F1 | Ferrari, Binotto sulla coppia Leclerc-Sainz: “Sono convinto della scelta, ma non è stato facile l’addio a Vettel”

"Charles è già dentro la squadra. Carlos ha fatto la giusta scelta e ne è consapevole", ha dichiarato il team principal di Maranello intervistato da Sky Sport F1

F1 | Ferrari, Binotto sulla coppia Leclerc-Sainz: “Sono convinto della scelta, ma non è stato facile l’addio a Vettel”

Dal prossimo anno la Ferrari conterà su una nuova line-up composta dall’oramai certezza Charles Leclerc e da Carlos Sainz, con lo spagnolo che prenderà il posto di Sebastian Vettel promesso sposo dell’Aston Martin. Un’autentica inversione di tendenza rispetto ai tempi di Michael Schumacher, con il quale ha lavorato a stretto Mattia Binotto. Proprio l’attuale team principal della Rossa, intervistato da Sky Sport F1, ha discusso della scelta di mercato operata dal Cavallino.

Michael è stato il più grande, averci lavorato a stretto contatto si impara molto. È proprio un leader. Charles entusiasma il tifoso, ma entusiasma anche noi internamente – ha ammesso Binotto – Questo entusiasmo la sta trasmettendo alla squadra. Sarebbe piaciuto tantissimo a Enzo Ferrari perché ci sono delle caratteristiche simili a Gilles (Villeneuve, ndr). Carlos lo vedo come un leader è uno che lavoro tantissimo e unisce il gruppo di ingegneri. Richiede sempre di più, anche se giovane ha già tanti anni di Formula Uno e se uno guarda al suo percorso e al suo modo di arrivare alla migliore prestazione è fatto di apprendimento. Sono fermamente convinto della scelta dei due piloti. Desiderata, voluta e credo i piloti siano l’ultimo dei nostri problemi”.

Parlando poi della gestione di Leclerc e di Sainz che attende il team ha aggiunto: “Charles è già dentro la squadra. Se la Ferrari domani andrà forte deve passare anche attraverso il suo contributo. Sta crescendo come leadership, nelle difficoltà non è mai stato critico se non nei team radio che ci stanno. Vuole contribuire a far crescere la squadra. Sta maturando e si vede nei momenti di difficoltà, ne sono molto soddisfatto. Carlos ha fatto la giusta scelta e ne è consapevole”.

Da Sainz che rappresenta il futuro a Vettel che invece tra qualche mese rappresenterà il passato della Ferrari. Parlando dell’addio del tedesco, terzo pilota di sempre nella storia di Maranello per numero di vittorie alle spalle di Michael Schumacher e Niki Lauda, Binotto ha ricordato il giorno della chiamata nella quale ha comunicato al quattro volte campione del mondo la volontà di non rinnovare il contratto in scadenza a fine 2020.

Ero a casa. Prima di chiamarlo ho ripetuto tre volte cosa dirgli – ha detto il team principal di Maranello – La scelta non è stata facile perché di base vogliamo bene a Seb, per quello che è stato per come si è sempre comportato e per quello che ha dato alla nostra scuderia. Poi bisogna avere la lucidità di fare le scelte guardando al futuro, ed è su questi ragionamenti razionali che uno trova la forza per affrontare il team in modo trasparente. Non ha riattaccato, ma è una persona molto intelligente. Anche il modo con cui si sta comportando quest’anno, nelle difficoltà, mai negativo. È una persona di rispetto e rispettabile”.

Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati