F1 | McLaren, a Singapore rischio penalità per Vandoorne

Bouiller: "Ancora non siamo sappiamo se dovremo cambiare la sua unità MGU-K"

F1 | McLaren, a Singapore rischio penalità per Vandoorne

Il doppio tonfo di Monza e Spa-Francorchamps ha lasciato diversi strascichi in casa McLaren. I numeri da brividi (tre ritiri e zero punti) messi a segno dalla scuderia inglese, hanno confermato, se ce ne fosse stato ancora bisogno, la fragilità della Power Unit Honda. Un calvario, questo, destinato a proseguire: nel prossimo GP di Singapore, infatti, Stoffel Vandoorne potrebbe essere penalizzato per via del problema al motore che lo ha costretto al ritiro a Monza. Un intoppo simile a quello riscontrato, sempre dal pilota belga, nelle Q3 italiane: Ancora non siamo sappiamo se dovremo cambiare l’unità MGU-K” – ha dichiarato Eric Boullier, Racing Director McLaren. “È un problema riparabile, anche il motore (in qualifica) era riparabile, solo che non abbiamo avuto tempo sufficiente prima della gara a causa del parco fermo”.

Un’eventuale penalità sarebbe però un brutto colpo, considerando che il weekend di Singapore è uno dei più attesi dell’anno per il team di Woking. Il tortuoso tracciato di Marina Bay, infatti, dovrebbe trascurare i limiti del motore Honda ed esaltare i punti di forza della MCL32, proprio come successo in Ungheria, quando Alonso e Vandoorne conclusero la gara rispettivamente al 6° e 10° posto: “Il nostro obiettivo a Singapore è quello di portare entrambe le vetture in Q3. Penso che sia il secondo circuito migliore per noi, dietro Budapest” – ha affermato Bouiller.

Federico Martino

F1 | McLaren, a Singapore rischio penalità per Vandoorne
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. frency

    8 settembre 2017 at 18:53

    Che disastro brrrrrr!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati