo èpure uscito male le idee buone non vengono mai cmq almeno togliere l'obblogo ognuno isa quello che vuole

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati