Ricciardo squalificato dal GP Australia

Superato il limite di 100 Kg/ora del flusso di carburante

Ricciardo squalificato dal GP Australia

Daniel Ricciardo è stato squalificato dal GP Australia di F1 dopo che il delegato tecnico della FIA, Jo Bauer, ha rilevato un flusso di carburante che eccedeva in modo significativo il limite di 100 Kg/ora imposto da quest’anno dal regolamento.

I vertici del team Red Bull sono stati convocati dai commissari che hanno poi escluso l’australiano dall’ordine di arrivo della gara per la violazione dell’articolo 3.2 del Regolamento Sportivo FIA della F1 e dell’articolo 5.1.4 del Regolamento Tecnico FIA della F1.

LA RED BULL SI APPELLERA’ – Immediata la replica della Red Bull che ha annunciato la volontà di presentare appello: “Per tutto il weekend, in tutta la pitlane, è stata evidente l’inconsistenza del sensore di misurazione del flusso di carburante della FIA” ha dichiarato il team austriaco. Horner: “Quella adottata dalla FIA è una tecnologia immatura, già nei test avevamo rilevato misurazioni non precise”.

FIA: RED BULL ERA GIA’ STATA AVVERTITA – La FIA ha risposto a sua volta alle dichiarazioni Red Bull spiegando di aver avvisato il team e che la squadra ha rifiutato di apportare modifiche.

Ecco l’ordine di arrivo rivisto del GP Australia dopo l’esclusione di Ricciardo

Pos  Pilota             Team                      Tempo
 1.  Nico Rosberg       Mercedes                  1h32m58.710s
 2.  Kevin Magnussen    McLaren-Mercedes          +26.777s
 3.  Jenson Button      McLaren-Mercedes          +30.027s
 4.  Fernando Alonso    Ferrari                   +35.284s
 5.  Valtteri Bottas    Williams-Mercedes         +47.639s
 6.  Nico Hulkenberg    Force India-Mercedes      +50.718s
 7.  Kimi Raikkonen     Ferrari                   +57.675s
 8.  Jean-Eric Vergne   Toro Rosso-Renault      +1m00.441s
 9.  Daniil Kvyat       Toro Rosso-Renault      +1m03.585s
10.  Sergio Perez       Force India-Mercedes    +1m25.916s
11.  Adrian Sutil       Sauber-Ferrari              +1 giro
12.  Esteban Gutierrez  Sauber-Ferrari              +1 giro
13.  Max Chilton        Marussia-Ferrari           +2 giri

Ricciardo squalificato dal GP Australia
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

91 commenti
  1. Marcoct212v

    16 marzo 2014 at 13:57

    Che errore che hanno commesso…

    • Venom

      16 marzo 2014 at 14:22

      R-Truff = i soliti ladri noti!

      • Doesntmatter72

        16 marzo 2014 at 17:28

        Ma cancellati!

        In Ferrari truffano tanto quanto è sono ancora quinti….ops! Quarti, perché in gara erano dietro alla Red Bull!

  2. cpJack

    16 marzo 2014 at 14:00

    non e’ stato un errore per la red truff e’ la prassi , il loro modo di pensare e’ facciamolo se va bene si vince se va male squalifica , sempre meglio che sconfitta sicura no ???
    peccato per ricciardo che stavolta e’ toccato a lui……

    • Doesntmatter72

      16 marzo 2014 at 17:30

      Tu forse lavori in Red Bull???

      Intanto sono già più competitivi (truffe a parte) della Ferrari…e poi quest’ultima di “truffe” se ne intende ben più dei lattinari…quindi taci.

  3. go_webber

    16 marzo 2014 at 14:01

    evvai 2 lattinari in –

  4. mauroo

    16 marzo 2014 at 14:07

    c’è poco da star contenti

  5. mimmo

    16 marzo 2014 at 14:10

    SCUSATE 100 kg e’ il consumo totale consentito,che crrispondono a circa 140 LITRI.
    Il vincolo superato e’ 100 LITRI/ORA che viene controllato con un debimetro super preciso.

  6. Ric

    16 marzo 2014 at 14:14

    Manco a dirlo.
    Ma San Giovanni mostra gli inganni, la prossima volta, quando la rossa farà una figura di m…da come oggi voglio vedere a cosa si appelleranno.
    Questo per tutti quelli che pensano che Ricciardo ha fatto la gara che ha fatto grazie solo ad un maggior afflusso di benzina.
    Alla prossima.

    • Maxfunkel

      16 marzo 2014 at 15:22

      …ma mi spieghi cosa diavolo centra la Ferrari con questa storia??? ah si tu devi sempre cacciarla dentro in ogni discorso, vedi marcio solo per la Ferrari…il tuo astio antisportivo vero Maranello ti rende proprio odioso. E non parlo da Ferrarista, parlo da sportivo. Che poveretto sei.

      • Ric

        16 marzo 2014 at 15:43

        @ MaxF: non vorrei ricominciare anche quest’anno con querelle relative a quanto ognuno di noi scrive.
        Per me la Ferrari è marcia. Punto
        Cerca, come ho già suggerito a qualche tuo collega, di non rompere i c@glioni.
        Esponi il tuo pensiero che io espongo il mio.

    • enzo477

      16 marzo 2014 at 17:39

      @ric: i ‘pensieri’ sono liberamente esprimibili, le stxxxxxte potresti risparmiarcele

      • Ric

        16 marzo 2014 at 17:45

        Bene, comincia tu allora

      • Francesco

        18 marzo 2014 at 08:25

        …il BUE che dice CORNUTO all’ASINO!!!!!!

        che patetico imbecille!!!

  7. Walter76

    16 marzo 2014 at 14:15

    Dispiace per Ricciardo ma le “tolleranze” questa volta non ci sono state

    • Ric

      16 marzo 2014 at 14:37

      Sono d’accordo col fatto che se le regole ci sono vanno rispettate.
      Però, dato che la F1 è tra quegli sport che presenta dei rischi, anche notevoli, mi piacerebbe esistesse la possibilità di trasferire – attraverso la direzione di gara – ai vari team tutte quelle anomalie regolamentari che possono portare alla squalifica del pilota, senza fargli correre degli inutili pericoli.
      Mi fai finire la gara e poi mi squalifichi?
      Dimmelo subito che mi fermo e preservo così anche il motore.

      • -Leon-

        16 marzo 2014 at 14:48

        senti ma vorrei capire una cosa…….. ci sei o ci fai?

        hai letto l’alrticolo o no?

        FIA: RED BULL ERA GIA’ STATA AVVERTITA – La FIA ha risposto a sua volta alle dichiarazioni Red Bull spiegando di aver avvisato il team e che la squadra ha rifiutato di apportare modifiche.

        e in + charly whiting, lo aveva detto già giovedì: non tollererò furbate sulla qualtità di benzina.

        sono stati avvisati di non provare a fare i furbi o no?

        il fatto è che hanno provato a fare quello che fanno da ben 4 anni, ma evidentemente la musica è cambiata.

      • Emanuele

        16 marzo 2014 at 15:03

        Cmq la red bull ha pure cambiato il sensore prima della gara quindi non è che se ne è infischiata, probabilmente il problema non era quello ma qualche taratura sbagliata.
        Inoltre il comunicato parla di significativi superamenti del limite quindi non sono stati al pelo per fare i furbi ma è ovvio che qualcosa non ha funzionato anche perchè è un dato facilmente verificabile è come sforare col peso anzi peggio visto che in telemetria la fia riceve i dati in tempo reale.
        Poi mi chiedo a logica con tutti questi problemi di consumi fare entrare più carburante del necessario nei cilindri migliorerà forse le prestazioni ma come sono arrivati a fine gara? Anche perchè a ricciardo dicevano di spingere dopo 10g che il consumo era buono ed in australia è una di quelle piste dove si consuma di più, quindi è così parco il renault o c’è la possibilità che il sistema sia starato e abbia letto male e per questo la red bull si appella?

      • TheTabboz (tifoso Vettel, non RedBull)

        16 marzo 2014 at 15:04

        Scusa -Leon-,
        ma se è la FIA stessa ad essere un controsenso unico?

        Prima consegna “contatori” starati, come dimostrano le lamentele della RedBull nei test e nelle prove di questo week-end.
        Poi dice che non tollererà furbate sulla gestione benzina.

        La FIA dovrebbe essere la prima a fornire materiale affidabile e preciso. Così da calcolare e di conseguenza gestire la benzina in modo “perfetto”.
        Così che le vere furbate, non di sicuro questa, vengano punite subito.

      • -Leon-

        16 marzo 2014 at 15:19

        @ EMANUELE

        evidentemente la modifica chiesta dalla FIA non era certo la sostituzione del sensore, ma ben altro che la RB non ha voluto modificare.

        cmq è anche la FIA che come al solito rende complicato le cose semplici.

        scusate, la regola dice che al massimo si devono usare 100 kg x tutto il gp?

        che ci vuole a far svuotare i serbatoi e poi rifornirli con 100 kg di carburante in parco chiuso?

      • Maxfunkel

        16 marzo 2014 at 15:22

        Lasciate perdere RIC vive in un mondo suo fatto di ODIO verso Ferrari… e distorsione di ogni realtà…

      • Ric

        16 marzo 2014 at 15:39

        -Leon- Guarda che è successo 2000 volte che sono state riportate notizie che poi sono risultate essere non corrette se non addirittura completamente false. Per cui “me ne sbatto” di quello che, a caldo, viene dichiarato.
        Inoltre, se hai visto la gara da competente quali ti ritieni essere, avrai sicuramente capito che la prestazione di Ricciardo, flusso corretto o meno, era quella.
        Inoltre vorrei conoscere di quanto la RB ha “sforato” (in quantità e occasioni) nell’immissione di carburante.

    • K20™

      16 marzo 2014 at 16:03

      @ Leon
      In realtà la regola prevede che non bisogna consumare più di 100 Kg di carburante per ogni ora.

      Ma anche nel caso in cui la norma preveda 100 Kg totali per tutto il GP, non sarebbe possibile, o comunque sarebbe molto difficile, fare un GP con il quantitativo esatto previsto, in quanto le F1 sono sottoposte a forze di diversi G e, a serbatoio quasi vuoto, sarebbe un problema per il sistema di ripescaggio sfruttare gli ultimi Kg rimasti.

      • Emanuele

        16 marzo 2014 at 21:45

        Questo non succeda dal 1970 o forse anche prima per un gioco di pressioni che si crea nel serbatoio, anche con 1lt di benzina e 4g di accelerazione laterale l’auto va, cmq nei serbatoi deve rimanere almeno un litro per le verifiche post gara, le poche volte che non c’era carburante sufficiente per le verifiche le vetture sono state squalificate.

  8. TheTabboz (tifoso Vettel, non RedBull)

    16 marzo 2014 at 14:53

    Mi dispiace, ma le regole (per quanto assurde) devono essere rispettate.

    Bisogna vedere perchè il misuratore è impreciso.
    La FIA non può consegnare ai team attrezzatura con imprecisioni tali da far squalificare una vettura.

    Vedremo.

  9. gestoff

    16 marzo 2014 at 15:04

    LADRIIIIIIIIIIIIIIII!! SCORRETTIIIIIIIIIIIIII!!! BARIIIIIIIIIIII!!!

    • TheTabboz (tifoso Vettel, non RedBull)

      16 marzo 2014 at 15:05

      Una dimostrazione o una prova che confermi il tuo messaggio?

  10. gestoff

    16 marzo 2014 at 15:09

    …. e poi si lamentano se li fischiano. Fuori dal mondiale le squadre di questo stampo!

  11. mauro@campigotto.net

    16 marzo 2014 at 15:11

    Fatemi capire una cosa… ma sto benedetto limite è di 100 kg/ora… 100 litri/ora… quanto cavolo è? e 100kg a quanti litri corrispondono? grazie… e cmq son d’accordo sul fatto che è questione di mentalità, e la RB ha una mentalità di aggiro delle regole, che è ben diversa da una mentalità dove si cercano i limiti dei regolamenti… e quello di oggi ne è un esempio…

  12. Maxfunkel

    16 marzo 2014 at 15:28

    Premettendo che sinceramente a me spiace moltissimo per Daniel Ricciardo, persona simpaticissima e umile, gran buon pilota, che un risultato così se lo meritava.

    … ma adesso, fatemi capire, quando la FIA ammonisce una qualsiasi squadra di cambiare qualcosa, questa lo fa senza troppi problemi anche perdendoci (vedi l’alettone Ferrari bocciato e subito, dico SUBITO ritirato due anni fa)… ma se lo fa con Red Bull questi ignorano la FIA e fan quello che vogliono… e poi pretendono che non gli si faccia nulla??? Lo scorso anno gia troppe volte hanno avuto sconticini e ammonizioni benevole, ora la FIA non ha fatto giustamente sconti!! I bonus li avete gia persi tutti lo scorso anno.

    Ed è inutile fare ricorsi, eravate stati ammoniti e avete ignorato, credendo come sempre di poter essere al di sopra di tutto e tutti.
    Finalmente la Federazione fa il suo DOVERE!!!
    e che lo faccia con CHIUNQUE, senza servilismi!!

  13. Iceman Red Bull

    16 marzo 2014 at 15:29

    la Red Bull ha esposto protesta
    vedremo come finirà

    qui non si tratta di barare o meno, ma si tratta di far consumare meno possibile al motore, cosa che la Red Bull avendo percorso pochi Km magari non ha raggiunto del tutto

  14. mimmo

    16 marzo 2014 at 15:35

    IL DOCUMENTO FIA E’ SBAGLIATO. NON sono 100/kg ora ma 100/litri ora altrimenti la red bull dopo 1 ora di gara avrebbe gia’ finito i 100kg totali di benzina consentita , e gli altri 32 minuti di gare come li avrebbe percorsi con altri 51 kili? La realta’ e’ che il valore giusto e’ 100/LITRI ORA come ho gia’ spiegato nel post precedente ,quindi hanno rispettato i 100/kg totali di carburante ma non hanno rispettato l’altra norma che vieta di consumare piu’ di 100/LITRI ORA. CORTESEMENTE CHIEDO AL GIORNALISTA CHE HA REDATTO L’ARTICOLO DI VERIFICARE QUSTE MIE AFFERMAZIONI . GRAZIE

    • Emanuele

      16 marzo 2014 at 16:23

      Perchè le f1 sono sempre in pieno? Non ci sono le fasi di rilascio? Magari quello che dici è giusto sui 100kg/h o 100lt/h ma il resto non ha senso.
      I 110kg/h o lt/h è il valore massimo consentito ovviamente non è constante ma dipende dall’apertura della farfalla, dalla mappatura, addirittura dalla temperetura dell’aria perchè la miscela aria benzina deve essere perfetta perchè il motore sia efficiente quindi il tuo calcolo non ha senso.

    • Ele (mclaren)

      17 marzo 2014 at 10:57

      non sono una cima in queste cose ma l’ho capito anche io ieri…l’ing. Bruno ha fatto vedere un grafico..
      la linea che rappresenta il consumo parte dall’incrocio dei due assi e cresce costantemente fino a stabilizzarsi a (mi sembra) 15.000 giri del motore ..dopo di che il consumo deve rimane costante non superando mai i 100 kh/h ….calcolate che la macchina non è sempre al massimo dei giri quindi il ragionamento fila… 😉

  15. seldon

    16 marzo 2014 at 15:48

    il prossimo gran premio lo guarderò fino ad un giro dalla fine, così vedrò una ventina di macchinette teleguidate darsi falsa battaglia, qualche incidente al via, qualche ritiro durante la gara, e molte molte ca…..te dei commentatori. Dopo chiudo e vado a fare una delle tremila cose migliori che posso fare in attesa che commissari e tribunali mi dicano chi ha vinto! Forse però, se continua così, quelle tremila cose comincio a farle molto prima…!

    • Alberto

      16 marzo 2014 at 17:52

      puoi guardare gli ultimi 20 giri su gare da 60 giri, tanto per i primi 40 giri non spinge nessuno.

  16. yorkshire73

    16 marzo 2014 at 16:01

    Da tifoso Ferrari, non posso che gioire. Da sportivo meno. Ciò dimostra, comunque, che tutta questa elettronica e i nuovi regolamenti devono andare all’inferno, così come Ecclestone e compagnia bella. Avete rovinato la F1, è ora che vi ritiriate e lasciate che i team sviluppino i motori come si faceva un tempo! e soprattutto, voglio il ritorno della meccanica e dei turbo veri, quelli che facevano rumore!

  17. pelle1982

    16 marzo 2014 at 16:04

    “1) The Technical Delegate reported to the Stewards that Car 3 exceeded the required fuel mass flow of 100kg/h. (Article 5.1.4 of the Formula One Technical Regulations)
    2) This parameter is outside of the control of the driver, Daniel Ricciardo.
    3) The fuel flow is measured using the fuel flow sensor (Art. 5.10.3 & 5.10.4 of the Technical Regulations) which is homologated by the FIA and owned and operated by the team.
    4) The stewards considered the history of the fitted fuel flow sensor, as described by the team and the Technical Delegate’s representative who administers the program. Their description of the history of the sensor matches.
    a. During Practice 1 a difference in reading between the first three and Run 4 was detected. The same readings as Run 4 were observed throughout Practice 2.
    b. The team used a different sensor on Saturday but did not get readings that were satisfactory to them or the FIA, so they were instructed to change the sensor within Parc Ferme on Saturday night.
    c. They operated the original sensor during the race, which provided the same readings as Run 4 of Practice 1, and Practice 2.
    5) The Stewards heard from the technical representative that when the sensor was installed on Saturday night, he instructed the team to apply an offset to their fuel flow such that the fuel flow would have been legal. He presented an email to the stewards that verified his instruction.
    6) The technical representative stated to the Stewards that there is variation in the sensors. However, the sensors fall within a known range, and are individually calibrated. They then become the standard which the teams must use
    for their fuel flow.
    7) The team stated that based on the difference observed between the two readings in P1, they considered the fuel flow sensor to be unreliable. Therefore, for the start of the race they chose to use their internal fuel flow model, rather than the values provided by the sensor, with the required offset.
    8) Technical Directive 016­14 (1 March 2014) provides the methodology by which the sensor will be used, and, should the sensor fail, the method by which the alternate model could be used.
    a. The Technical Directive starts by stating: “The homologated fuel flow sensor will be the primary measurement of the fuel flow and will be used to check compliance with Articles 5.1.4 and 5.1.5 of the F1 Technical Regulations…” This is in conformity with Articles 5.10.3 and 5.10.4 of the Technical Regulations.
    b. The Technical Directive goes on to state: “If at any time WE consider that the sensor has an issue which has not been detected by the system WE will communicate this to the team concerned and switch to a backup system” (emphasis added.)
    c. The backup system is the calculated fuel flow model with a correction factor decided by the FIA.
    9) The FIA technical representative observed thought the telemetry during the race that the fuel flow was too high and contacted the team, giving them the opportunity to follow his previous instruction, and reduce the fuel flow such that it was within the limit, as measured by the homologated sensor – and thus gave the team the opportunity to be within compliance. The team chose not to make this correction.
    10) Under Art. 3.2 of the Sporting Regulations it is the duty of the team to ensure compliance with the Technical Regulations throughout the Event. Thus the Stewards find that:
    A) The team chose to run the car using their fuel flow model, without direction from the FIA. This is a violation of the procedure within TD/ 016­14.
    B) That although the sensor showed a difference in readings between runs in P1, it remains the homologated and required sensor against which the team is obliged to measure their fuel flow, unless given permission by the FIA to do
    otherwise.
    C) The Stewards were satisfied by the explanation of the technical representative that by making an adjustment as instructed, the team could have run within the allowable fuel flow.
    D) That regardless of the team’s assertion that the sensor was fault, it is not within their discretion to run a different fuel flow measurement method without the permission of the FIA.”

    quindi la FIA ha comunicato durante la gara alla Red Bull di rientrare nei parametri e non lo ha fatto.. fine.. (punti 9 e 10.)

  18. f1erally

    16 marzo 2014 at 16:04

    Una goccia di benzina in più nei cilindri fà un enorme differenza in termini prestazionali, ma tanta tanta, specialmente ed ancor di più in un motore sovralimentato!!

    • Emanuele

      16 marzo 2014 at 16:24

      Solo se anche l’apporto di aria è adeguato oppure si butta solo carburante

      • f1erally

        16 marzo 2014 at 17:16

        Guarda, già soltanto aumentando la pressione di benzina in una macchina normale “parlo per esperienza” si ha un mostruoso aumento di potenza, anche senza aumentare l’ ingresso d’ alimentazione…
        Figuriamoci un maggiore apporto d’ ossigeno forzato in una camera di combustione creato per ospitarne solo la superficie volumetrica naturale…
        Credimi funzione eccome, sanno quello che fanno…

      • Ric

        16 marzo 2014 at 17:34

        Scusa, vorrei capire meglio.
        Dato che la miscela aria/benzina deve avere un certo rapporto (detto stechiometrico) l’idea che si possa immettere più benzina nei cilindri ha come presupposto che dentro detti cilindri ci sia costantemente aria a sufficienza per bruciarla. Questo significa per la RB che, non solo la valvola di regolazione del flusso era starata, ma anche che il turbo ha dimensioni o regimi di rotazione diversi da quanto stabilito. A questo punto la RB è completamente fuori regolamento. Possibile?

      • f1erally

        16 marzo 2014 at 17:46

        Ricciardo è stato squalificato e questo è un fatto!!

        Ed oggi con l’ elettronica puoi fare assolutamente di tutto, credo che la Red Bull avendo constatato la superiorità della Mercedes abbiano sgarrato di proposito per questa volta sperando di migliorarsi “legalmente” in futuro e sperando che anche questa volta la FIA …….

      • Ric

        16 marzo 2014 at 18:38

        D’accordo, è stato squalificato. Quello che contesto sono i tuoi “credo” esposti come certezze. E’ vero che con l’elettronica si può fare molto ma è anche vero che ci si può litigare. Quello che non credo è che la RB abbia, nonostante la FIA si fosse accorta della situazione, perseverato nell’errore confidando in una impossibile indulgenza.

  19. f1erally

    16 marzo 2014 at 16:07

    Ne deduco che Ricciardo sarebbe andato un bel pò meno forte di come è andato e ne deduco anche che il Motore Mercedes è il motore più forte di tutti e di gran lunga, in conseguenza anche a questo ragionamento….

    • Ric

      16 marzo 2014 at 17:35

      Per quanto riguarda il motore Mercedes non immagini che piacere mi procura il darti completamente ragione

      • darkn3ss

        16 marzo 2014 at 18:34

        e si perchè a te la Mercedes ti da da mangiare.. che pagliaccio

      • Ric

        16 marzo 2014 at 18:42

        A te è la Ferrari che ti sfama?
        Inoltre, se non vuoi un sonoro vaffa ti suggerisco di moderare il linguaggio.

      • darkn3ss

        16 marzo 2014 at 19:11

        io non faccio il tifo da stadio come fai tu!

        sei solo un misero TROLL e basta!
        non fai altro che provocare, ti sta sulle balle la Ferrari e l’abbiamo capito, ma ricordati che se c’è rimasto qualche orgoglio italiano uno di questi è proprio la Ferrari.
        Capisco il tifo per altri team ma dare contro alla Ferrari non ne capisco il senso se non quello di fare la voce fuori dal coro per rompere le balle e basta e così come te tanti altri.

        mi mandi aff? e tanto piacere.. ma sappi che è reciproca la cosa..

      • Ric

        16 marzo 2014 at 19:29

        Come mai non ho mai letto nulla di tuo quando i vari Venom, Maxfunkel & Co. hanno ammorbato il blog per tutto il 2013 con le varie Red-Truff e Mercedes affaire?
        Quello andava bene?
        Per quanto riguarda l’orgoglio italiano forse non sai che Montezemolo ha venduto un’eccellenza (questa si) italiana come Poltrona Frau agli americani. Se non bastasse ha venduto ai russi anche una software house anche questa tutta italiana.
        Sei talmente ottuso che quando qualcuno non si prostra davanti alla Ferrari scambi questo libero arbitrio con la volontà di provocare.
        Questa limitazione però sono cavoli tuoi.
        Come ho già detto questo blog non è della Ferrari per i ferraristi

    • Ele (mclaren)

      17 marzo 2014 at 11:02

      il motore più forte è il Mercedes di Rosberg, non quello di Hamilton.. hihi..ci tengo a precisarlo 😉

      dai su ragazzi sto solo sdrammatizzando la mia disperazione dopo il ritiro di Lewis..almeno la mia Mclaren è salita sul podioooo

  20. Ingromano

    16 marzo 2014 at 17:56

    Potenza effettiva= (Rendimento Globale)*(Massa di combustibile)*(Potere Calorifico Inf.)*(Numero di Giri/60 [rpm])*(1/epsilon)….è ovvio che a pari rendimento (per un SI sovralimentato non cambia…è un rend termodinamico…)…potere calorifico inferiore (miscela ad alto numero di ottano, per quanto bravo è il fornitore…per la gara quella gli avrà fornito…)…Numero di giri (fissati dalla FIA)….(epsilon=costante pari a 2 per il 4t)…..è ovvio che la RedTruff per avere più potenza da qualche parte deve giocare per non fare una figuraccia come nei test….quindi Massa di combustibile impiegato più alta…..E’ facile appellarsi alla taratura errata degli strumenti di misura…;) che se comunque hanno un errore sistematico che per quanto piccolo è…rimane per tutte le misurazioni effettuate…Ferrari,Mercedes,Mclaren…etc.etc

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati