Ecclestone: “Vicini al nuovo Patto della Concordia”

"Il GP di Singapore rimarrà nel calendario"

Secondo il capo della F1 c'è un accordo totale per quanto riguarda la parte commerciale, mentre invita la FIA a lasciare che siano le squadre più importanti a decidere il regolamento tecnico
Ecclestone: “Vicini al nuovo Patto della Concordia”

Bernie Ecclestone ha rivelato che le scuderie sono più vicine a firmare un nuovo Patto della Concordia in vigore dal 2013. Il patron della F1 spiega che ora c’è di fatto un “accordo totale” per quanto riguarda la parte commerciale e spiega la necessità di attribuire un potere regolamentare per i top team.

“Stiamo parlando con gli avvocati, ma va tutto bene. Commercialmente è cosa fatta”, ha detto Ecclestone al Daily Mail. Il passo successivo è ora quello di capire come il regolamento tecnico della F1 debba essere redatto in futuro. “Dovrebbero essere le squadre a stabilirlo, anche se non tutte avrebbero la possibilità di farlo. Il regolamento dovrebbe essere pensato da chi porta i soldi, non dalla FIA. Sarebbero le squadre che sono qui per restare, come Ferrari, McLaren, Red Bull, Mercedes e probabilmente Williams in quanto scuderia anziana, a dover decidere cosa fare”.

Ecclestone spiega anche che Singapore è certa di rimanere nel calendario di Formula Uno: il boss inglese ha detto al giornale di Singapore che i negoziati sono finiti. “Tutto ciò che impediva al Gran Premio di Singapore di continuare per altri cinque anni è stato eliminato”, ha detto. “Sono felice che questo accordo è stato firmato perché questa città è stata sempre calorosa con la F1 e la gara in notturna è stata anche altrettanto positiva per Singapore”, ha aggiunto Ecclestone.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

13 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati