F1 | Masi: “Steward più indulgenti nei contatti tra compagni di squadra”

"Dipende dalla gravità dell'incidente"

Il direttore di gara ha detto che in merito al sorpasso di Stroll su Ricciardo, non erano necessari ulteriori provvedimenti
F1 | Masi: “Steward più indulgenti nei contatti tra compagni di squadra”

Il direttore di gara della Formula 1, Michael Masi, ha spiegato il motivo per il quale è stato deciso di non dare nessuna penalità a Charles Leclerc, responsabile del contatto su Sebastian Vettel durante il primo giro del Gran Premio di Stiria. L’incidente, che ha costretto al ritiro entrambi i piloti Ferrari, è stato notato dagli steward ma alla fine è stato deciso di non prendere provvedimenti nei confronti del monegasco. Masi ha ammesso che nel caso in cui ci siano due compagni di squadra coinvolti, c’è più indulgenza nel giudicare:

“Certamente influisce e viene preso in considerazione ma non so se questo sia un fattore determinante. In passato abbiamo visto incidenti tra compagni di squadra che sono poi stati penalizzati. Penso che cambi complessivamente a seconda della gravità dell’incidente, per essere onesti”.

Gli steward hanno esaminato anche il sorpasso di Lance Stroll su Daniel Ricciardo dove entrambi sono andati fuori pista; anche in questo caso nessun provvedimento:

“In quel caso, nessuno dei due piloti è stato il responsabile principale dell’incidente. Secondo gli steward, un pilota deve essere responsabile in tutto o in gran parte della colpa e, a loro avviso, nessuno dei due è stato il principale responsabile, quindi su quella base la loro decisione è stata che non vi era alcuna violazione del regolamento e non erano necessarie ulteriori azioni”.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Zac

    14 Luglio 2020 at 08:18

    Essendo la F1 un prodotto commerciale, l’applicazione del regolamento è guidato dalla convenienza economica della proprietà che si cerca di ottenere distribuendo aiutini un po’a uno, un po’ all’altro, o sanzioni a destra e a manca.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati