Caso Bianchi, Whiting: “Abbiamo rispettato le procedure”

La Safety Car non era necessaria in quel momento

Caso Bianchi, Whiting: “Abbiamo rispettato le procedure”

La FIA ha tenuto una conferenza stampa a Sochi mostrando ai media un video delle telecamere a circuito chiuso dell’incidente di Jules Bianchi a Suzuka. Nel video si vede la Marussia del francese scartare improvvisamente su un rivolo d’acqua. Il pilota ha tentato invano una correzione e si è poi schiantato contro la ruspa che stava spostando la Sauber di Adrian Sutil.

Charlie Whiting si è così difeso dall’accusa di non aver neutralizzato subito la gara con la safety car: “Abbiamo rispettato la procedura. La Sauber era stata agganciata dalla gru e la barriera di protezione era stata liberata quindi non era necessario far intervenire la safety car. Se Bianchi non avesse urtato la ruspa l’impatto sarebbe stato simile a quello di Kovalainen a Barcellona 2008 in termini di velocità”.

Escluso un guasto ai freni della Marussia: “Non risulta, la vettura è scivolata sulla ghiaia dopo l’aquaplaning. Non si può generalizzare, le vie di fuga di Suzuka erano sicure, ma i nostri dati ci dicono che le vie di fuga in asfalto sono più efficaci. C’erano le doppie bandiere gialle, alcuni piloti hanno rallentato, altri meno”.

E sull’utilizzo dell’ambulanza in luogo dell’elicottero: “D’accordo con il personale medico si è deciso di usare l’ambulanza, abbiamo impiegato solo 32 minuti per il trasferimento, 7 in più rispetto all’elicottero, una differenza ininfluente per le condizioni di Jules. L’elicottero poteva decollare ma non poteva atterrare all’ospedale”.

Il presidente della FIA, Jean Todt, ha ribadito la sua fiducia nello staff FIA: “Ho piena fiducia nei miei uomini, ma sono molto vicino a Bianchi e alla sua famiglia. Conoscevo il suo prozio Lucien da quando correvo”.

Whiting ha aggiunto che la FIA adotterà tutte le misure necessarie per evitare che si ripetano incidenti del genere in futuro e si concentrerà sulle modalità per rallentare maggiormente le vetture in regime di bandiere gialle. Si valuta anche di mettere delle coperture intorno ai trattori.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

13 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati