F1 | Hamilton: “Sono in competizione con me stesso”

"La vera sfida sarà arrivare in Austria come se avessimo già fatto otto gare"

L'inglese teme il primo approccio con la macchina dopo tanti mesi di inattività
F1 | Hamilton: “Sono in competizione con me stesso”

La cosa che temono di più i piloti di Formula 1 sarà il ritorno al volante dopo tutti questi mesi di inattività. Se i piani vanno come da programma, la stagione 2020 inizierà il prossimo 5 luglio in Austria, ciò vuol dire che saranno passati sette mesi dall’ultima volta che i piloti hanno macinato chilometri sulle loro monoposto, in occasione dei test pre-stagionali.

“Spero di essere in forma -ha dichiarato Lewis Hamilton in una video intervista per Mercedes- probabilmente, quando arriveremo alle prime prove libere, saremo tutti arrugginiti. Ho parlato al telefono con la mia squadra, con Bono (l’ingegnere di corsa Peter Bonnington, ndr) e con James (Wowles, capo della strategia) per cercare di discutere con loro un piano. Probabilmente dovrò stare al simulatore, non è una cosa che amo ma è giusto utilizzare questi strumenti per assicurarci che quando arriveremo alla prima gara, saremo pronti come se non ne avessimo saltata nessuna. La vera sfida però sarà arrivare in Austria come se avessimo già fatto otto gare. Non so se saremo in grado di farlo, ma è un buon obiettivo”.

Lewis Hamilton avrà un target importantissimo per la stagione 2020: vincere il settimo mondiale ed eguagliare così Michael Schumacher. Quando gli è stato chiesto dalla rivista italiana Style di nominare il suo avversario più tosto, il britannico non ha esitato:

“Nel corso degli anni ho guidato contro alcuni piloti di grande talento e tutti hanno affrontato le proprie sfide, ma alla fine sono in competizione con me stesso: sono il mio critico più duro”.

Con i suoi tredici anni in Formula 1, il sei volte campione del mondo ha ammesso di non essere intimorito dalla competizione con due giovani agguerriti come Charles Leclerc e Max Verstappen:

Penso che a volte le persone confondano l’aggressività con la passione. Per avere successo in questo sport devi essere appassionato quando corri e avere la mentalità per spingerti a vincere. Le nuove generazioni vorranno sempre sfidare i piloti più anziani e lasciare il segno, ma quando la velocità affronta l’esperienza, non è mai facile”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti

Articoli correlati

News F1

F1 | Il GP d’Italia 2020 sarà a porte chiuse

Il sindaco di Monza ha inoltre annunciato la permanenza dell'Autodromo brianzolo nel Circus fino al 2025
Il Gran Premio d’Italia 2020 si svolgerà ma senza quella cornice di pubblico che lo rende un appuntamento magico. Il