Kobayashi: “Il podio era possibile qui in Spagna”

Ottima prestazione del giapponese della Sauber a Montmelò

Mentre per Sergio Perez il GP di Spagna è stato da dimenticare, in nipponico ha lottato con i big mettendo dietro Rosberg, Vettel, Hamilton e Button
Kobayashi: “Il podio era possibile qui in Spagna”

Kamui Kobayashi a Barcellona ha ottenuto un ottimo quinto posto, mettendo alle sue spalle big come Mercedes, Red Bull e Mercedes, eppure non è del tutto soddisfatto della sua prestazione.

“La squadra ha fatto un ottimo lavoro, e l’aggiornamento sulla nostra macchina funziona molto bene”, ha spiegato il nipponico della Sauber. “Il ritmo in gara è stato un grande miglioramento rispetto all’ultima gara: sono certo che il podio sarebbe stato possibile quest’oggi se non fossi stato così sfortunato nelle qualifiche di ieri. Se si inizia nono si può essere felici di quinto posto, ma la macchina aveva più potenziale: ho perso tempo nel traffico e nei sorpassi, era difficile farli su qusta pista anche con il DRS, così ho dovuto prendere qualche rischio e farli nelle curve. Così ho danneggiato le mie gomme un bel po’ nell’ultimo stint. La competizione è davvero ravvicinata e per primeggiare bisogna fare tutto senza errori. Questo è ciò che Pastor Maldonado ha fatto qui in Spagna. L’ultima volta che sono arrivato quinto è stato l’anno scorso a Monaco, perciò lo considero di buon auspicio per la prossima gara”, ha concluso in giapponese.

Chi è deluso è Sergio Perez: dopo il sesto posto in qualifica, il messicano della Sauber ha visto la sua gomma posteriore sinistra forata da Romain Grosjean alla prima curva. “Siamo stati molto sfortunati in partenza, sono riuscito a passare Romain Grosjean, ma poi mi ha colpito e ho dovuto rientrare ai box dopo il primo giro e non siamo riusciti a recuperare dal fondo, e poi mi sono dovuto ritirare a causa di un problema alla trasmissione. Posso dire che sono contento che questa gara nata male sia finita e mi concentrerò sulla prossima gara. Monaco è un Gran Premio molto speciale per me”, ha spiegato il giovane pilota che lo scorso anno rischiò la vita in un incidente in qualifica.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

7 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati