F1 | Ecclestone si schiera dalla parte di Wolff in merito alla questione budget cap: “Come si può controllare la ricerca fuori dalla factory principale?”

"Jean Todt ha già lavorato al budget cap, ma è un argomento complesso", ha affermato l'inglese

L'ex Boss della FOM si è schierato dalla parte dell'austriaco, sottolineando come il budget cap sia un argomento non di semplice risoluzione
F1 | Ecclestone si schiera dalla parte di Wolff in merito alla questione budget cap: “Come si può controllare la ricerca fuori dalla factory principale?”

Intervistato da Auto Bild sulla questione budget cap, Bernie Ecclestone si è schierato dalla parte di Toto Wolff, sottolineando come uno dei punti principali del discorso tra Liberty Media e le squadre sia la verifica dei costi portati avanti dai gruppi tecnici.

Il Manager della Mercedes, ricordiamo, aveva posto l’accento su un argomento poco discusso in queste settimane, ovvero il sistema di verifica con cui la FIA dovrebbe far rispettare i paletti imposti dal tetto spese.

Bernie Ecclestone, proprio in tal senso, si è unito al pensiero del Direttore esecutivo della scuderia anglo-tedesca, evidenziando come al momento non esista un metodo di assistenza efficace che blocchi i programmi di sviluppo fuori dalla factory.

“Jean Todt ha già lavorato al budget cap, ma come si può controllare la ricerca fuori dalla factory principale?”, ha dichiarato il Manager britannico. “Come si può scoprire se ad esempio Mercedes porta avanti un programma di sviluppo all’interno della sua sede di Stoccarda? E’ un argomento di primaria importanza, ma che ancora non ha trovato una sua risoluzione”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati