F1 | Alfa Romeo, Raikkonen: “Dobbiamo essere contenti”

Giovinazzi: "E' stato un incidente molto pericoloso"

F1 | Alfa Romeo, Raikkonen: “Dobbiamo essere contenti”

Nella gara pazza del Mugello conclusa dopo tre ripartenze, il pilota dell’Alfa Romeo Racing ORLEN, Kimi Raikkonen, ha concluso con un soddisfacente nono posto, nonostante la penalità di 5 secondi per un’infrazione all’entrata in pit-lane.

“Sicuramente non è stata la gara più fluida ma alla fine siamo riusciti a portare a casa alcuni punti, quindi possiamo esserne contenti. La mia gara è iniziata piuttosto male, non sono sicuro di cosa sia successo esattamente alla curva due ma sono stato colpito e ho subito molti danni. Probabilmente chi mi ha colpito non si aspettava che il gruppo rallentasse quanto noi, ma in ogni caso l’incidente mi ha tolto parte del fondo e della mia ala anteriore. I danni hanno reso molto pessima la manovrabilità della vettura e abbiamo faticato con il bilanciamento: abbiamo perso molto carico aerodinamico ma alla fine siamo riusciti comunque a spingere a un ritmo discreto. Ho fatto un pit-stop lento ma fortunatamente la seconda bandiera rossa ci ha riportato in battaglia. Poi ho avuto una penalità per aver oltrepassato la linea di ingresso ai box, cosa che non ha aiutato, ma dopo la seconda bandiera rossa sono stato comunque in grado di fare dei bei giri e alla fine ho perso solo una posizione. Non è stata una gara perfetta ma nonostante tutti i problemi, abbiamo comunque portato a casa due punti importanti. È un po’ un peccato perché abbiamo fatto dei buoni progressi e penso che avremmo potuto finire ancora più in alto con un pomeriggio senza problemi, ma speriamo di migliorare nei prossimi eventi”.

Gara sfortunata per Antonio Giovinazzi, coinvolto nel tamponamento in rettilineo dopo l’uscita della Safety Car:

“È davvero frustrante finire una gara come questa, senza aver fatto davvero un solo giro, anche se sono contento per la squadra che ha fatto punti. Avevo fatto un’altra buona partenza, recuperando fino alla 14 esima piazza: mi sentivo a mio agio in macchina e chissà come sarebbe potuta andare la gara. Non posso dire molto sull’incidente, tranne che è stata una situazione molto pericolosa. Tutti intorno a me erano già a tutta velocità, ma all’improvviso Magnussen si è quasi fermato in mezzo alla pista. Latifi lo ha evitato ma io non ho fatto in tempo, ho colpito la parte posteriore sinistra. Per fortuna, nessuno si è infortunato, ma è stato un incidente molto pericoloso. Con un rettilineo così lungo, questo sarà sempre un problema e dobbiamo pensare a come evitare che questa situazione si ripeta in futuro”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati