Hakkinen: “Il ritorno in F1 sarà molto difficile per Raikkonen”

Hakkinen: “Il ritorno in F1 sarà molto difficile per Raikkonen”

L’ex pilota di Formula 1 Mika Hakkinen prevede un ritorno molto difficile per il suo connazionale Kimi Raikkonen. Il campione del mondo 2007 tornerà infatti nella categoria regina dopo due anni di assenza.

“Il ritorno sarà molto difficile per Kimi. Non avrà quasi tempo per provare la nuova vettura, cinque o sei giorni, tutto qua” ha dichiarato Hakkinen a Bild am Sonntag. “Se perdi un giorno per un problema non lo recuperi, mentre in passato eravamo al volante da mattina a sera, perché si diventa più veloci prendendo il ritmo”.

La Lotus ha comunque previsto un programma di test per Raikkonen con la Renault del 2009 dotata di gomme di GP2.

“Non c’entra se sei un campione del mondo o no. In Formula 1 la competizione non è mai stata così dura. L’allenamento dei piloti, la loro comprensione tecnica, sta migliorando continuamente. Questi piloti, lavorano incredibilmente sodo! Tutto ciò renderà ancor più difficile il ritorno di Kimi anche rispetto a cinque anni fa”.

“La Formula 1 non perdona, soprattutto se sei stato fuori per un paio d’anni” ha dichiarato Giancarlo Fisichella.

Più ottimista Jenson Button: “E’ una cosa positiva per lo sport; è un pilota competitivo” si legge su Auto Hebdo. “I ragazzi della McLaren mi hanno detto che è molto bravo nell’assettare una vettura”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

30 commenti
  1. Sergio

    6 Dicembre 2011 at 13:47

    Non smetti di saper guidare in 2 anni. Puoi perdere l’abitudine, questo si, ma mica è stato a fare la ceretta inguinale ai procioni. I riflessi li ha tenuti allenati, certo dovrà riabituarsi al cockpit e tante altre ‘piccole’ cose ma credo che nel giro di un paio di gp sarà di nuovo al top per le sue qualità. Piuttosto il dubbio è un altro: la Lotus sarà alla sua altezza?

    • Alef1fan

      7 Dicembre 2011 at 09:24

      Alla fine penso che dovrebbero fare come fece Briatore con Alonso e Schumi. Fare una prima macchina che possa giocarsela alla pari con le mercedes e poi l’altra …

    • LucaR

      7 Dicembre 2011 at 17:41

      Mika Hakkinen, pilota da me tifato per molti anni, è stato molto spesso smentito dai fatti. Spero che questa volta verrà smentito in modo esemplare: che senso ha criticare il ritorno di un tuo connazionale? Che senso ha se anche lui (Mika appunto) pensò di rientrare in f1 ad età più avanzata (36/37 anni) e dopo tre stagioni di inattività…contro le due di Kimi?

    • Simone Ippoliti

      7 Dicembre 2011 at 19:47

      la ceretta inguinale ai procioni? Bona questa!
      6 x caso imparentato con Bersani? 🙂
      A parte li skerzi quello ke secondo me vuole dì Hakkinen è n’antra cosa, cioè ke quando guidi una F1 devi “Stare concentrato e impegnarti al 110%” (citazione ufficiale de Mika), e rispetto ad altre categorie (tipo Rally e Indycar) la differenza x quanto piccola c’è.
      Il problema nn è quello di “reimparare” a guidà una F1 (come dici giustamente te in 2 anni nn se disimpara), ma riabituasse a quel 110%, soprattutto quando i test sono limitatissimi

      • Federico Barone

        7 Dicembre 2011 at 20:13

        Non capisco per quale motivo la concentrazione in un rally dovrebbe essere inferiore…

      • Johnny Giordani

        8 Dicembre 2011 at 22:50

        xkè una F1 è molto + pesante da guidà!
        Con questo nn intendo dì ke uno se può distrarre, ma è stato lo stesso Hakkinen a dì ke se nei Rally o altre categorie devi dà er 100% in F1 devi dà er 110%.
        E infatti quando s’era stancato della F1 era annato a fa i Rally in Finlandia! E lì in teoria sò pure + difficili xkè li fanno pure sulla neve

  2. DarioK

    6 Dicembre 2011 at 14:17

    non dimenticherei nemmeno che Kimi ha esordito direttamente su una F1 da categorie completamente diverse, impressionando da subito sulla Sauber

    • Daniele

      6 Dicembre 2011 at 14:56

      Ex meccanico, arrivo’ in formula 1 dopo 23 gare con superlicenza richiesta da jean todt per farlo debuttare sulla sauber. Leggenda vuole che alla prima gara si addormento’ in macchina prima del giro di ricognizione -.-
      E sempre alla prima gara, con una mediocre sauber, arrivo’ a punti..

      • strige

        6 Dicembre 2011 at 16:25

        leggenda che in realtà è vera, per questo venne chiamato iceman. così so io…

      • Kimi94

        6 Dicembre 2011 at 22:18

        E tra l’altro a quei tempi (nel 2001) arrivare a punti significava arrivare sesto e non decimo come adesso; quindi l’impresa vale doppio.

      • Dado (forza Vettel)

        7 Dicembre 2011 at 11:02

        quando vuole è un fenomeno…

      • Johnny Giordani

        7 Dicembre 2011 at 11:55

        nn è esatto: da quanto ho letto io a 10 minuti al via i meccanici della Sauber lo trovarono nel motorhome del team, ke dormiva tranquillamente! E quando lo svegliarono si alzò pure di malavoglia (cioè come facciamo quasi tutti noi quando ci alziamo la mattina presto x andare al lavoro/lezione).

        E 2 ore dopo aveva fatto il suo primo punto mondiale, Mika male il ragazzino 🙂

  3. Red John

    6 Dicembre 2011 at 14:47

    ah quanto manca uno come Mika a questa formula 1.

  4. sergio

    6 Dicembre 2011 at 14:54

    hakkinen dice cosi perche’ il suo pseudo rientro o tentativo che fece fu molto deludente, quando si ritiro’ nel 2001 aveva gia’ tirato i remi in barca mentre quandro provo’ la mclaren nel 2006 era una salma.
    La situazione di raikkonen e’ ben diversa.

    • faber

      6 Dicembre 2011 at 15:17

      vero, fece una giornata di test assieme a tutti gli altri piloti ma prese distacchi da calendario…… ne fui molto deluso

      • stefano

        6 Dicembre 2011 at 20:28

        E’ vero… se non sbaglio erano in Spagna, pero’ fece un certo effetto vederlo su quella McLaren argentata…

    • Johnny Giordani

      7 Dicembre 2011 at 12:04

      Si mi ricordo di quel test, ma nn credo avesse davvero serie intenzioni di rientrare (nn mi isulta se ne parlò), credo ke fu giusto così x fare un pò di pubblicità! Anche xkè in quel caso erano passati 5 anni e non 2!
      E credo ke fossero solo kiakkiere anke altri tentativi di cui si parlò x il 2005, quando dissero ke aveva avuto contatti sia con la Williams ke con la BAR, lessi proprio un articolo a riguardo, xò i motivi x cui nn si era fatto nn erano chiari, prova secondo me evidente ke in realtà era solo x fare un pò di pubblicità a uno sport all’epoca già in declino

  5. Miki & Kimi

    6 Dicembre 2011 at 15:15

    Queste parole ricordano tanto quelle che già disse nel 2007, sbagli ad andare in Ferrari…
    E sappiamo tutti bene come andò a finire, e senza spy story sono convinto che sarebbe anche “finito” prima!!!

    • Johnny Giordani

      7 Dicembre 2011 at 12:11

      Se la McLaren nn avesse copiato delle parti dalla Ferrari forse nn sarebbe stata nemmeno così competitiva!
      Del resto è molto strano ke fino all’anno prima avesse una vettura un anno lenta e un anno veloce, ma in tutti i casi poco affidabile, e improvvisamente proprio quell’anno grazie ai documenti copiati abbiano messo a punto un’auto quasi perfetta, ke nn ha mai avuto una rotture.
      Inoltre Kimi avrà pure vinto il titolo x un pelo, ma se la Ferrari avesse puntato tto su di lui fin dall’inizio avrebbe “finito prima” pure in quel caso

  6. stefano

    6 Dicembre 2011 at 20:25

    Non me lo sarei aspettato da uno come Mika…invece di incoraggiarlo giu’ a bastonarlo..Kimi non avra’ molta difficolta’ ad adattarsi..e uno intelligente ed incredibilmente veloce. Il problema è un’altro: la RENAULT sara’ capace di fornire una vera auto a un vero pilota ??? Sono sicuro comunque, che dara’ spettacolo ugualmente…Kimi è un pilota che non te lo scordi facilmente.
    GO KIMI

    • franz iacobelli

      7 Dicembre 2011 at 19:38

      Io nn credo ke Mika voglio bastonarlo. Bisognerebbe vedere poi cosa effettivamente ha detto (i giornali nn sempre scrivono tutta la verità).
      Hakkinen dopotutto è un tipo schietto e di poche parole e credo ke con questa affermazione voglia invece mettere in guardia Raikkonen e spronarlo ulteriormente.
      Del resto Kimi nn è uno ke si lascia impressionare da frasi del genere, soprattutto sentendole dire da un suo connazionale e amico ke lo ha sempre seguito e consigliat.
      Anke xkè credo ke Mika stesso abbia sempre visto Kimi come suo “legittimo erede” e quinid ha tutto l’interesse affinchè Kimi faccia bene

  7. Taton-Sic

    6 Dicembre 2011 at 22:29

    Grande Kimi!!!!!!!!!

  8. Symon

    7 Dicembre 2011 at 00:29

    Quella della Sauber me l’ero persa!!! Grande! Massima stima! 😀
    Ho sempre apprezzato Kimi, soprattutto mi sono esaltato quando era in Ferrari. Il suo abbandono è stato “pesante” a mio avviso.
    Sono proprio contento che torni, sperando possa fare bene.
    Ricordiamo che la Lotus-Renault ad inizio campionato andava bene… poi secondo me sostituire un buon Heidfeld per “Senna”… mah… di certo non li ha aiutati a proseguire bene.
    Incrociamo le dita!

  9. Zardoz

    7 Dicembre 2011 at 12:32

    E basta povero cristo, fatelo guidare prima, magari si adatta meglio di altri, che cazz.. ne sapete……

    • Federico Barone

      7 Dicembre 2011 at 20:14

      Finalmente uno che parla chiaro! Complimenti!

  10. Federico Barone

    7 Dicembre 2011 at 21:17

    E comunque, pur sperando che Räikkönen non trovi particolari difficoltà e raggiunga relativamente presto il limite (verso metà stagione), Häkkinen non ha detto delle idiozie. l’inizio soprattutto, potrebbe nascondere degli ostacoli più duri del previsto, per Räikkönen.

    Wait and see…

  11. Adriano

    8 Dicembre 2011 at 13:54

    Disse cosi anche di schumi, e purtroppo ci indovino 🙂

    per me ha ragione hakkinen, rimanere fermi 2 anni e 3 (x schumi) in questa formula1 senza test, e solo fatti di simulatori e telemetria e’ un suicidio.

    Infatti sostengo da SEMPRE che il problema di schumi non era solo l’eta, e i fatti mi hanno dato ragione, schumacher sta migliorando sempre di piu, questo significa che adattarsi e’ stato difficile, e non certo per l’eta.

  12. le corse sono la vita

    8 Dicembre 2011 at 15:18

    anche mika parla a vanvera !vinse 2 titoli per grazia ricevuta ha ha aveva una vettura molto superiore alla ferrari e rischiò di perdere il mondiale contro un fermo come irvine

    • Gigi Marotta

      8 Dicembre 2011 at 22:57

      Ora mi vorresti dire ke 2 titoli si vincono x grazia ricevuta?
      Non dimenticare che verso la fine del ’98 la Ferrari era praticamente a livello della McLaren, e fu Mika a metterci del suo (vedi Lussemburgo) e pure nel ’99 la F399 teneva bene il passo della MP4/14. Eppure quando Schumy si ruppe una gamba, Hakkinen era comunque in testa al mondiale x 8 punti (40 a 32)
      In quei 2 anni la McLaren spesso ne aveva di + (soprattutto nel ’98) ma Schumy fece pure molti + errori di Mika (es Monaco, Austria e Spa ’98, e Montreal ’99).
      E del sorpasso di Spa 2000 ke mi dici? Secondo te lo avrebbe saputo fare kiunque, x giunta su Schumy e su un circuito come SPA

  13. Gianni

    11 Dicembre 2011 at 17:05

    Tranquilli, stiamo parlando di Raikkonen, non di Fisichella..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati