F1 | GP Francia, Isola commenta le strategie adottate a Le Castellet

Bene la strategia media-hard, difficoltà invece per i piloti scattati con mescola soft

Il GP di Francia ha confermato i valori mostrati nella giornata di venerdì, con la mescola già morbida andata in difficoltà dopo pochi giri a causa del carico verticale
F1 | GP Francia, Isola commenta le strategie adottate a Le Castellet

Poca varietà strategica nell’ultimo Gran Premio di Francia, ottavo appuntamento di questo mondiale 2019 di Formula 1.

Come annunciato nel corso della giornata di ieri, infatti, la strategia a singolo stop (media-hard.ndr) ha premiato i piloti scattati nelle prime file della griglia di partenza, offrendogli una strategia molto più constante, soprattutto in termini di ritmo. Bene anche la stessa invertita, ovvero hard-media, adottata più che altro dai piloti autori di una pessima qualifica nel corso della giornata di ieri.

Capitolo diverso invece per gli alfieri entrati in Q3 con mescola soft, vedi ad esempio Antonio Giovinazzi, visto che quest’ultimi sono stati penalizzati da una strategia complessa e molto più lenta rispetto a tutti gli avversari

“Il Gran Premio di Francia ha dimostrato tutte le potenzialità delle monoposto attuali, più veloci e prestazionali rispetto al 2018, con temperature asfalto tra le più alte registrate finora in questa stagione”, ha dichiarato Mario Isola, Responsabile F1 e Car Racing di Pirelli. “La maggior parte dei piloti ha scelto una strategia medium-hard, la stessa che avevamo indicato quale la migliore per questa gara”.

“Nonostante le temperature asfalto davvero elevate e la pista in continua evoluzione durante tutto il fine settimana, le prestazioni dei pneumatici sono state molto buone. Adesso ci prepariamo per l’Austria, primo back to back della stagione”, ha concluso.

F1 | GP Francia, Isola commenta le strategie adottate a Le Castellet
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati