F1 2014: ecco il sistema di penalità dei nuovi motori turbo V6

Penalizzazioni dopo l'utilizzo del sesto esemplare di una delle sei componenti principali

F1 2014: ecco il sistema di penalità dei nuovi motori turbo V6

Il nuovo regolamento sportivo della F1 definisce anche il modo in cui saranno applicate penalità in griglia per la stagione 2014 con i nuovi motori V6 turbo da 1.6 litri.
Nel 2014 la power unit sarà divisa in sei moduli separati con un massimo di cinque esemplari ammessi durante la stagione.

Questi elementi sono il motore a combustione, il generatore dell’unità di recupero dell’energia, il generatore per il motore elettrico, l’accumulatore di energia, il turbo e l’elettronica di controllo.

Quando un team userà il sesto esemplare di uno qualsiasi dei sei moduli subirà una penalizzazione di dieci posizioni in griglia, e dopo il sesto esemplare sarà comminata una penalità di cinque posizioni in griglia.

Per il settimo e l’ottavo esemplare sarà comminata rispettivamente una penalità di dieci e cinque posizioni e così via per gli esemplari successivi. Se sarà sostituita l’intera power unit il pilota dovrà partire dalla pitlane.

Se un pilota si sarà qualificato troppo indietro in griglia per scontare l’interà penalità, le posizioni mancanti saranno scontate nel GP successivo.

Altra modifica riguarda i cambi: dovranno essere usati per sei GP consecutivi.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

19 commenti
  1. brandox

    13 dicembre 2013 at 19:45

    Sinceramente a me queste nuove regole non mi piacciono molto.Troppo restrittive…..5 motori in 19 gp mi sembrano pochini.Ovviamente dovranno essere affidabili per 4 gp e di conseguenza avere prestazioni”modeste”.Ma questa è formula 1 non gp2,dov’è la logica?

    • Revolver

      13 dicembre 2013 at 23:45

      Non c’è

    • amico di frederick

      15 dicembre 2013 at 16:55

      spero di aver capito male le nuove regole perche’: come diamine puo’ una turbina di una formula uno durare per almeno 4 gp! su circa 20 gp devono usarne solo cinque! si romperebbe prima una turbina di una macchina di serie usata per 5 gp cioe’ per 300 per 5= 1500 km a tutto gas! ma le regole chi le fa un cerebroleso? cosa, le turbine le devono fare di acciaio per non rompersi???

      • amico di frederick

        15 dicembre 2013 at 17:01

        formula uno 2014: regola per vincere il mondiale, non stressare mai auto, motore, kers, freni, cioe’ guidate con prudenza!: 1) non fare mai la pole position 2) guidare come dei tassisti 3) non stressare mai turbina e kers
        4) all’ultima gara quando dopo una stagione al risparmio stile discount, la vettura sara’ gia’ a pezzi e andra’ un po a singhiozzo…e allora i piloti col coltello fra i denti dovranno rischiare il tutto per tutto per accaparrarsi il doppio punteggio…

  2. eiskalt

    13 dicembre 2013 at 19:51

    praticamente a fine stagione i piloti dovranno fare la gara con le proprio gambe xke di macchine nn se ne vedranno.

    gia sono motori nuovi e di problemi ce ne saranno e parecchie anche. gia queste regole…. cioe un disastro :S

    • Revolver

      13 dicembre 2013 at 23:46

      Esatto

    • Jess

      14 dicembre 2013 at 15:36

      Se si deve andare a piedi le vince tutte Button!!!

      • amico di frederick

        15 dicembre 2013 at 17:04

        peccato! in una gara a piedi il mago del volante felipe M. con i suoi 10 kg di troppo perdera’ anche in questo caso ogni competizione…nulla da fare anche a piedi!

  3. ale

    13 dicembre 2013 at 22:08

    questo favorirà la Mercedes, e di gran lunga

    • Revolver

      13 dicembre 2013 at 23:46

      Non penso proprio

      • ale

        16 dicembre 2013 at 01:15

        per quale motivo?

    • ILLINOISF1

      14 dicembre 2013 at 11:17

      puo darsi ma non si sa di sicuro, puo favorire anche Ferrari che negli ultimi anni e stata la macchina piu affidabile in assoluto

  4. Pedro33

    14 dicembre 2013 at 02:21

    minkia ma nemmeno in caserma i militari hanno tutte ste regole hihihih porko giuda assurdo… ma poi 5 motori!!! arriveranno all’ultimo gp con un motore che avra’ gli stessi cavalli di una punto abarth hahaha

  5. panis96

    14 dicembre 2013 at 09:16

    Vogliono creare show.Top team continuamente costretti a risalire da penalità in griglia.Ormai l’intero sistema f1 è pensato esclusivamente per lo show-business.E’ più conveniente scontare dieci penalità e partire con un’unità nuova.Tanto gli altri faranno lo stesso.Dieci a Vettel,dieci ad alonso,dieci ad Hamilton e così via. Partiranno più o meno dalla stessa posizione.Poi supereranno in pochi giri quei sei sette davanti che non hanno cambiato motore, dei team diciamo “medi”,e sarà tutto come al solito.Intanto fanno un pò di casino che piace tanto a Bernie e a Napoleone Vitali.

  6. Kimi_FS

    14 dicembre 2013 at 09:56

    Se i piloti dovessero usare il sesto paio di scarpe subiranno una penalità di 10 posizioni in griglia e in più partiranno senza sedile…
    Queste regole sono ridicole

  7. Jess

    14 dicembre 2013 at 15:39

    Clamorosa notizia bomba! La Renault si ritira per l’impossibilità di garantire motori competitivi ai suoi team, dopo queste regole che rendono i propulsori simili ad un puzzle! La redbull comunque è già corsa ai ripari assicurandosi un contratto esclusivo per la fornitura pluriennale dei nuovissimi propulsori Ravensburger!!

  8. Clerfayt

    14 dicembre 2013 at 21:33

    Chiedo aiuto ai più freschi di mente: si parla di Campionato Mondiale F1 oppure di Campionato Mondiale Ferri da Stiro? No, perchè tra regole, limitazioni, divieti, punti tolti, sorpassi vietati a destra o sinistra e tutte le altre diavolerie a seguire, mi chiedo se non sia il caso di rifondarla questa formula. Grazie a tutti.

  9. gtv916c

    16 dicembre 2013 at 07:58

    Mama mia, spero che non ci sia da affogare in queste secchiate di lacrime….
    Ma che questo porti a fare dei motori fatti bene no? Che questo riduca costi e sprechi inutili no? Che questo abbia l’effetto di sviluppare tecnologie che portino a performances robuste e durevoli anche per le auto di serie no?
    Aspettate almeno di vederle ste formula 1 2014. E l’aerodinamica a livello spinto prima non non va bene, poi appena si parla di innovare sui motori e ridurre l’importanza dell’aerodinamica, allora era meglio quando si stava peggio.
    Io dico solo di vedere e giudicare. Se farà schifo e lo spettacolo sarà indecente, i team per primi si opporranno, credo. Ma non mi sembra che i team siano così catastrofisti, al contrario di certi tifosi da bar frustrati che sembrano gli anziani delle case di riposo che stanno sempre a lamentarsi degli acciacchi e della salute e ricordano con nostalgia i bei tempi, che per quanto belli,restano il passato.

  10. Dany_M

    16 dicembre 2013 at 10:44

    Non capirò mai perché ci deve rimettere il pilota per un guasto alla monoposto.
    E’ ovvio che se una vettura si rompe in gara il pilota prende zero punti, ma queste sanzioni relative all’affidabilità del mezzo dovrebbe scontarle solo la squadra!
    Non sarebbe più giusto che per sostituzioni meccaniche non consentite non si perdano posizioni in griglia ma la squadra prenda metà dei punti nel costruttori per quella gara?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati