Red Bull vicinissima ai motori Mercedes per il 2016

Nel prossimo campionato dovremmo vedere una RBR-Mercedes sponsorizzata Aston Martin

Red Bull vicinissima ai motori Mercedes per il 2016

Una trattativa cominciata a Montecarlo e in dirittura d’arrivo, così scrive il noto settimanale Autosprint, secondo cui l’accordo tra Red Bull e Mercedes per la fornitura della PU sarebbe cosa fatta. Salvo sorprese, quindi, nel 2016 le monoposto disegnate da Adrian Newy e Rob Marshall monteranno i magnifici propulsori di Stoccarda, una notizia che sta scuotendo non poco l’ambiente F1.

LO SCENARIO Un telaio Red Bull con un motore così forte è infatti una lama a doppio taglio per molti, Mercedes compresa. Sempre secondo Autosprint la decisione di fornire la PU a Milton Keynes sarebbe stata presa da Toto Wolff, nonostante il parere contratio del presidente non esecutivo Niki Lauda. L’ipotesi infatti di vedere un team cliente dare fastidio alla squadra ufficiale non è del tutto remota se di mezzo c’è l’esperienza (vincente) dei “bibitari” e un certo Adrian Newey. Nella scelta della Mercedes sarebbero prevalse ragioni economiche di una certa rilevanza, considerato che la “Stella a tre punte” perderà quasi certamente come cliente la Lotus (in odore di cessione alla Renault). Ma una Red Bull-Mercedes potrebbe rappresentare un ostacolo considerevole anche per la Ferrari, che rischierebbe di vedersi superata da un altro team. Probabilmente anche per questa ragione Maranello ha provato ad inserirsi tra Mateschitz e la Mercedes, senza però riuscirvi.

PERCHE’ MERCEDES E NON FERRARI? Sono molteplici le ragioni che spingerebbero Milton Keynes a sposare la Mercedes al posto della pur valida Ferrari. Il primo, banale, motivo è certamente di ordine tecnico: Red Bull punta a tornare competitiva e vuole assicurarsi il miglior motore in griglia. Ma a quanto pare la collaborazione con la Mercedes riguarderebbe anche l’Aston Martin. La gloriosa casa sportiva inglese, infatti, proprio in questi mesi ha stipulato un accordo con la Mercedes AMG per la dotazione dei motori V8 per le sue auto stradali. Mercedes inoltre presto deterrà il 5% delle quotazioni dell’Aston, con la conseguenza che il prestigioso marchio inglese quasi certamente comparirà sulle fiancate della RB12. Ma non è tutto; Adrian Newey collaborerà al progetto di una fuoriserie Aston Martin e la Red Bull potrà comunque collaborare con un motorista tedesco di nome, ma di fatto “inglese”, visto che la Mercedes costruisce le sue PU a Brixworth, alle dipendenze del motorista (inglese anche lui) Andy Cowell. Mille motivi che avrebbero portato ad un accordo per certi versi “epocale”. La Red Bull vuole tornare a fare paura, e per certi versi ci sta riuscendo.

Antonino Rendina

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

23 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati