Schumacher ricorda Juan Manuel Fangio

Schumacher ricorda Juan Manuel Fangio

Venerdì, Michael Schumacher ha omaggiato Juan Manuel Fangio, la leggenda argentina che ha conquistato cinque campionati del mondo, poi superati dal tedesco con sette mondiali vinti.

Questo venerdì si è celebrato il centenario della nascita di Fangio. Parlando a Valencia, Schumacher ha ricordato quando ha incontrato l’argentino nei primi anni ’90, pochi anni prima che morisse, presso una gara di DTM.

“Sono rimasto colpito di come sembrasse ancora così giovane d’aspetto, per quanto avesse un’ottantina d’anni” ha commentato il pilota tedesco della Mercedes GP al sito motorsport-magazin.com.

“Dalla sua coordinazione fisica e dalla vivacità e prontezza dello sguardo, potevi capire che era stato davvero un grande pilota”.

Fangio è morto a 84 anni nel 1995.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

18 commenti
  1. Vinc

    25 Giugno 2011 at 10:14

    Solo i campioni apprezzano veramente i grandi campioni.

    Grande Michael!

    • juan manuel

      30 Giugno 2011 at 13:52

      non vorrei dirlo, ma questa sua “cellebrazione” mi sa tanto di “obblighi aziendali…” Sono stato al museo Fangio di Balcarce, in Argentina, un anno fa; mi ha sorpreso vedere tra i tanti memorabilia nella zona dedicata ai tributi dei colleghi piloti, solo un casco di Schumi, (colui che ha superato Fangio “mister 5 titoli mondiali”), e per di più, copia commerciale donata dalla Philip Morris, non certo da lui…

      Peccato.

      Comunque Schumi rimane uno dei grandi.

  2. Andrea Gardenal

    25 Giugno 2011 at 10:39

    Fangio è stato il primo pilota “moderno” per certi versi, colui che per primo ha inteso l’essere pilota come una professione a tutti gli effetti: non si limitava a guidare la vettura la domenica della gara, ma seguiva uno stile di vita che gli consentiva di essere sempre al massimo della forma fisica. Al GP d’Argentina del
    1955 riuscì a completare l’intera gara senza bisogno di effettuare il cambio pilota ai box, nonostante temperature torride che costrinsero gli altri top driver a più cambi pilota. Questa mentalità è poi stata portata all’estremo proprio da Schumacher negli anni ’90 e 2000.

  3. Vinc

    25 Giugno 2011 at 10:59

    @Andrea Gardenal ha scritto:

    “Fangio è stato il primo pilota “moderno” per certi versi, colui che per primo ha inteso l’essere pilota come una professione a tutti gli effetti: non si limitava a guidare la vettura la domenica della gara, ma seguiva uno stile di vita che gli consentiva di essere sempre al massimo della forma fisica. […]
    Questa mentalità è poi stata portata all’estremo proprio da Schumacher negli anni ’90 e 2000.”

    Si, stavo pensando proprio la stessa cosa.

  4. Albe

    25 Giugno 2011 at 11:37

    I più titolati nella storia della F1 Schumi e Fangio,12 titoli insieme!!Auguri Fangio!

  5. strige

    25 Giugno 2011 at 11:56

    Schumy ha sempre avuto rispetto per fangio, anche quando vinse i 5 mondiali affermò che i suoi 5 mondiali potevano essere paragonati al massimo a 2 di fangio, visto che quest’ultimo correva in una situazione molto più critica e pericolosa rispetto a schumy.

    Cmq grande schumy 🙂

  6. strige

    25 Giugno 2011 at 11:57

    Ma schumy è stato l’unico ad omaggiarlo? i nuovi pivellini niente? (alonso, vettel, hamilton, massa e compagnia?)

  7. Alex (Tifoso FERRARI DA SEMPRE!!!)!!

    25 Giugno 2011 at 12:09

    Il GRANDE FANGIO 😀

  8. juan manuel

    25 Giugno 2011 at 12:28

    certamente c’è stato uno che lo ha omaggiato da vivo, e davanti a Schumi…che pure si trovava li anche lui.

    http://www.youtube.com/watch?v=1e3OlIhD8Ac&feature=related

  9. juan manuel

    25 Giugno 2011 at 12:30

    davanti al n°1 di sempre, Ayrton scende dal podio….

  10. juan manuel

    25 Giugno 2011 at 12:34

    …scende dal podio davanti al n°1 di sempre:

    http://www.youtube.com/watch?v=oFn9eSlsbTI

  11. strige

    25 Giugno 2011 at 13:00

    si beh…i piloti di una volta era diversi…ma di quelli attuali nessuno più lo ricorda. peccato. c’è ne fossero di più di gente come senna, schumy, gilles e compagnia.

  12. JDM

    25 Giugno 2011 at 15:27

    I campioni si vedono anche da queste cose.
    Grande Michael

  13. sgog

    25 Giugno 2011 at 15:32

    alonso non è di certo uno di quei piloti che omaggia i grandi del passato…

  14. JDM

    25 Giugno 2011 at 16:32

    Cosa centra Alonso?
    Perchè allora non Hamilton o Massa o Petrov o Webber o chiunque altro?

  15. strige

    25 Giugno 2011 at 16:43

    concordo con JDM. sono tutti i piloti attuali che si sono dimenticati del passato. il che è triste.

  16. Enrico

    25 Giugno 2011 at 17:40

    La verità è che la formula 1 attuale vive in gran parte di rendita dal passato. Se negli anni non si fosse fatta un nome grazie a spettacolarità di sorpassi, personalità forti di piloti, circuiti memorabili diventati leggenda, credo che ora verrebbe seguita molto meno.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Renault, Ricciardo e Hulkenberg in top 10

Il Team Renault ha chiuso il GP di Silverstone con il settimo posto di Daniel Ricciardo e la decima piazza di Nico Hülkenberg
Il Team Renault ha chiuso il GP di Silverstone con il settimo posto di Daniel Ricciardo e la decima piazza
News F1

Formula 1 | Ricciardo: “Sono davvero contento di oggi”

"Avere entrambe le vetture in Q3 è stato il nostro obiettivo, l'abbiamo raggiunto, e il settimo posto è probabilmente il migliore che potessimo ottenere oggi"
Daniel Ricciardo si è qualificato in settima posizione a Silverstone, diventando difatti “il primo degli altri” dopo Mercedes, Ferrari e