F1 | Venerdì di studio per la Red Bull

P7 per Verstappen e P12 per Albon nelle FP2 di Sochi

In casa Milton Keynes c'è ancora del lavoro da fare
F1 | Venerdì di studio per la Red Bull

Quello andato in scena a Sochi, dove si è aperto il weekend del Gran Premio di Russia, è stato un venerdì non certo entusiasmante in casa Red Bull per quel che riguarda la classifica dei tempi. La scuderia di Milton Keynes ha infatti concluso la seconda sessione di prove libere non andando oltre la settima piazza con Max Verstappen e la dodicesima con Alexander Albon.

Nonostante le difficoltà patite sul giro secco, i due alfieri della Red Bull hanno girato parecchio al pomeriggio: Verstappen ha percorso 30 giri e Albon 31.

In generale sappiamo che questa pista non è la migliore per noi, ma abbiamo provato diversi livelli di carico aerodinamico in entrambe le sessioni per vedere quale fosse l’opzione migliore. Penso che avremmo potuto fare meglio nelle FP2, ma abbiamo testato molte cose sulla macchina – ha dichiarato Verstappen – Alcune cose hanno funzionato e altre no, ma ora abbiamo delle buone idee per domani. Penso che le qualifiche saranno difficili e non sono sicuro che possiamo essere tra i primi tre, ma in gara sembriamo un più competitivi e sono felice. Anche la Renault sembra competitiva ma dobbiamo guardare noi stessi, assicurandoci di trovare il giusto compromesso per i livelli di carico aerodinamico e di avere una macchina stabile. So che le qualifiche saranno serrate e c’è ancora un po’ di lavoro da fare per assicurarci di finire sul podio, ma penso saremo nella lotta”. 

Questa non è stata una delle nostre piste più forti ed è difficile dire se sia cambiata o meno dopo le sessioni di prove odierne – ha ammesso Albon – Ci sono alcuni dati da esaminare ora, mentre abbiamo provato cose diverse sulla mia e sull’auto di Max quindi speriamo di poter trovare qualcosa di buono tra le due che funzioni. Sapevamo che sarebbe stato difficile venire qui, il gruppo di centro ha fatto un grande passo rispetto allo scorso anno quindi sarà serrato come dimostrano i tempi oggi. Non è andata male, ma allo stesso modo non siamo stati veloci. In un circuito come questo è solo una questione di cura delle gomme, devi avere un ottimo bilanciamento in macchina. Se sei bravo nei run corti lo sei anche nei lunghi, ma al momento ci mancano entrambi”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati