L’ultima vittima della politica Marchionne: Felisa-Ferrari, addio dopo 25 anni?

Felisa venne convinto dallo stesso Montezemolo a prolungare la sua permanenza in Ferrari

L’ultima vittima della politica Marchionne: Felisa-Ferrari, addio dopo 25 anni?

La Ferrari si appresta a salutare anche l’ultimo uomo che ha caratterizzato l’era Montezemolo. Amedeo Felisa, amministratore delegato del Cavallino Rampante, dopo 25 anni di servizio lascerà il Cavallino Rampante tra poche settimane. L’indiscrezione, che non è ancora stata confermata da fonti ufficiali, è stata lanciata da Leo Turrini che ha affermato come il CEO lascerà il suo ruolo all’interno dell’azienda a partire dal mese di settembre. L’addio di Felisa è successivo a quella di Luca Montezemolo ed alla completa riorganizzazione dell’area sportiva, secondo la nuova politica di Sergio Marchionne che, proprio nello scorso mese di ottobre ha preso il comando del Cavallino Rampante.

Nonostante si trovasse in pensione ormai da tempo, Felisa, che aveva accettato di prolungare la sua permanenza in Ferrari proprio grazie a Montezemolo, aveva contribuito a risollevare la più famosa azienda automobilistica italiana attraverso la creazione di vetture sempre innovative e che hanno portato con onore il marchio del Cavallino Rampante.

Amedeo Felisa, classe 1946, laureato in ingegneria meccanica al Politecnico di Milano ha debuttato nel mondo dell’Automotive nel 1987, in Alfa Romeo. In Ferrari è entrato nel 1990 in qualità di direttore tecnico. Nel 2001 venne nominato direttore generale della divisione Gran Turismo, nel 2006 direttore generale dell’impresa mentre da marzo 2008 assunse il ruolo di amministratore delegato.

Eleonora Ottonello
@lapisinha

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati