Hamilton: “Credo di aver causato io l’incidente, ma con un doppiato che ha tentato di superarmi”

"Per me non è stato un anno particolarmente spettacolare"

Hamilton: “Credo di aver causato io l’incidente, ma con un doppiato che ha tentato di superarmi”

Lewis Hamilton ha detto di non aver capito cosa è successo nella collisione con Valtteri Bottas nel Gran Premio del Brasile.
Il pilota della Williams, Bottas, cercava di recuperare dal doppiaggio della Mercedes di Hamilton, quando si sono scontrati in frenata per il Descida do Lago.

Hamilton è stato accusato di aver causato l’incidente e gli è stata data una penalità drive-through. Avendo anche preso una foratura, ha finito nono la gara, mentre Bottas è stato costretto al ritiro.

“Credo di aver causato una collisione – ma con un doppiato che ha tentato di superarmi”, ha detto Hamilton.

“Io non so davvero cosa sia successo, se devo essere sincero, ho bisogno di andare a vedere il replay.”

“Mi sono spostato a sinistra. Lui mi ha affiancato alla staccata e ci siamo toccati. Ovviamente ho fatto qualcosa di sbagliato.”

“Sono un po’ triste per aver perso così tanti punti per la squadra.”

Il pilota inglese è convinto che avrebbe potuto lottare con Alonso per il podio se non avesse avuto la collisione.

“Mi stavo avvicinando a Fernando, quindi penso che abbiamo avuto la possibilità di almeno lottare con lui”, ha detto Hamilton.

La Mercedes tuttavia si è assicurata un secondo posto importante nel campionato costruttori, grazie al quinto posto di Nico Rosberg e il nono di Hamilton, ma quest’ultimo ha ammesso che e’ difficile sentirsi soddisfatti di questa stagione.

“Il punto forte è che la squadra è seconda nel costruttori. Altrimenti non sarebbe stato un anno particolarmente spettacolare per me in termini di mie prestazioni”, ha detto Hamilton .

“Spero in una stagione migliore il prossimo anno.”

“Non mi sento molto positivo al momento, ma sono sicuro che durante la pausa mi riprendero’.”

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

22 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati