Ricciardo: “Mi attende un inverno impegnativo e di duro lavoro”

"Con l’arrivo di Daniil sarò in una posizione simile a quella vissuta da Sebastian con me ad inizio anno"

Ricciardo: “Mi attende un inverno impegnativo e di duro lavoro”

L’arrivo in Red Bull di Daniil Kvyat ha certamente aumentato le responsabilità di Daniel Ricciardo per quanto riguarda lo sviluppo della futura RB11. L’australiano, autore di tre successi durante l’ultimo campionato, ha spiegato che l’arrivo del giovane talento russo a Milton Keynes gli consentirà di essere il capo-squadra durante la prossima stagione, fattore che lo renderà il punto di riferimento all’interno del team. Una responsabilità importante che Daniel non ha paura di affrontare.

Ecco le parole di Ricciardo: “Sono già stato sotto pressione e non saprei immaginare il ripetersi di una situazione come quella vissuta nel 2014. Con l’arrivo di Daniil sarò in una posizione simile a quella vissuta da Sebastian con me ad inizio anno, quindi la gente si aspetta che sia più rapido di Kvyat. Sento di avere un carico di responsabilità maggiore, ora che sono il il vecchio del team. I rapporti che ho incrementato quest’anno, però, mi aiuteranno a relazionarmi coi capi. Mi attende un inverno impegnativo e di duro lavoro, visto che voglio che la vettura sia il più veloce possibile. Quest’anno è stato stupefacente”.

“Personalmente, da quando ho iniziato a gareggiare sui go-kart, ho sempre fatto parlare i risultati, ma dal mio punto di vista questo è stato l’anno miglior della mia intera carriera. Non ho paura nel futuro, ma se dovessi ripetere questa stagione, non avrei da lamentarmi!” ha concluso.

Roberto Valenti

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. oniram

    19 dicembre 2014 at 04:28

    Si è già capito ma fatemelo ribadire: ormai il sorrisone non inganna più nessuno, questo è uno tosto.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati