F1, Pirelli favorita per fornitura gomme dal 2017

I cerchi potrebbero restare da 13 pollici anche in futuro

F1, Pirelli favorita per fornitura gomme dal 2017

Pirelli sarebbe ancora favorita nella gara per la fornitura di gomme per il mondiale di Formula 1 a partire dal 2017. L’ingresso di Michelin nella categoria regina è di colpo diventato meno probabile.

La FIA ha già avviato il nuovo processo di selezione del fornitore per il contratto dal 2017 al 2019 e la Pirelli ha già annunciato che presenterà la sua richiesta. “Il 27 giugno presenteremo la nostra offerta” ha dichiarato la scorsa settimana il presidente di Pirelli, Marco Tronchetti Provera. E a proposito dell’interesse di Michelin ha dichiarato: “Vedremo chi ci sarà il 17 giugno”.

Michelin avrebbe rinunciato alla condizione di avere un altro concorrente per una nuova “guerra delle gomme” in F1 ma l’azienda francese pretende cambiamenti tecnici importanti come il passaggio dai tradizionali cerchi da 13 pollici a quelli da 18 o 19 pollici. Una misura che sta sperimentando anche Pirelli ma improvvisamente in Canada i team hanno fatto intendere che difficilmente si abbandoneranno i cerchi da 13 pollici.

“Come ha detto Paddy Lowe (Mercedes), il diametro dei cerchi resterà lo stesso ma la larghezza delle gomme potrebbe variare” ha dichiarato James Allison, direttore tecnico della Ferrari.

Secondo la rivista Speed Week sia Bernie Ecclestone che la FIA sono contrari all’idea di lasciar dettare alla Michelin le regole per gli pneumatici e il boss della F1 sarebbe inoltre favorevole alla permanenza di Pirelli.

Anche la Mercedes si è detta più soddisfatta del fornitore italiano: “Siamo molto contenti di Pirelli” ha dichiarato Toto Wolff al giornale La Presse. “Fanno un grande lavoro. Ogni volta che gli chiediamo qualcosa, lo fanno. Personalmente, sono convinto che sarebbe positivo continuare con Pirelli”.

F1, Pirelli favorita per fornitura gomme dal 2017
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. corallo70

    7 giugno 2015 at 13:00

    Probabilmente Pirelli è più propensa agli imbrogli, come ha fatto fino adesso

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati