Newey: “Vettel è molto piu’ forte quest’anno”

Newey: “Vettel è molto piu’ forte quest’anno”

Sebastian Vettel è piu’ forte in questa stagione dopo il suo primo titolo di campione del mondo di Formula 1, secondo il capo tecnico della Red Bull Adrian Newey.

Per Newey la forma migliore di Vettel spiega il divario tra il tedesco e il suo compagno di squadra Mark Webber.

“Sebastian spesso lavora fino a tardi cercando di capire come la macchina funziona e come può migliorare”, ha detto Newey al Guardian in un’intervista.

“Lui è uno studente veloce e raramente fa lo stesso errore due volte. Al momento è veramente in cima alle sue possibilità. Finora il divario tra Sebastian e Mark è stato più grande rispetto all’anno scorso.”

“Non è certo un caso che Mark sia stato più lento. Ha impiegato più tempo per adeguarsi alle gomme Pirelli, ma il gap ora si sta chiudendo”.

Newey spera ancora che Webber rimanga con la Red Bull, lodando il contributo dell’australiano. “Spero che Mark continui la prossima stagione,” ha aggiunto Newey. “Oltre ad essere una grande persona, il suo contributo è stato notevole. E ‘stato un pilastro della squadra fin dall’inizio.”

“Seb è molto perspicace nel suo feedback per taluni aspetti e Mark è molto perspicace in altri settori. Ascoltiamo i due e entrambi contribuiscono a migliorare la vettura.”

Il progettista inglese, che ha vinto titoli con la McLaren e la Williams, ha anche ammesso che il titolo conquistato con la Red Bull l’anno scorso è stato il più soddisfacente di tutti.

“In molti modi, vincere il titolo costruttori e il titolo piloti con la Red Bull l’anno scorso è stata l’esperienza più soddisfacente di tutte.”

“Quando ho lasciato la McLaren per venire qui, nel 2006 un sacco di gente ha detto: ‘Newey ha fatto il passo troppo lungo questa volta e andrà a sbattere con il muso, rovinando la sua carriera.'”.

“Cerco di non essere influenzato da quello che dicono gli altri, ma tutto quello che abbiamo realizzato negli ultimi cinque anni è stato incredibile”.

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

14 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati