F1 | La nuova Ferrari e i piloti: Leclerc incalza Vettel, per Seb tempi duri o riscatto definitivo

Vettel ha perso dei punti fermi in squadra, ma una sua frase fa ben sperare

F1 | La nuova Ferrari e i piloti: Leclerc incalza Vettel, per Seb tempi duri o riscatto definitivo

Che Ferrari sarà? E’ una domanda che aleggia nell’aria da un po’, è il risultato dello scossone voluto dai vertici, della promozione di Binotto a plenipotenziario del team, in attesa magari di affiancargli un manager che gli sia complementare, meno addentro ai magnifici numeri e alla fabbrica, ma più scafato nel parlare politichese.

Omnia cum tempore, è tutto incognita e divenire, è una Rossa che ha voluto recidere col più recente passato per proiettarsi rinnovata alla rincorsa alla Mercedes. “Volevamo rafforzare la struttura organizzativa del team con una figura dalle indubbie competenze tecniche” così il presidente Elkann alla Gazzetta sulla nomina del “governo tecnico”, una scelta che dovrebbe portare ad una Ferrari più corsaiola e si spera affiatata al massimo in fabbrica, senza polemiche o malumori tra piano di sotto e piano di sopra, ma guidata da un tecnico di casa stimato da tutto il folto gruppo di lavoro. Binotto premier e primus inter pares, secondo il modello orizzontale varato da Marchionne.

Ma c’è anche un’altra domanda sulla nuova Ferrari, soltanto sussurrata sottovoce, come se non se ne potesse parlare apertamente, ovvero: come si colloca Sebastian Vettel in tutto ciò? Il tedesco, punta di diamante e finalizzatore dello scacchiere rosso, pilota strapagato (si parla di quaranta milioni di euro netti all’anno), è ancora al centro del progetto del Cavallino?

Non c’è risposta, a meno di non voler andare a sensazioni. Sebastian è reduce da una stagione disgraziata, ed è il primo a volersi riscattare e dimostrare di essere ancora il fuoriclasse che conosciamo. D’altro canto però le sue istanze di rinnovo in favore di Kimi Raikkonen sono state completamente ignorate e la Rossa ha deciso di affiancargli Charles Leclerc, il cui talento leggiadro e genuino può rivelarsi una lama tagliente e velenosa, prima di tutto sull’animo già provato di Seb. ”

Posso solo imparare da un campione come Vettelripete come un disco rotto Charles, mentre però non tira indietro la gamba in contrasto, quando angelico afferma: “Il mio obiettivo è vincere con la Ferrari“. Lo stesso Jock Clear, che sarà ingegnere di pista di Leclerc ha parlato di “grande potenziale da maneggiare con cura…” come se il monegasco fosse un ordigno pronto ad esplodere e a prendersi la scena. Un po’ come Binotto con Arrivabene. Alla fine sappiamo chi l’ha spuntata. E Vettel “orfano” di Kimi come lo possiamo considerare? Orfano anche di Arrivabene e quindi un po’ più solo nel team oppure libero da Arrivabene? Anche sul punto ci sono visioni fortemente contrastanti e le voci non sono unanimi.

Ricordiamo però una frase molto sibillina del tedesco, detta nel suo periodo più nero: “Quest’anno molte cose non sono andate bene, anche io ho avuto dei problemi, dobbiamo parlarne con il team e agire in inverno, non è niente di irrisolvibile“. Ma allora sei ancora sul pezzo condottiero Seb?

Antonino Rendina


F1 | La nuova Ferrari e i piloti: Leclerc incalza Vettel, per Seb tempi duri o riscatto definitivo
3.3 (66.75%) 83 votes
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. Brunoh

    15 gennaio 2019 at 16:58

    Vettel non parla mai a vanvera, alcuni giornalisti si…

  2. Victor61

    15 gennaio 2019 at 18:16

    “…condottiero Seb”??? ah, ah, ah ah, Rendina sei uno spettacolo…ma cosa ci vuole per farti capire certe cose?? ridicolo

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Piccole anticipazioni sulla McLaren 2019

Sui suoi account social, infatti, è stato "svelato" il design scelto per i numeri dei piloti sulla vettura
La McLaren ha annunciato la data di presentazione della sua vettura 2019. Si chiamerà MCL34 e il prossimo 14 febbraio