IMSA | Alonso sulle prime libere a Daytona: “Abbiamo bisogno di più ritmo per vincere”

"Ci sono ancora dei piccoli cambiamenti in corso" ha aggiunto

IMSA | Alonso sulle prime libere a Daytona: “Abbiamo bisogno di più ritmo per vincere”

Al termine delle prime libere sul tracciato di Daytona, Fernando Alonso ha parlato del feeling avuto con la Ligier JS P217 del team United Autosports, sottolineando come l’inizio dei lavori, nonostante qualche piccolo intoppo di routine, sia stato assolutamente positivo. Lo spagnolo ha completato tutto il programma di lavoro previsto per questa prima manche sul circuito statunitense, chiudendo a circa 1.7 secondi dalla vetta occupata da Felipe Nasr.

Il due volte Campione del Mondo di F1, intervistato dalla CNN al termine della giornata, ha però espresso pareri discordanti sul passo ottenuto, evidenziando come la vettura abbia bisogno di qualche piccolo miglioramento per stare con i migliori (in questo caso le Cadillac.ndr). Nelle prossime giornate di test, Alonso lavorerà sul bilanciamento della propria Ligier, cercando di aumentare il feeling con vettura e tracciato.

Ecco le parole dello spagnolo: “Ci sono ancora dei piccoli cambiamenti in corso ed è lo stesso con le prestazioni della vettura. Ovviamente sono i primi giri e parliamo di un test, ma dobbiamo trovare più ritmo. Vogliamo essere più competitivi quando torneremo in gara. La quantità di giri non è enorme, ma abbiamo svolto tutto il lavoro che avevamo prestabilito. Alla fine non è andata male”

“E’ stato un buon fine settimana e lavorare con i ragazzi è abbastanza piacevole” ha aggiunto. “La nostra priorità era indirizzare il lavoro di set-up e ci siamo riusciti abbastanza bene. Mi dispiace per il chilometraggio, ma sono certo che col passare dei giorni questo “problema” verrà risolto con le altre sessioni. Arriveremo alla gara al massimo della forma e con un passo nettamente migliore”.

Roberto Valenti

IMSA | Alonso sulle prime libere a Daytona: “Abbiamo bisogno di più ritmo per vincere”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati