F1 | Hakkinen: “Il livello dei talenti in Formula 1 è il migliore di sempre”

"Ci sono molti motivi per aspettare il 2018"

F1 | Hakkinen: “Il livello dei talenti in Formula 1 è il migliore di sempre”

Il due volte campione del mondo finlandese, ha dichiarato che il livello di talento presente tra i piloti della griglia di partenza non ha precedenti nella storia della Formula 1.

In merito al 2017, attraverso il suo blog “Unibet”, Hakkinen ha espresso i suoi pareri sui top drivers del mondiale:

“Il traguardo raggiunto da Lewis Hamilton è impressionante, dimostra che ha sempre avuto fame di vittoria. Dopo che ho vinto i mondiali nel 1998 e nel 1999, ho affrontato l’inizio del 2000 con l’obiettivo di portarmi a casa anche il terzo, ma così non è stato. Dopo quell’anno, ho avvertito un calo di energie e dopo poco tempo ho deciso di ritirarmi”.

Ovviamente, non poteva mancare un commento sul suo connazionale, Valtteri Bottas:

“Mi ha fatto molto piacere vederlo vincere due gran premi. E’ un ragazzo forte e bilanciato; le due vittorie hanno dimostrato che è capace. A metà stagione ha avuto dei momenti difficili ma so quando ha lavorato sodo per arrivare dov’è ora e potete starne certi che durante la pausa si concentrerà sul prossimo anno”.

Secondo Hakkinen, la rivelazione dell’anno è stato Max Verstappen:

“E’ emozionante vederlo guidare. Le due vittorie in Malesia e Messico hanno dimostrato che lui e il team sono più forti e la vittoria di Daniel Ricciardo a Baku, significa che Ferrari e Mercedes non possono rilassarsi”.

Ma a parte i top team, a rendere lo spettacolo ancora più eccitante, sono stati i giovani:

“Stoffel Vandoorne, Esteban Ocon e Carlos Sainz Jr sono emozionanti da vedere. Se consideriamo che i loro compagni di squadra Fernando Alonso, Sergio Perez ma anche Nico Hulkenberg sono veloci, questo dimostra che il livello di talento della Formula 1 è il migliore di sempre”.

Il campione finlandese ha voluto spendere qualche parola anche sulla McLaren che ha affrontato un mondiale piuttosto difficile:

“Sono sicuro che Mercedes sarà ancora il team da battere ma la Ferrari farà tesoro di quello che ha imparato quest’anno. So che alla McLaren sono entusiasti di iniziare un nuovo capitolo e c’è tanta determinazione di vincere ancora dopo queste stagioni negative. Zak Brown è uno dei ragazzi più ambiziosi nel paddock della Formula 1. Con Renault poi faranno sicuramente dei progressi mentre Honda cercherà di rifarsi la reputazione con Toro Rosso. Alfa Romeo supporterà Sauber, quindi ci sono molti motivi per aspettare il 2018”.

Jessica Cortellazzi

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati