Mercedes W07: ecco il nuovo muso, ma è regolare?

Scopriamo la nuova arma del team campione del mondo

Mercedes W07: ecco il nuovo muso, ma è regolare?

Questa mattina è stato montato sulla Mercedes W07 il nuovo muso che era atteso ormai da qualche giorno. Come potete osservare dal confronto in basso gli ingegneri anglo tedeschi sono intervenuti in varie aree.

In particolare:
– modificata l’estremità del muso che ora presenta una forma più appuntita;
– i piloni di sostegno sono più stretti ed inarcati;
– attaccatura estrema al profilo neutro del profilo principale dell’ala anteriore;
– rinforzo ai piloncini di sostegno dell’ala;
– presa d’aria nella parte bassa del muso;
– sfogo d’aria nella zona superiore.

Gli ingegneri Mercedes propongono una soluzione di controtendenza rispetto a quanto fatto dagli altri team in quanto viene favorito l’afflusso d’aria nella parte inferiore del muso esternamente ai piloncini di sostegno dell’ala che viene poi gestito, prima di investire il corpo centrale della vettura, dai nuovi turning vanes a quattro elementi dotati di ben 6 soffiature nella parte bassa.

Capitolo a parte lo merita il passaggio d’aria creato dalla parte inferiore del nuovo muso che trova sfogo nella parte superiore. Gli aerodinamici Mercedes sembra abbiano scelto di non utilizzare un condotto a S (S-Duct)standard come quello già visto su Red Bull e McLaren ma hanno collocato la presa d’aria in una zona molto avanzata del muso anticipando l’allegerimento del carico di pressione. Al contrario lo sfogo sulla parte superiore sembra posizionato con configurazione standard in linea con le soluzioni già viste sulle altre vetture.

Questa soluzione farà molto parlare nel paddock in quanto è molto simile a quella utilizzata sulla Ferrari F2008 che era stato bandito dal regolamento tecnico nel 2009. Qui potete leggere qualcosa relativo a questa soluzione tecnica inventata da Aldo Costa e portata nel 2008 sulla Rossa.

Attualmente il regolamento tecnico vieta la possibilità di avere sezioni aperte oltre i 150 mm dalla centina della vettura. Su questa base il nuovo muso Mercedes risulterebbe apparentemente NON CONFORME al regolamento tecnico 2016.

Una possibile soluzione adottata dai progettisti tedeschi per ovviare al limite regolamentare potrebbe implicare la costruzione della struttura di questa presa d’aria (quella in basso) mediante un vanity panel posto in chiusura della struttura principale. In tal modo risultando come corpo separato dal musetto risulta escluso dalla restrizione del regolamento.

Siamo attese di foto in alta risoluzione riguardanti questo componente per valutare l’effettivo utilizzo di questo escamotage.

Cristiano Sponton e Piergiuseppe Donadoni

Mercedes W07: ecco il nuovo muso, ma è regolare?
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

5 commenti
  1. amico di frederick

    25 febbraio 2016 at 13:17

    soluzione aspiratutto irregolare! sti krukki son proprio spaventati dalla nuova Ferrari se cominciano coi trucchetti stile red bull!

  2. cpJack

    25 febbraio 2016 at 13:27

    gradiremmo che non diceste tecnici tedeschi , la mercedes viene costruita in inghilterra cosi come i tecnici sono britanni e non crucchi

  3. amico di frederick

    25 febbraio 2016 at 13:41

    eh no, anche Toto’ diceva in un suo famoso film:”saranno pure nostri alleati ma sempre tedeschi sono!”.

  4. amico di frederick

    25 febbraio 2016 at 13:44

    e una profezia su Hamilton: quest’anno il campione caraibico fara’ flop a favore di Rosberg o di Vettel come il suo simile Obama che fara’ pure lui le valigie!

  5. Pierturbo

    25 febbraio 2016 at 13:53

    Il muso è irregolare ma siccome da tre anni le regole le detta Mercedes (e prima ancora Ross Brawn, vedi il doppio fondo della Rb palesemente irregolare) Todt si genufletterà e il reggipancia Whaiting eseguirà. Quando Ecclestone disse che Mercedes era stata auutata, ricordatevi le prove di gomme con le ridicole sanzioni, nessuno smentì. Tantomeno Todt, l’uomo che andrà ricordato per aver ucciso la F1 dei piloti veri

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati