Red Bull, Webber: “Nell’ultimo giro di qualifica sono andato davvero al limite”

Red Bull, Webber: “Nell’ultimo giro di qualifica sono andato davvero al limite”

Mark Webber ha ammesso di aver guidato molto al limite assicurarsi la sua seconda pole di fila nel Gran Premio di Germania.

Il pilota australiano, che era anche partito dalla pole position anche nel Gran Premio di Gran Bretagna due settimane fa, si è assicurato la sua terza pole dell ‘anno, continuando a mostrare una migliore forma.

Il pilota della Red Bull ha detto che il suo ultimo giro in Q3 non avrebbe potuto essere migliore.

“Il mio rendimento è stato un po’ meglio nelle ultime gare e anche questa pista sembra essere non troppo male per me”, ha detto Webber.

“Devo dire che questa sessione è andata abbastanza bene ad eccezione del primo run in Q2. Non è stato molto regolare, ma gli altri due giri sono stati buoni, ed i ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro con la macchina.”

“Abbiamo recuperato bene e abbiamo capito tutto, alla fine c’ero. Pensavo durante il giro se qualcuno mi batte se lo merita perché io non potevo ottenere di più fuori da esso.”

“Sono andato al limite, è stato un buon giro. E’ molto soddisfacente vedere che nessuno ti prende alla fine lì e sei un po’ ansioso mentre attendi gli ultimi 30 secondi.”

Webber, che ha battuto il pilota della McLaren Lewis Hamilton di soli 0,055 secondi, è ottimista sul ritmo della sua vettura per la gara.

“Dovrebbe essere buono,” ha detto. “Ieri la macchina ha funzionato bene. Abbiamo visto pero’ come la McLaren puo’ essere su e giù. Vediamo chi avrà domani una gara liscia e chi prenderà le giuste decisioni se la pista sarà bagnata.”

Ha aggiunto: “E ‘stata una buona qualifica oggi, ma sarà una gara difficile e io saro’ li a spingere fino all’ultimo giro”.

Webber deve ancora vincere una gara in questa stagione.

Red Bull, Webber: “Nell’ultimo giro di qualifica sono andato davvero al limite”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

7 commenti
  1. maxfunkel

    23 luglio 2011 at 16:27

    Webber ha fatto un giro eccezionale, Hamilton un gran giro viste le premesse della McLaren, Alonso ha avuto il solito problema del mandare in temperatura le gomme, Vettel senza lode e senza infamia… Massa inguardabile….

  2. michele

    23 luglio 2011 at 16:29

    Ma domani dovrai cedere la posizione al baby! se non ti passa sopra Hamilton e poi non lo squalificano per eccesso di classe!

    • Fernando

      23 luglio 2011 at 17:12

      Sai la differenza tra Webber+Vettel+Alonso rispetto ad Hamilton?
      Che loro sanno rispettare la meccanica ed i pneumatici (anche Button!), mentre Hamilton li distrugge, in media, 5 giri prima degli altri.
      Non so quanti giri potrà fare domani l’inglesino al ritmo di Webber e soci, magari i fatti mi smentiranno (pioggia permettendo…), ma dubito che possa impensierire il duo RebBull.
      Spero anche che Webber non venga intralciato da “strani problemini” in gara…

  3. nandosport

    23 luglio 2011 at 17:27

    dopo le qualifiche alonso ha ammesso di non essere riuscito a mandare in temperatura le gomme, ma ha anche detto di aver la macchina con un maggior carico per il rischio pioggia di domani, quindi per me la gara è più che aperta.
    Da ferrarista comunque complimenti a hamilton per un giro fantastico.

  4. SEZAR

    23 luglio 2011 at 18:28

    Webber e Hamilton = il Top di queste qualifiche! Che classe!!

  5. ex tifoso di webber

    24 luglio 2011 at 16:01

    che schifo doveva passare massa quindi a 3 giri dalla fine è stato fermato per perdere la gara io mi domando e dico senza quel kers che gli fà solo da zavorra dove sarebbe adesso in classifica webber red bull una squadra da dimenticare troppi favoritismi per un pilota tedesco che è una mezza pippa ancora una volta questo rafforza ancora una mia convinzione fora prost contro senna forza irvine contro il kaiser forza webber contro veettel

  6. ex tifoso di webber

    24 luglio 2011 at 16:05

    correggo forza prost contro senna forza webber contro vettel

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati