Formula 1 | Sainz ancora sfortunato: “McLaren, le cose gireranno dalla nostra parte”

Norris sul contatto al primo giro con Kvyat: "Ha rovinato la nostra gara, sono stato colpito"

Formula 1 | Sainz ancora sfortunato: “McLaren, le cose gireranno dalla nostra parte”

Intervistati dal sito ufficiale della McLaren, Carlos Sainz e Lando Norris hanno analizzato la sfortunata gara di Shanghai, che li ha visti entrambi coinvolti nella collisione al primo giro con la Toro Rosso di Daniil Kvyat.

CARLOS SAINZ
Casella di partenza: 14ª
Piazzamento finale: 14° (+1 giro)
“Un’altra giornata frustrante. È stato impossibile evitare la Toro Rosso, così un’altra situazione fuori dal nostro controllo ha rovinato la gara e, questa volta, sfortunatamente, ha coinvolto entrambe le nostre vetture. È stato un vero peccato perché il nostro passo gara era buono e riuscivo a gestire bene il degrado: penso che avessimo una chance per lottare per i punti. Senza dubbio, la macchina andava meglio in gara che in qualifica. Preferisco continuare a pensare alle cose positive ed essere paziente, perché le cose alla fine gireranno dalla nostra parte. Sono abbastanza felice della macchina, molto felice del team, dei miei ingegneri, meccanici”.

LANDO NORRIS
Casella di partenza: 15ª
Piazzamento finale: 18° (ritiro al giro 50)
“La mia partenza è stata abbastanza buona, ho recuperato alcune posizioni prima della curva 3 , fin quando mi sono trovato vicino a Kimi (Raikkonen, ndr). Poi, mentre ero all’esterno in curva 6, sono stato colpito (da Kvyat, ndr) e sono andato in aria. Il contatto ha danneggiato la macchina, ho perso un po’ di posizioni e sono andato ai box. Questo ha praticamente rovinato la nostra gara. Non avevo un gran passo dopo i danni al fondo, ma il ritmo di Carlos sembrava davvero buono. A parte i tre top team, lui sembrava il migliore del resto del gruppo. La macchina aveva del potenziale oggi, ma la collisione ha rovinato tutto”.

Formula 1 | Sainz ancora sfortunato: “McLaren, le cose gireranno dalla nostra parte”
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati