F1 | Ferrari, si volta pagina: nuova direzione al controllo qualità

I disastri di Sepang e Suzuka lasciano il segno: affidato a Maria Mendoza il ruolo di responsabile del reparto

F1 | Ferrari, si volta pagina: nuova direzione al controllo qualità

Dopo il suicidio di Suzuka, preceduto da quello di Sepang, la Ferrari volta pagina: Sergio Marchionne, presidente del Cavallino, ha deciso di affidare a Maria Mendoza il ruolo di responsabile del reparto controllo qualità. Il guasto della candela da 59 euro (parola di Marchionne) in Giappone è stata l’ultima goccia a far traboccare il vaso: i numerosi problemi di affidabilità che hanno tormentato le SF70H di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen nelle ultime settimane, difatti, avevano già fatto perdere la pazienza ai vertici di Maranello. Da qui, dunque, la svolta: starà a Maria Mendoza riorganizzare i processi lavorativi e garantire la perduta affidabilità.

Mendoza, 42enne laureata all’Università di Saragozza, dal 2012 ha lavorato in Fiat-Chrysler. Negli ultimi anni ha controllato la produzione di componenti metalliche, elettriche e chimiche per i mercati esteri, dirigendo un team composto da 25 elementi.

Federico Martino

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

F1 | Ferrari, si volta pagina: nuova direzione al controllo qualità

I disastri di Sepang e Suzuka lasciano il segno: affidato a Maria Mendoza il ruolo di responsabile del reparto

Federico Martino
di 12 ottobre, 2017
F1 | Ferrari, si volta pagina: nuova direzione al controllo qualità

Dopo il suicidio di Suzuka, preceduto da quello di Sepang, la Ferrari volta pagina: Sergio Marchionne, presidente del Cavallino, ha deciso di affidare a Maria Mendoza il ruolo di responsabile del reparto controllo qualità. Il guasto della candela da 59 euro (parola di Marchionne) in Giappone è stata l’ultima goccia a far traboccare il vaso: i numerosi problemi di affidabilità che hanno tormentato le SF70H di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen nelle ultime settimane, difatti, avevano già fatto perdere la pazienza ai vertici di Maranello. Da qui, dunque, la svolta: starà a Maria Mendoza riorganizzare i processi lavorativi e garantire la perduta affidabilità.

Mendoza, 42enne laureata all’Università di Saragozza, dal 2012 ha lavorato in Fiat-Chrysler. Negli ultimi anni ha controllato la produzione di componenti metalliche, elettriche e chimiche per i mercati esteri, dirigendo un team composto da 25 elementi.

Federico Martino

http://f1grandprix.motorionline.com/f1-ferrari-si-volta-pagina-nuova-direzione-al-controllo-qualita/