F1 | Montezemolo: “Ferrari è già uscita da momenti difficili”

"Ci vuole del tempo, ma ci sono tutte le condizioni per poterlo fare", ha affermato l'ex Presidente

Montezemolo è stato intervistato da Sky Sport durante la festa per i 1000 Gran Premi
F1 | Montezemolo: “Ferrari è già uscita da momenti difficili”

In una chiacchierata concessa ai microfoni di Sky Sport durante la festa Ferrari per i 1000 Gran Premi in Formula 1, Luca Cordero di Montezemolo ha analizzato le difficoltà che sta affrontando la Rossa in questo campionato, sottolineando come la Scuderia abbia tutte le carte in regole per ritornare al livello di competitività espresso in passato e fino al 2018.

“Io ho avuto la fortuna di vivere diverse ere, prima come giovane direttore sportivo, innanzitutto di stare vicino a Enzo Ferrari; di vincere due meravigliosi mondiali con Niki, nel ’75 proprio a Monza e nel ’77 e di perderne uno per mezzo punto”, ha dichiarato Luca Cordero di Montezemolo. “Ne ho persi tanti di mondiali all’ultima gara”.

“Poi l’era di Michael indimenticabile e la bellissima vittoria di Kimi”, ha aggiunto. “Quindi ho avuto la fortuna di vincere in epoche diverse 19 campionati del mondo tra piloti e costruttori, ma anche di perdere tante volte all’ultima gara. Ne cito 3, il famoso ’97 con Michael nell’incidente con Villeneuve, nel 2008 quando Felipe aveva tagliato il traguardo Campione del mondo e negli ultimi metri lo perse, e poi nel 2010 con Alonso e anche nel 2012 sempre all’ultima gara. Quindi dei bei momenti, con grandi piloti, in una scuderia straordinaria”.

“La Ferrari, lo posso dire per averlo vissuto in prima persona, è sempre stata capace di uscire da momenti difficili”, ha proseguito. “non ci dobbiamo dimenticare che quando vincemmo il Mondiale con Lauda nel ’75 erano dodici anni che la Ferrari non vinceva e Ferrari era veramente molto molto dispiaciuto; quando vincemmo con Michael nel 2000 erano addirittura 21 anni. C’è tempo, io ho fiducia che ci sia un buon futuro e che la Ferrari abbia tutte le capacità di passione e di competenze per uscire da un momento che obiettivamente è molto difficile”.

“Sono due: nel 75′ Clay Regazzoni vince il Mondiale a Monza e davanti al nostro pubblico Niki diventa campione del mondo dopo 12 anni. E mi ricordo che chiamai Ferrari ed era veramente commosso al telefono. Ottobre 2000: Michael Schumacher vince il Mondiale dopo 21 anni e fu una giornata straordinaria, indimenticabile dopo anni di duro lavoro, di riorganizzazione e ristrutturazione della squadra. Quindi l’augurio che posso fare alla Ferrari come tifoso è che si riparta con la stessa convinzione e determinazione, ci vuole del tempo ma ci sono tutte le condizioni per poterlo fare”, ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati