Vettel tiene a battesimo il GP del New Jersey

Primi giri con una vettura stradale sulla pista situata di fronte a Manhattan

"Stiamo procedendo alla costruzione del circuito", spiegano gli organizzatori smentendo le voci di possibili ritardi o cancellazioni
Vettel tiene a battesimo il GP del New Jersey

Fresco del quarto posto al GP del Canada a Montreal, Sebastian Vettel ha fatto tappa a New York per un evento organizzato dalla Infiniti e dagli organizzatori del prossimo Gran Premio d’America.

Con l’imponente skyline di Manhattan come sfondo, il pilota della Red Bull ha completato alcuni giri del nuovo circuito stradale di Port Imperial ad uso dei mezzi di comunicazione locali a bordo di un coupé Infiniti IPL G. Oltre al campione del mondo era presente anche l’ex pilota di F1 David Coulthard, attualmente collaudatore e testimonial della scuderia austriaca. Dopo una conferenza stampa con i sindaci delle comunità interessate, Weehawken e West New York, tenuta vicino agli edifici dei box che sono ancora in costruzione, Vettel si è trasferito a Manhattan nell'”Ed Sullivan Theater” per la registrazione di una puntata del David Letterman Show.

“E’ stato fantastico essere il primo pilota a guidare sul nuovo circuito”, ha detto Vettel. “E’ chiaro che sarà una grande sfida corrervi in una vettura di Formula Uno. Il circuito è grande, ha una sezione larga un po’ come Montreal, con un lungo e veloce rettilineo, ma ha anche vari dislivelli che lo fanno assomigliare un po’ a Spa. New York è una città fantastica con una grande energia e sarà bello avere una gara di Formula Uno qui. Penso che ci saranno alcuni buoni bar in cui andare dopo la gara”, ha concluso il tedesco.
La presenza di Vettel pare smentire le voci che parlavano di un possibile rinvio del progetto: “Io non so da dove queste voci sono venute, ma questa gara sta andando avanti”, ha spiegato il promotore Leo Hindery. “Se avessimo avuto dubbi non avremmo portato Sebastian e tutte queste persone qui oggi”, ha detto alla Associated Press.

Lorena Bianchi

Vettel tiene a battesimo il GP del New Jersey
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

9 commenti
  1. mirco

    12 giugno 2012 at 10:07

    ma il gp del new jersey non doveva essere un cittadino?

  2. paesedeybalocchi

    12 giugno 2012 at 10:57

    odio le piste cittadine

  3. Gianluca RB

    12 giugno 2012 at 11:13

    http://www.youtube.com/watch?v=m10_f1o_0So

    forse non sembra così male, è meno spigoloso sicuramente dei vari valencia o singapore

    • Mattia

      12 giugno 2012 at 12:05

      Vedendo il layout potrebbe essere molto più simile a Montreal che a Valencia.

      • Gianluca RB

        12 giugno 2012 at 23:33

        si, ci sono delle belle curve destro sinistra tutte in pieno sembra, poi un bell tratto veloce dove con il drs non mancheranno gli scambi di posizioni

  4. Strige

    13 giugno 2012 at 00:09

    io i cittadini americani li amo da morire…sono spettacolari…

  5. Franz Iacobelli

    13 giugno 2012 at 14:00

    Ho appena letto un articolo a riguardo sulla Gazzetta dello Sport, che diceva “Il New Jersey è un circuito per piloti col piede pesante, di quelli veloci e che non se la tirano”!
    E Vettel è quello che nn se la tira? Allora il suo famoso ditino (che invoglia a dirgli dove metterselo) che cos’è? Il gesto del profeta che predica alla folla?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati