F1 | Villeneuve sul fallimento McLaren a Indianapolis: “Servirà da lezione”

Sul dominio Mercedes ha aggiunto: "Impossibile agganciarli con queste normative"

Villeneuve ha commentato il fallimento della McLaren alla Indy500, sottolineando come la corsa negli Stati Uniti sia una delle già complesse al mondo
F1 | Villeneuve sul fallimento McLaren a Indianapolis: “Servirà da lezione”

Intervistato dalla stampa sul recente fallimento di Fernando Alonso in IndyCar, Jacques Villeneuve ha puntato il dito contro la scelta della McLaren di affrontare questa complessa avventura senza il supporto di un partner estremo, come d’altronde avvenuto due anni fa con Andretti, sottolineando come la Indy500 sia la corsa più complicata e complessa al mondo.

Volare in America senza il contributo esterno di un team esperto, infatti, ha portato la scuderia inglese a mancare la qualificazione alla gara, generando un bel pò di polemiche attorno alla figura della squadra, visto anche l’obiettivo ‘Triple Crown’ più volte sbandierato dallo spagnolo nelle ultime settimane.

Un KO durissimo che alla McLaren, secondo il canadese, servirà da lezione per quello che riguarda i possibili impegni in America a partire dalla prossima stagione.

“Sono sicuro che il fallimento in America servirà da lezione per la McLaren”, ha dichiarato Jacques Villeneuve alle colonne del quotidiano Marca. “Parliamo della gara più difficile del globo e volevano affrontarla da soli, senza il supporto il un team esperto. Un scelta forte, dato che è qualcosa di estremamente complesso da preparare”.

Per quanto riguarda Alonso, invece, Villeneuve ha sposato l’idea dello spagnolo, evidenziando come l’obiettivo della ‘Triple Crown’ sia qualcosa di ambizioso: “Sa che non può battere tutti i record presenti in Formula 1 e questo lo porta a voler vincere tutto”.

Conclusione infine sul dominio Mercedes: “E’ terribile per la Formula 1. Questo dominio è presente ormai da un sacco di tempo e ritengo che per le squadre sia impossibile sconfiggerli con questo tipo di normative”.

F1 | Villeneuve sul fallimento McLaren a Indianapolis: “Servirà da lezione”
5 (100%) 3 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti
  1. Zac

    5 giugno 2019 at 11:17

    Le normative cambiano ogni anno, ma il divario rimane.
    Le altre squadre accampano sempre scuse per giustificare la tardiva comprensione delle nuove regole, ma il problema è la capacità tecnica, non le regole.
    Se la McLaren avesse il potenziale tecnico per vincere in F1, sarebbe vincente anche a Indianapolis.

  2. Raphael

    5 giugno 2019 at 13:16

    Finalmente qualcuno che timidamente ha il coraggio di parlare, con queste norme recuperare è difficile, certamente ogni anno cambiano ma per essere sempre più restrittive, chi trova la chiave per andare forte non può essere più superato da nessuno al massimo raggiunto, le norme non permettono di compensare un deficit migliorando un altro settore della monoposto, è impossibile migliorare entro certi limiti un attrezzo sportivo omologato. Per gli americani tutto questo è una cosa positiva, bisogna solo attendere che tutti i team arrivino al massimo della prestazione e che la monoposto arrivi ad essere tutta omologata.
    Sono passati decenni da quando chi amava la F1 e il motorsport guardava irridendola la Formula Indy, oggi la F1 è messa peggio della Formula Indy di allora.

  3. Zac

    6 giugno 2019 at 09:00

    Mwoah! Questi vincerebbero anche con le carriole, fermo restando che il regolamento è paranoico, non tanto per le squadre, quanto per gli spettatori (vedi i barbatrucchi come i pit stop, le safety car, ecc. ecc.).

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Lando Norris votato come miglior rookie del 2019

Il britannico ha ricevuto il 76% delle preferenze, precedendo Albon e Russell nel sondaggio promosso da Formula1.com
Lando Norris è stato votato come miglior debuttante della stagione 2019 nel sondaggio indetto da Formula1.com. Alla guida della McLaren