Wurz: “Webber dovrebbe accettare lo status di n.2”

Secondo l'austriaco le gerarchie in Red Bull sono chiare

Wurz: “Webber dovrebbe accettare lo status di n.2”

Mark Webber dovrebbe accettare di essere un numero due ben pagato alla Red Bull. E’ questo il parere dell’ex pilota di F1, Alex Wurz, intervenuto nella polemica “Multi-21” del GP Malesia.

Secondo alcuni ex piloti, tra i quali Jacques Villeneuve, la responsabilità dell’accaduto è tutta di Sebastian Vettel, chiaramente il numero 1 in Red Bull.

E sulla frustrazione di Webber, Wurz ha dichiarato: “Ha un ingaggio milionario a doppia cifra che lo aiuta a convivere con queste cose. Se pensa che un altro team potrebbe trattarlo meglio, allora dovrebbe andare via” ha dichiarato Wurz a Spox. “Ma al momento penso che debba ingoiare il boccone amaro. In fin dei conti, è in un team che può fargli vincere delle gare. Se è fortunato e Vettel non lo è, forse potrebbe addirittura vincere il titolo. Altrimenti, gioca da secondo, guadagna dei soldi ed è una delle star dello show. Facile!” ha ribadito il 39enne.

Anche alla Mercedes, Lewis Hamilton sembra aver assunto il ruolo di prima guida: “Non credo” ha commentato Wurz. “Di sicuro Rosberg e il suo management chiederanno spiegazioni. Chiederanno se è stata stabilita una gerarchia o se è stata una decisione spontanea basata sulla logica. Forse Brawn non ha pensato all’attrito che avrebbe creato la decisione”.

Di parere opposto l’ex pilota della Toyota, Allan McNish, per il quale lo status di Hamilton è invece chiaro: “Anche se non è ufficiale, c’è sicuramente un forte focus su Hamilton per portarlo a lottare per il titolo. L’hanno accolto a braccia aperte e lo stanno sicuramente abbracciando al momento”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

16 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati