F1 | Covid-19, Renault ufficializza le limitazioni lavorative

A Viry-Châtillon si lavorerà part-time per le prossime 12 settimane, chiusura invece per gli impianti di Enstone con licenziamenti provvisori

"Dobbiamo utilizzare tutte le misure a nostra disposizione per superare al meglio questo lungo periodo di incertezza e inattività", ha dichiarato l'ad Renault Sport Cyril Abiteboul
F1 | Covid-19, Renault ufficializza le limitazioni lavorative

Attraverso un comunicato stampa la Renault ha reso noto le restrizioni lavorative che sono state prese nelle fabbriche di Viry-Châtillon e di Enstone in seguito all’emergenza Covid-19. Per quel che riguarda il quartier generale francese, le attività sono part-time dal 6 aprile e si estenderanno fino alle prossime 12 settimane. Questo periodo può essere ridotto o esteso a seconda dell’andamento della pandemia.

A partire dal 1° aprile la stragrande maggioranza del personale di Enstone ha subito un licenziamento provvisorio, come accaduto per altre scuderie con sede in Gran Bretagna, fino al 31 maggio. La Renault ha inoltre deciso di destinare l’importo stanziato dal governo britannico per garantire l’80% della retribuzione effettiva per tutti i membri del team. Gli stipendi del personale attivo, compresi i dirigenti, subiranno la stessa riduzione.

Le difficili circostanze umane e sanitarie che stiamo vivendo e il rigoroso blocco in Francia e Inghilterra, così come nella maggior parte dei paesi organizzatori dei GP, non ci consentono ancora di misurare l’impatto sul nostro sport. Dobbiamo quindi utilizzare tutte le misure a nostra disposizione per superare al meglio questo lungo periodo di incertezza e inattività, proteggendo nel contempo l’intero team che abbiamo creato negli ultimi quattro anni”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Renault Sport Cyril Abiteboul.

Leggi altri articoli in News F1

Articoli correlati