Villeneuve e Prost sono in disaccordo sulla maturità di Vettel

Villeneuve e Prost sono in disaccordo sulla maturità di Vettel

Due ex campioni del mondo non sono daccordo sulla crescita del campione attuale, Sebastian Vettel. Il campione del mondo 1997, Jacques Villeneuve, ha ammesso di riconoscere il talento del giovane tedesco, ma è stato molto meno colpito dal suo comportamento complessivo nel corso della stagione.

“E’ molto veloce, ma mi è sembrato che avesse problemi a controllare le sue emozioni”, ha dichiarato il franco-canadese ad Auto Hebdo.
“L’ho visto alzare il dito medio verso i commissari in pitlane, e non capisco un gesto simile a questi livelli, è una cosa da bambini”, ha argomentato Villeneuve. E accusa di questi comportamenti la Red Bull, il team del 23enne tedesco. “E’ stato trattato nello stesso modo per tutta la sua carriera. A 14 anni, già sapeva che sarebbe arrivato in F1. Quando commette un errore gli dicono: ‘Non hai fatto nulla di sbagliato, va bene così’. Vedremo come reagirà ora che è diventato campione”. Jacques ha continuato: “Anche Hamilton era un po’ così all’inizio, ma dopo il suo titolo ha avuto una stagione difficile, e quest’anno è diventato finalmente un uomo. Quest’anno, Vettel ha stupidamente danneggiato Webber, ma il team ha detto che invece era colpa di Webber. Vediamo cosa succederà: peggiorerà, o diventerà più maturo? Se andrà nella direzione che ha preso Hamilton vincerà altri campionati. Altrimenti non imparerà mai dai suoi errori”, ha concluso Villeneuve.
Il quattro volte campione del mondo Alain Prost, al contrario, dice di essere diventato un fan di Vettel dopo aver passato un po’ di tempo con lui alla recente Race of Champions. “E’ molto giovane, ma già molto maturo”, ha detto il francese. “Vedo in lui una freschezza, un entusiasmo, che mi piace molto. E’ una cosa che non si vede in tutti i giovani piloti di Formula 1. Questa è una cosa che mi sorprende: non vedi passione in alcuni piloti, è come se fossero lì solo per il business. Ma in Vettel io vedo freschezza e passione, e spero che le conservi il più a lungo possibile”. Prost ha anche applaudito il finale di stagione di Vettel: “Come tutti, anch’io sono stato un po’ critico quando ho visto i disastri che ha combinato in alcune circostanze. Ma quando un pilota ha una tale verve e un tale carattere è difficile contenersi. Dopo agosto ho visto un cambiamento radicale. Alla fine, senza la rottura in Corea, avrebbe vinto le ultime quattro gare. E’ un grande campione, non c’è dubbio”, ha commentato. “Lo possiamo aver giudicato in modo differente a metà stagione, è vero, ma alla fine dobbiamo dirgli ‘bravo'”, ha concluso Prost.

Filippo Ronchetti

Villeneuve e Prost sono in disaccordo sulla maturità di Vettel
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

22 commenti
  1. Keisuke Honda

    14 dicembre 2010 at 15:01

    @ Samuele. Non si tratta di vedere chi ha ragione e chi no. Sono due piloti che hanno dato un loro parere su Vettel. Io sono d’accordo con quello che ha detto Villeneuve. Se leggi gli altri post precedenti ti rendi conto come hanno cercato di screditare Villeneuve e io ho risposto a modo. La storia dei ceci e fave è partita da loro che hanno solo parlato in malo modo di Villeneuve.

  2. ridas22

    15 dicembre 2010 at 18:40

    Semplicemente secondo me hanno ragione sia Villeneuve sia Prost, tranne sul fatto della maturità: non è che vincendo un mondiale uno diventi maturo, lo si diventa col tempo (e come nella vita c’è chi non lo diventa proprio, azzardo).

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati